Morning News di Canale 5: un pregio ed un difetto della conduzione di Simona Branchetti

Dopo poche settimane di messa in onda si può già dire che la scommessa Morning News di Canale 5 è stata vinta. Tenere accesa in estate la finestra di infotainment solitamente occupata da Mattino Cinque sta pagando in termini di ascolti con punte di oltre il 16% di share. Il volto del programma è Simona Branchetti che ha affrontato da subito la sfida dando l’impressione di sentirsela cucita addosso.

Si è piazzata con personalità al centro di uno studiolo riciclato da TgCom24 come se fosse lo studio principale di BBC News e ha tirato fuori tutto l’armamentario necessario per condurre programmi di informazione nella tv di oggi, caratterizzata da una rincorsa continua di decine di temi in scalette affollate che compongono blocchi schiavi di un conto alla rovescia implacabile verso le interruzioni pubblicitarie. Il difetto principale di Simona Branchetti è quello che hanno quasi tutti i suoi colleghi e riguarda la gestione dei collegamenti sui fatti di cronaca. Gli interventi degli inviati vengono sempre sormontati dalle interruzioni della conduttrice in studio che li incalza, spesso a sproposito, per rispettare i tempi delle scalette compulsive. Il pregio di Simona Branchetti è che gestisce bene la parte più leggera del programma in cui sembra più a suo agio che nella parte giornalistica di cronaca e attualità. Al momento potrebbe essere proprio questa la chiave del successo delle prime settimane di programmazione. Questa mattina ha gestito, da intrattenitrice più che da giornalista, un lungo collegamento in diretta da Cellino San Marco ed ha chiesto ad Al Bano di poter canticchiare Felicità insieme a lui. Pienamente in target con il pubblico del mattino di Canale 5 e decisamente utile per gli ascolti. Prevedo che alla ripresa di Mattino Cinque, Federica Panicucci canterà Il ballo del qua qua con Romina Power. Così, giusto per ribadire chi è la titolare. Per ora.

Caro Televip: 3 vecchi post #2 – 1) Gerry Scotti 2) Maria Giovanna Elmi 3) Amici e Striscia con Emma Marrone

Solo per gli appassionati di Caro Televip

  • Gerry Scotti The Winner is (2012)
  • Maria Giovanna Elmi all’Isola dei famosi (2005)
  • Scherzo di Amici ad Emma Marrone: anche Striscia la notizia dà il suo peggio (2017)

Gerry Scotti, dalle montagne di soldi di The Money Drop alle mazzette da 100 euro di The Winner is.

di Akio, 19 novembre 2012

Caro Gerry Scotti, deve esserti avanzata qualche mazzetta da 100 euro di The Money Drop e allora la distribuisci a The Winner is (il sabato in prima serata su Canale 5). Il tuo nuovo game-people-talent-show si basa su una gara canora che però diventa solo il pretesto per dare ai telespettatori l’occasione quasi morbosa di curiosare nelle vite degli altri e domandarsi cosa farebbero al posto loro. Ci sono i concorrenti con delle storie toccanti come il disoccupato che finora ha vissuto con i genitori che da poco non ci sono più e la ragazza adottata che vuole aiutare il padre che ha perso il lavoro. Ci sono i concorrenti “fortunati” che non hanno bisogno dei soldi di uno show televisivo ma che davanti alla tua mazzetta da 10.000 euro tentennano; e non solo per esigenze televisive. C’è Rudy Zerbi, l’ex discografico ormai calato perfettamente nel ruolo di personaggio televisivo, che ti spalleggia quando ci sono delle belle concorrenti da lodare per la loro avvenenza. C’è la gara. Una prima manche fatta di duelli canori in cui è facilissimo capire chi vince, infatti molti dei perdenti accettano senza incertezze l’offerta di 10.000 euro per abbandonare il gioco, prima di sapere il responso della giuria, e capitalizzando al massimo la partecipazione allo show (uno su tutti il prete pop). La manche più incerta è quella tra la ventunenne adottata e la bella guagliona che non vuole che le si dica che è una bella guagliona. Quest’ultima ha un papà napoletano molto televisivo pronto alla polemica perché ritiene che la sua bella guagliona è bravissima. Rudi Zerbi ti aiuta a coinvolgerlo in due o tre collegamenti per mettere pepe alla contesa che finisce con la “spepata” e scontata accettazione dei soldi da parte della bella guagliona che ha capito, come tutto il pubblico televisivo, che la storia della sua avversaria farà la differenza per il pubblico dei 101 giurati di The Winner is. La stessa cosa non accade nello scontro finale tra la ventunenne adottata e la cantante impostata mezza lirica e mezza pop che rifiuta i tuoi 30.000 euro e vince la puntata. Caro Gerry Scotti, sostituire le lacrime del sabato sera di C’è Posta per Te con una roulette russa canora è in perfetto stile Canale 5 e tu come croupier sei perfettamente a tuo agio. Agiti le mazzette sotto il naso del concorrente, gliene fai odorare il profumo, le sventoli ad uso delle telecamere con l’intensità con cui una vecchietta sofferente sventola il ventaglio in una calda giornata di agosto. A The Money Drop mi dava fastidio vederti distribuire montagne di soldi come fossero bon bon della riffa di quartiere. A The Winner is mi dà fastidio vederti dare e poi riprenderti la mazzetta da 10.000 euro dalle mani di un concorrente che ti ha appena detto di aver cenato solo con una fetta biscottata con un po’ di zucchero sopra. Caro Gerry Scotti, nonostante la sensibilità garbata e sincera con cui hai manifestato al concorrente la tua ammirazione per la dignità con cui ha scelto di non accettare la tua offerta, in questo caso, The Winner is mi è sembrato più crudele de Il Cacciatore di Michael Cimino.


Voglia di magia

di Akio, 7 ottobre 2005

Cara Maria Giovanna Elmi, mi sforzo di capire perchè una pensionata Rai ultrasessantenne fa naufragare la sua gloriosa carriera sull’Isola dei Famosi. Provo a comprendere perchè una donna che nell’immaginario televisivo è la fatina, finisce per somigliare ad una donna delle caverne in un reality show. I primi giorni le altre isolate non facevano che esprimere ammirazione per te che ad una certa età affrontavi gli stenti televisivi. Dopo un pò non ti sopportavano più e ti hanno nominata. E con la tua carriera alle spalle hai eliminato la sconosciuta diciottenne figlia di vip Romina Carrisi. Nessuno riuscirà a convincermi che sull’Isola ci sei andata per soldi e men che meno per rilanciare la tua carriera. Cara Maria Giovanna Elmi, lo so perchè se lì. Tra qualche puntata dal cielo di Samanà scenderà una pioggia di stelline dorate. Una musica celestiale suonerà dolcemente. Una luce azzurrina colorerà le immagini televisive. Tutti gli isolati (compresi la Ventura, Giorgio Gori, Massimo Caputi, Mazzocchi, Antonella Elia, gli autori, i concorrenti e gli opinionisti di tutte le edizioni) si raduneranno sulla spiaggia. E tu apparirai indossando il tuo splendido costume da fatina. Guarderai la telecamera come quando facevi i tuoi annunci e dirai: “Signore e signori, buonasera. La Rai Radio Televisione Italiana è lieta di annunciare che l’Isola dei Famosi non è mai andata in onda e che il brutto sogno è finito”. Poi con un colpo di bacchetta magica l’Isola sparirà e su Raidue andrà in onda una replica di Piccoli Fans con Sandra Milo.


Scherzo di Amici di Maria De Filippi ad Emma Marrone: anche Striscia la notizia dà il suo peggio

di Akio, 26 aprile 2017

Caro vice presidente e amministratore delegato Mediaset Pier Silvio Berlusconi, quando un momento di televisione trash firmata Mediaset fa notizia vuol dire che la notizia c’è ed è clamorosamente al di sotto della media della bruttissima tv che trasmettete. Il programma del sabato sera di Canale 5 Amici di Maria De Filippi ha organizzato uno scherzo nei confronti della direttrice artistica, la cantante ex vincitrice di Amici Emma Marrone. Lo scherzo consisteva in una serie di palpeggiamenti, toccate e strusciate (non solo con le mani ma anche con le parti intime) fatte da un ballerino mentre Emma Marrone provava una sua esibizione cantata.
Durante lo svolgimento dello scherzo, Emma Marrone prima fa le sue rimostranze al coreografo con una frase che rappresenta tutta la pesantezza dello scherzo “diciamo che me l’ha già appoggiato 5/6 volte” (a proposito di parti intime) e poi giustamente reagisce in modo deciso ed energico spintonando il ballerino e dicendogli “Ahò, ma sei cretino? Come que pasa, mancava la lingua in bocca e poi cioè non so. Io mi sono stancata” per poi abbandonare il palcoscenico, richiamata dalla regia “Emma! E’ uno scherzo!”. Il tutto rivisto in studio tra mille risate sguaiate del cast tra cui la cantante Elisa e l’attrice Ambra Angiolini da sempre molto impegnate in difesa delle donne. Lo scherzo è stato introdotto dalla ideatrice e conduttrice del programma Maria De Filippi con queste parole:
“Si tratta di un balletto a luci rosse Emma viene chiamata in studio ma un ballerino nostro complice si rivelerà molto attratto dal suo corpo”.
Caro vice presidente e amministratore delegato Mediaset Pier Silvio Berlusconi, non ho visto il programma perché Amici di Maria De Filippi è veramente un brutto programma, sotto tutti i punti di vista, però il clamore suscitato dal “balletto a luci rosse” mi ha costretto a vederlo su wittytv.it la piattaforma mariana. Devo dire che è molto più sgradevole di tutto quello che ho letto sui social network. Quello che si vede in questo scherzo è una donna/artista che subisce un comportamento inaccettabile da parte di un uomo mentre sta lavorando. Il filmato ci dice che Emma Marrone non sapesse di essere vittima di uno scherzo. Il filmato ci dice che a fronte di una spiegazione da parte del coreografo sulla “fisicità” della coreografia, c’è la reazione della donna che non accetta quella “fisicità” e che ritiene di interrompere la sua esibizione /lavoro. Il filmato ci dice che poi in studio Emma Marrone ha riso e si è divertita a questo scherzo/balletto a luci rosse come tutto il resto del cast. Su twitter ho scritto ad Emma Marrone:
“Cara @MarroneEmma lasciare #amici16 sarebbe una giusta presa di posizione. Sulle molestie alle donne non si scherza”.
Non riesco nemmeno ad immaginare cosa possa significare per una donna subire delle molestie sessuali ma da uomo provo un profondo sdegno nel leggere che quello scherzo ha fatto scrivere questo post ad una donna che ha subito delle molestie sessuali sul serio e non per scherzo. Caro vice presidente e amministratore delegato Mediaset Pier Silvio Berlusconi, ad alimentare il mio sdegno ha contribuito la trasmissione di Medaset/Canale 5 Striscia la notizia, un tg satirico che delle sue battaglie sui temi sociali, sulle ingiustizie, sulle magagne, sul trash televisivo e tanto altro ancora, ha fatto il suo fiore all’occhiello. Striscia la notizia per bocca del consegnatore di tapiri d’oro Valerio Staffelli, anziché condannare “lo scherzo a luci rosse”, lo ha definito “uno degli scherzi più divertenti” e ha consegnato l’ambito riconoscimento a Emma Marrone che si è prestata da par suo per l’ennesima volta, dopo averlo fatto in studio, a scherzarci su:

Staffelli: ci racconta le sue emozioni in quei momenti
Emma: fortissime, le sentivo diciamo
Staffelli: sentiva le emozioni ma sentiva anche altro. Sora Maria! Ma come! Mi ha appena fatto entrare la nuova giudice e poi mi fa questi scherzetti? La sora Emma poi anzi credo che lei abbia voluto dimostrare in questo caso che con gli appoggi non si va avanti in televisione. Sono le doti che devono prevalere su tutto
Emma: con gli appoggi no
Staffelli: Io le do il tapiro perché ha fatto davvero molto ridere
Emma: Meno male almeno faccio ridere

Caro vice presidente e amministratore delegato Mediaset Pier Silvio Berlusconi, riguardo al concetto di scherzo abbinato alle molestie sessuali credo troverai molto interessante l’articolo di Giulia Siviero su ilpost.it che porta come esempio una recente sentenza in cui un uomo è stato assolto dall’ accusa di violenza sessuale perché “scherzava”. Ed è proprio “l’esempio” che dà uno “scherzo” come quello di Amici di Maria De Filippi che preoccupa. La rappresentazione di quei palpeggiamenti, a insaputa di Emma Marrone, ovvero non di scena come potrebbe essere in un prodotto di fiction, restituiscono al telespettatore un “effetto verità”. In quei momenti Emma Marrone, che non sa di essere vittima di uno scherzo, è vittima di un comportamento fisico da parte di un uomo che lei non accetta. Poi nel rivederlo legittima quel comportamento perché è uno “scherzo” e ne ride insieme a tutto il resto del cast di Amici per la maggior parte formato da donne. L’idea che mi sono fatto è che questo “scherzo a luci rosse” è uno dei momenti di tv più brutti della storia di Mediaset e mi auguro che vedendolo a nessun uomo/ragazzo possa mai venire in mente di emulare il ballerino di Amici e fare uno scherzo del genere. Perché una cosa così ad una donna non si fa nemmeno per scherzo.

Il futuro di Ilary Blasi dopo la conduzione dell’Isola dei famosi 2021: un tweet di Caro Televip

Il successo di Pio e Amedeo in prima serata, ovvero, lo stato infelicissimo della televisione italiana

Felicissima Sera con Pio e Amedeo in prima serata su Canale 5 per tre venerdì è stato un successo di ascolti: 20.1%-21.1%-22.5% di share (con una media di 4 milioni di telespettatori a puntata). Una buona (?) parte dei critici professionisti li ha esaltati. Siamo di fronte al più classico esempio di televisione agonizzante nei contenuti gestiti da conduttori-comici, che qualcuno ha l’ardire di definire “irriverenti”.

Pio e Amedeo sono l’espressione peggiore della volgarità televisiva ostentata, arrogante, ignorante. Guardarli ed ascoltarli vuol dire accondiscendere ad un modello di comunicazione che vuole imporre una ingiustificata e reiterata volgarità espressiva. La maleducazione come tema ineluttabile. Le parolacce come lessico caratterizzante. Il pensiero inqualificabile spacciato per dominante. Ma ciò che rende Pio e Amedeo quanto di peggio si possa trasmettere in tv in prima serata è che qua e là nel programma piazzano momenti di “buonismo” e di “serietà” mostrando dei filmati per giustificare la loro “scorrettezza”, dandole come “valore e significato” quello di essere uno strumento per far riflettere sulle ipocrisie ed i comportamenti di una società che loro hanno la presunzione di far finta di rapprentare. Pio e Amedeo, per giustificare il loro modo di essere in televisione, dicono: “Siamo in Italia!”. E questa è la loro battuta più infelice ed inaccettabile. Dovrebbero solo dire: “Siamo Pio e Amedeo”. I due rappresentanti simbolo dello stato di incoscienza della televisione italiana. Quanto è infelice una così tanto sguaiata felicità.

Lorella Cuccarini e la giuria di Amici 2021

Nel corso degli anni alcune tra le più celebrate conduttrici televisive, nel momento di maggiore difficoltà della loro carriera, sono state accolte da Maria De Filippi nei suoi programmi e questo ha dato loro la spinta per un rilancio di cui non sempre si è avuta la conferma. Se è vero che Mara Venier, dopo la cura di Maria, è tornata con successo alla conduzione di Domenica In, è altrettanto vero che Simona Ventura, a cui la De Filippi aveva affidato Selfie, le cose cambiano, fatica non poco a ritrovare il successo di un tempo. Dopo la fine turbolenta dell’esperienza a La vita in diretta in coabitazione con Alberto Matano, anche Lorella Cuccarini si è rifugiata in un programma di Maria De Filippi, Amici, dove fa la maestra di danza. Non so se tale partecipazione avrà un effetto positivo o negativo sul futuro della carriera della ex “più amata dagli italiani”. Quello che so è che il lavoro di Lorella Cuccarini come maestra degli allievi di Amici, sarà giudicato dalla seguente giuria scelta da Maria De Filippi per l’edizione 2021: Stefano De Martino e Stash (ex allievi del programma) e da Emanuele Filiberto di Savoia. Se un’artista con il curriculum di Lorella Cuccarini accetta una cosa del genere, non so come sarà il suo futuro ma di certo il presente non è roseo.

Maria De Filippi ospite di nonna-bis Mara Venier a Domenica In: la Rai 1 di Stefano Coletta che ti fa sentire come un telespettatore di Canale 5

Caro direttore di Rai 1 Stefano Coletta, a chi come me commenta la tv sul blog e sui social da 17 anni, non dovrebbe fare nessun effetto vedere Maria De Filippi ospite di Domenica In su Rai 1. Ho visto e commentato Maria De Filippi ospite del Festival di Sanremo di Paolo Bonolis, più volte ospite a Che tempo che fa di Fabio Fazio, co-conduttrice a titolo gratuito del Festival di Sanremo di Carlo Conti, imitata da Fiorello e in collegamento telefonico durante il Festival di Sanremo di Amedeus, in collegamento telefonico durante l’intervista a Maurizio Costanzo nella Domenica In del 2014 condotta da Mara Venier, ospite protagonista di una puntata di A raccontare comincia tu di Raffaella Carrà.

Insomma, che Maria De Filippi, tra i simboli principali di Mediaset, non dispiaccia alla Rai di ieri e di oggi è una realtà; e non da oggi.

Continua a leggere

Paolo Bonolis e il mal di pancia per le repliche di Avanti un altro e Ciao Darwin 7

Per quanto possa non piacere a Paolo Bonolis, che vede inflazionata la sua presenza in tv, Mediaset fa benissimo a massimizzare il suo investimento su di lui trasmettendo ad oltranza Avanti un altro e Ciao Darwin 7 in replica a causa del blocco produttivo dovuto all’emergenza COVID-19. Entrambi i programmi hanno retto bene nella sfida degli ascolti, anzi, Ciao Darwin ha più volte battuto le repliche proposte da Rai 1 nel prime time del sabato.
Paolo Bonolis invece dovrebbe lamentarsi con maggiore frequenza del fatto che Mediaset non investe in nuove idee televisive e in nuovi programmi che lo vedano protagonista. Se accetti di riempire il tuo contratto in esclusiva con la conduzione di programmi vecchi (di cui sei anche ideatore e autore), accetti a maggior ragione che l’editore di una tv commerciale li sfutti fino ad esaurimento dell’investimento. E comunque lo stesso Bonolis dovrebbe sapere che programmi come Avanti un altro e Ciao Darwin più che inflazionarne l’immagine, ne rafforzano la indispensabilità per Mediaset (insieme a Maria De Filippi e Gerry Scotti). E visto che un contratto come quello che gli ha fatto (e probabilmente gli farà) Mediaset, in Rai oggi come oggi può solo sognarlo, sarebbe il caso che si tenesse i suoi mal di pancia su questo ciclo di repliche il cui valore per l’editore potrà capitalizzare anche lui al momento della trattativa per il prossimo contratto. Come ben sa Paolo Bonolis, il pianto frutta.

Mediaset potrebbe chiudere Tiki Taka con Pierluigi Pardo: punterà tutto su Giorgia Rossi nonostante gli ascolti flop?

Ho letto su leggo.it (articolo di Marco Castoro del 27/5/2020): “Tiki Taka, c’è aria di chiusura: Mediaset costretta ai tagli dopo il calo della pubblicità. Il programma condotto da Pierluigi Pardo potrebbe chiudere definitivamente i battenti e non riprendere né con il ritorno del calcio giocato, né la prossima stagione ”.

L’articolo dice che il calo di entrate pubblicitarie avuto da Mediaset “metterebbe in ginocchio pure un colosso” e quindi il primo motivo di questa scelta sarebbe quello di una spesa insostenibile per una intera stagione tv. Tiki Taka era il titolo principale di Sport Mediaset. Pierluigi Pardo lo ha fatto crescere e negli anni scorsi ha dato del filo da torcere negli ascolti alla Domenica Sportiva di Rai 2. Pardo ha dato al programma un piglio dinamico, scanzonato a tratti divertente e quando ad inizio della stagione 2019/2020 ha avuto la intuizione di accoppiare Bobo Vieri e Antonio Cassano come opinionisti, ha raggiunto il livello massimo di personalità del format, unendo l’esperienza sul campo e la competenza tecnica ad un piacevole effetto divertissement dato dal carattere della coppia di ex calciatori. Ogni volta che ho seguito il programma, la coppia Vieri-Cassano, sapientemente gestita da Pierluigi Pardo, valeva il prezzo di sintonizzarsi su una rete Mediaset. Solo quando erano presenti in studio i giornalisti Sandro Sabatini e Giorgia Rossi, cambiavo canale perché in quel caso il prezzo da pagare nel seguire il programma, per la mia considerazione del giornalismo sportivo, era insostenibile. Per Tiki Taka sarebbe “allo studio una nuova formula editoriale per la prossima stagione. Con Pierluigi Pardo si valuteranno nuove collaborazioni giornalistiche nell’ambito dell’informazione sportiva Mediaset” (da leggo del 30/5/2020). L’idea che mi sono fatto è che lo spazio di Tiki Taka sarà riempito con la presenza massiccia di Giorgia Rossi al centro di uno studio a gestire due opinionisti interrompendoli per parlare a macchinetta facendo vedere quanto ne sa di calcio. Se così sarà, continuerà a perseguitarmi la domanda che mi faccio da anni: chi continua a mandare in onda Giorgia Rossi nonostante le sue conduzioni non facciano mai ascolti entusiasmanti?

Tre leader del movimento delle Sardine ospiti di Amici di Maria De Filippi: i tweet di Caro Televip

++Le sardine apriranno il serale di #amicidimariadefilippi come una scatoletta di tonno++.

La sardina Santori dice di guardare la partecipazione del “movimento” ad #Amici19
prima di giudicarla. Avrebbe ragione se nella mia testa già non sentissi gli applausi e le urla del pubblico (rinforzate dalla regia) che li acclama come hanno fatto con Renzi.

Dopo la foto con Benetton, l’ingresso trionfale nello studio del talent show #Amici19 perché dice la sardina “è lì che ci sono i giovani”. Ok, anche questo movimento punta al mainstream. Avanti un altro!