Matteo Mammì può stare sereno: dice Ilaria D’Amico che a Sky ci sono tante giornaliste capaci e con un talento naturale che possono essere le sue eredi 

Caro Sport Rights, Programming and Production Senior Director di Sky Italia Matteo Mammì, il tuo lavoro paga e devi esserne più che orgoglioso. Ilaria D’Amico ha rilasciato una intervista che deve renderti orgoglioso in qualità di Sport Rights, Programming and Production Senior Director di Sky Italia.

In occasione della presentazione della serie tv Disney sul calcio O11CE – Undici Campioni, di cui è madrina, Ilaria D’Amico ha fatto dichiarazioni molto importanti sulla professionalità delle tante giornaliste Sky che un giorno potrebbero essere sue eredi.

Continua a leggere

Tv Talk di Rai 3: la stagione 2016/17 in 4 tweet di Caro Televip  

#tvtalk tempio dell’autoreferenzialità televisiva, torre d’avorio sbriciolatasi per mancanza di autocritica e voglia di rinnovarsi

#tvtalk spiega la tv come Barbara D’Urso spiega la dieta Lemme #bruttatv

#tvtalk è #bruttatv che si sente tv strafiga #poveraRai #canoneRai

#tvtalk @RaiCultura ha tolto il suo marchio alla trasmissione: una azione vale mille parole #bruttatv

Il Paolo Bonolis di Music su Canale 5? I difetti con l’avanzare dell’età possono solo peggiorare

Caro Paolo Bonolis, ci sono conduttori tv il cui stile di conduzione risente più di altri del trascorrere degli anni. Tu e Simona Ventura ne siete l’esempio più evidente tra i conduttori top.

Mercoledì ti sei ripresentato in prima serata su Canale 5 con Music, un programma in cui personaggi dello spettacolo, cantanti, musicisti e attori, raccontano al pubblico qual è la loro canzone preferita di altri artisti. Non ho ben capito se è la canzone della loro vita, la canzone del cuore o la canzone che in questo momento sentono più vicina. Quello che so è che prima di ascoltare quelle canzoni mi sono dovuto sorbire il protagonismo assoluto del conduttore. Qui non si tratta di trattenere la personalità ormai ben nota del conduttore Bonolis ma si tratta di trattenere l’impulso distruttivo verso l’apparecchio tv da parte del telespettatore che vorrebbe vedere gli ospiti trattati in modo più utile alla trasmissione e che giustifichi la loro presenza non solo come figurina dell’album degli ospiti di cui il conduttore potrà vantarsi con parenti, amici e dirigenti tv che lo vorranno ingaggiare in futuro. Caro Paolo Bonolis, ti capisco anch’io invecchiando mi sto rendendo conto che è impossibile ormai migliorare i miei difetti. Per fortuna di milioni di telespettatori, io non faccio tv.

***

La prima puntata di Music di Canale 5: il live tweeting di Caro Televip

Continua a leggere

Metti una domenica sera a cena con i peli sui faccioni del vecchio Faccia a Faccia di Giovanni Minoli su La7

Caro Giovanni Minoli, quanto sia vecchio il tuo nuovo Faccia a Faccia su La7 l’ho scritto nel live tweeting della prima puntata.

Nel frattempo le cose non sono migliorate e anche gli ascolti dicono che il programma non è indispensabile.

Continua a leggere

La distanza ormai incolmabile tra Caro Televip e Tv Talk di Rai 3, in un tweet

XFactor 10, Fedez, Chiara Ferragni: un esempio di crossmedialità espansa

La coppia dell’anno, il rapper Fedez e la fashion blogger Chiara Ferragni, in posa sull’account Twitter di lui poco prima della messa in onda del live di XFactor 10 dove è giudice/coach. E lei che sul suo account Twitter precisa “non l’ho vestito io”.
La crossmedialità espansa tra tv, social, fashion e gossip. Oltre il marketing.

 

Ieri Totti show al Grande Fratello Vip. Correva l’anno 2007 quando il Corriere Magazine citava Caro Televip sul futuro da Sandra e Raimondo di Ilary e Totti

Continua a leggere

La love story tra Rai e Sky continua: il capitolo Uno Mattina dentro Edicola Fiore e viceversa, in 5 tweet con vista

Continua a leggere

Grande Fratello Vip: l’autodifesa dell’opinionista Alfonso Signorini, in un tweet di Caro Televip

 

Grande Fratello Vip: al peggio bisogna mettere fine

il postino (o piccolo post)

Che fosse una bruttissima idea trasmettere il Grande Fratello Vip l’ho scritto prima di averne le inevitabili bruttissime conferme. Il programma langue in un mare di noia ed ha perso 4 punti di share tra la prima e la seconda puntata. Si è fatto notare solo perché Clemente Russo ha definito friariello il concorrente Bosco e perché lo stesso Russo insieme a Stefano Bettarini si sono guadagnati la querela da parte di Simona Ventura. I dettagli del dialogo incriminato (riportati da davidemaggio.it) qualificano non solo i protagonisti ma anche il programma. Il vice presidente e amministratore delegato Mediaset Pier Silvio Berlusconi, quando si renderà conto che nessuna logica commerciale giustifica spettacoli televisivi di questo genere? Temo che questa domanda non avrà mai una risposta.