In attesa della decisione più utile su Politics con Gianluca Semprini

Il postino (o piccolo post)

Gianluca Semprini a SkyTg24 conduceva i faccia a faccia elettorali. In quello tra Virginia Raggi e Roberto Giachetti, per introdurre il tema “Roma città sporca”, appallottolò un foglio di carta e lo gettò al centro del palcoscenico dicendo che Roma era sporca e chiedendo ai due candidati sindaco la loro ricetta. Un gesto inutilmente plateale. Questa estate è passato alla Rai per fare Politics su Rai 3 e lo ha promosso con degli spot inutilmente plateali. Un programma che dopo due puntate è già a rischio chiusura: una decisione che sarebbe utilmente plateale.

La tv colta perde la sfida dell’offerta gratuita sul digitale terrestre: La Effe ora è solo per gli abbonati Sky. La community “appassionata, attenta e affettuosa”, boccia la scelta dell’editore Feltrinelli

Caro editore Carlo Feltrinelli, dopo tre anni La Effe Tv abbandona il canale 50 del digitale terrestre gratuito per entrare nel mondo a pagamento di Sky (canale 139). Ne siete entusiasti voi del gruppo Feltrinelli

“SKY è un partner di alta qualità, ideale per proseguire il percorso intrapreso da #feltrinelli con laeffe e per ulteriori sinergie future”.

Sono stra-entusiasti quelli di Sky

“Con l’esclusiva di @laeffetv insieme a @SkyArteHD e @ClassicaHD creiamo nella nostra offerta un polo di canali culturali. Benvenuti #laeffe!”.

Il motivo che vi ha spinto a questo passo è molto più chiaro del tweet con cui lo spiegate:

“laeffe su SKY per consolidare il palinsesto in modo sostenibile e aprirsi a ulteriori sperimentazioni editoriali”.

Il motivo è quello che voi chiamate “modo sostenibile” e detto in parole povere vuol dire che il vostro progetto sul digitale terrestre era in profondo rosso dal punto di vista economico.

Continua a leggere

Rai 3 interrompe la messa in onda della serie Non uccidere: i tweet di Caro Televip a cui non è piaciuta da subito…

Lieto di essere con il pubblico di @RaiTre che ha bocciato #NonUccidere e non con i critici che l’hanno esaltata https://t.co/Tfqypdl4So

stasera c’è Miriam Leone che fa un ispettore di polizia torinese nella serie #nonuccidere di Rai3? La recitazione trash verso nuove vette?

È il momento di Miriam Leone ma passerà come è passato il momento di tante altre “di moda” senza il talento per durare #NonUccidere

Povero Campo Dall’Orto vuole sfidare #netflix ed ha in magazzino serie come lagna #NonUccidere con protagonista sarò attrice? Miriam Leone

#NonUccidere #Rai3 #ilsegreto ha più ritmo i personaggi hanno più spessore le storie sono più avvincenti e soprattutto interpretate meglio

Miriam Leone come il tenente Colombo caratterizza il personaggio indossando lo stesso giaccone da poveraccia per tutta la serie #NonUccidere

#NonUccidere #Rai3 fa il 3.9% in prima serata: darei volentieri tutta la colpa a Miriam Leone ma è una fiction lenta, scritta e girata male

#NonUccidere  sotto il giaccone di Miriam Leone niente

Detto Fatto di Rai 2: qualche numero ad uso del neo direttore generale Rai Antonio Campo Dall’Orto

Caro direttore generale della Rai Antonio Campo Dall’Orto, tra le trasmissioni che da abbonato non vorrei vedere su Rai 2 c’è Detto Fatto. L’ho scritto, da blogger, fin dalle prime puntate della prima edizione e, da abbonato Rai, continuo a pensare che non sia un programma da seconda rete del servizio pubblico.

Detto fatto ha superato le 400 puntate e continua a fare il 6% di share come nel 2014. Ecco i dati di questo avvio di stagione tratti da davidemaggio.it:

Continua a leggere

Il premier Renzi e la crisi dei talk show Ballarò e diMartedì battuti dalle repliche di Rambo: la debole autodifesa di Massimo Giannini

Caro Massimo Giannini, era proprio necessario il “pistolotto” (così lo hai chiamato) per difendere Ballarò dagli attacchi del premier Matteo Renzi ai talk show del martedì sera?

Evidentemente hai ritenuto di si.

Continua a leggere

Cosa resterà di Miss Italia 2015: l’ennesimo flop di Simona Ventura e una brutta frase sulla guerra

Cara Simona Ventura, ho abbandonato la visione della finale di Miss Italia 2015 dopo un’ora di trasmissione. Reputo la manifestazione non rappresentativa dell’Italia, nonostante il nome del concorso. L’unica cosa positiva di Miss Italia è che da due anni non viene più trasmessa dal servizio pubblico Rai.

Nell’ora in cui ho resistito a guardare il programma, ho assistito alla conduzione dell’anteprima da parte di tua sorella Sara.

Continua a leggere

Il giornalismo televisivo ai tempi di Matteo Renzi: il caso Gianni Riotta, Parallelo Italia 47 35

Caro Gianni Riotta, si è concluso il tuo programma estivo di approfondimento giornalistico in prima serata su Rai 3 intitolato Parallelo Italia 47 35.

Un insuccesso di pubblico (l’ultima puntata ha totalizzato 681 mila spettatori e il 3.38% di share, in media con le altre puntate) e di critica [Aldo Grasso] [Mariano Sabatini] [Marida Caterini] da far accaponare la barba anche ad un giornalista di lungo corso come te.

Continua a leggere

Il processo del lunedì su Rai 3? L’unica cosa sensata da fare è riportarlo subito su Rai Sport 1

Caro direttore di Rai 3 Andrea Vianello, ieri sera è accaduto quello che non doveva accadere: ho avuto conferma di tutte le perplessità preventive che avevo espresso sul ritorno del Processo del lunedì su Rai 3.

Eppure mi sono apprestato a seguire la prima puntata con animo leggero e positivo come da invito ricevuto via twitter da Enrico Varriale “Seguici con simpatia” e anche perché la co-conduttrice Andrea Delogu, dopo una lunga riflessione, ha deciso di sbloccarmi su twitter; evidentemente non sono un troll ma un onesto blogger tv.

Continua a leggere