La Elisabetta Canalis di Zelig 1 non è all’altezza nemmeno della Elisabetta Gregoraci di Made in Sud

Cara Elisabetta Canalis, lasciare Los Angeles per tornare in Italia a co-condurre Zelig 1 non è stata un’idea brillante. Vivere negli States e twittare le tue giornate hollywoodiane dà alla tua carriera un alone di mistero che la rende appetibile a giornaletti gossippari e a Studio Aperto. Un mistero che svanisce non appena sali sul palcoscenico di Zelig 1 (il lunedì in prima serata su Italia 1). I titoli di testa ti definiscono “special guest”.

Continua a leggere

Il Mistero di Italia 1 scintilla con Lucilla Agosti

Cara Lucilla Agosti, da ieri sera fai parte dell’esercito di conduttori di Mistero, seduti su un palcoscenico che ricorda il Maurizio Costanzo Show e dai cui lanciate i servizi “misteriosi” (il mercoledì, in prima serata su Italia 1) . A darti il benvenuto su quel palcoscenico ha provveduto Andrea G. Pinketts con un baciamano telecomandato: “alzati in piedi”. La puntata è iniziata con un preambolo sulla fine del mondo che non c’è stata. Jane Alexander ha detto “come abbiamo visto la fine del mondo non c’è stata”; Daniele Bossari ha detto che la profezia dei Maya si riferiva all’inizio di una nuova e prosperosa era per l’umanità; tu hai detto che la sua è una visione poetica, che ti piacerebbe fosse così, ma che hai dei dubbi.

Continua a leggere

Raffaella Fico ha ben riposto la sua fiducia in Silvia Toffanin e si guadagna anche i titoli di Studio Aperto

Cara giornalista Silvia Toffanin, non posso liquidare con un semplice tweet ed un telescatto quello che è avvenuto sabato scorso nel tuo studio di Verissimo (Canale 5). Alle ore 15 in punto, Raffaella Fico col suo pancione ha fatto l’ingresso in studio appena tornata dalla esibizione sulle passerelle della moda di Milano per regalarti e regalarci l’ennesima perla alla collezione delle tue grandi interviste. Raffaella Fico ha scelto te per rilasciare la sua prima e ultima (dice) intervista dopo il comunicato stampa con cui il calciatore Mario Balotelli ha informato il mondo che ha intenzione di provare a riavvicinarsi a lei e ricominciare un rapporto, indipendentemente dal fatto che debba esserci un esame del dna per confermare la sua paternità del bebè. Raffella Fico ha detto che ha scelto te perché sa come tratti le tue ospiti e perché sei una mamma. Tu l’hai ringraziata per la fiducia e ti sei messa subito al lavoro per dimostrarle che era una fiducia ben riposta.

Continua a leggere

E a Glee venne il giorno della vittoria

Cara Maria De Filippi, ieri ho pensato a te e agli Amici di Maria De Filippi durante la puntata di Glee (su Italia1) intitolata “Le Nazionali”, in cui, “finalmente”, gli allievi del professor Schuester hanno vinto il trofeo. La gara-musicarella a colpi di cover in playback è stata improntata tutta sul sentimental-lacrimevole prima dell’apoteosi finale in cui gli studenti della William McKinley High School, finora considerati dei perdenti dai loro colleghi della scuola, sono stati ricevuti con gli onori che si riservano ai reduci di una impresa epica. Una puntata in cui il serial si fa film alla Rocky; la vittoria arriva al termine di una lunga, sofferente e incerta lotta contro avversari temibili, fortissimi, apparentemente imbattibili. Continua a leggere

‘Sto classico e Quello che (non) ho, per me pari sono

Caro direttore di Italia 1 Luca Tiraboschi, come controreazione alla delusione che mi ha provocato la tv di qualità di Fazio e Saviano, ieri sera ho abbassato il livello delle mie pretese televisive e mi sono accontentato del livello di ‘Sto Classico, la serie di parodie letterarie che hai deciso di regalare al pubblico di Italia 1. Ieri avete messo in burla l’Odissea. E’ inutile dire che il primo pensiero è corso subito a Biblioteca di Studio Uno, storica trasmissione della Rai in bianco e nero con il Quartetto Cetra e i principali attori e personaggi della tv di allora. Il secondo pensiero è andato ai Promessi Sposi rivisitati dal Trio Solenghi-Marchesini-Lopez. Poi però, con il trascorrere dei minuti, il pensiero è andato alla Premiata Ditta e alle parodie di Buona Domenica. Continua a leggere

Mediaset Extra, la rete dove la replica d’annata giustifica una vita televisiva

Caro Enrico Papi, Mediaset sta riducendo i compensi delle grandi star e quindi a te la cosa non preoccupa. A preoccuparti sarà invece il fatto che per colpa della crisi investirà sui nuovi programmi con il contagocce. Anzi, avendo in archivio migliaia di ore di programmi che hanno visto solo i pochi spettatori di Italia 1, li riciclerà sempre di più per riempire i palinsesti delle tante reti che ha attivato sul digitale terrestre. Mediaset Extra sta trasmettendo le repliche di Sarabanda del 2002. Non si tratta di un omaggio alla trasmissione ma di un vero e proprio riempitivo di palinsesto indispensabile per poterci mettere un po’ di pubblicità a prezzo stracciato. Continua a leggere

Ancora un motomondiale senza l’allegria di Valentino Rossi

Caro Guido Meda, la sera di Pasqua ho seguito su Italia 1 la prima gara del motomondiale ed è stato subito chiaro che anche quest’anno Valentino Rossi in sella Ducati non lotterà per le prime posizioni. Vederlo raramente inquadrato mentre viene sorpassato da Barbera non è il massimo del divertimento. Ho comunque aspettato il finale di gara dove i tre contendenti Lorenzo, Pedrosa e Stoner hanno dato qualche emozione ma niente a che vedere con quelle che dava Valentino Rossi e che ti facevano urlare come un dannato frasi il cui senso comprendevi solo tu dopo svariati riascolti. Continua a leggere

Piero Chiambretti a Kate Winslet: “Lei che idea si è fatta di Schettino?”

Caro Piero Chiambretti, sei riuscito a rovinare anche l’unico momento che ti stava venendo bene di questa edizione del Chiambretti Sunday Show. Nell’ultima puntata andata in onda mercoledì scorso (infatti l’hai chiamata Chiambretti Wednesday Show) hai ospitato il premio Oscar Kate Winslet. L’attrice britannica è stata così brillante e simpatica da riuscire a rendere gradevole il tuo mix di domande prese un po’ dalla sua biografia, un po’ da internet e un po’ dalle fonti gossip. L’intervista procedeva molto bene e tu mostravi una comprensibile soddisfazione per la semplicità, la naturalezza e la schiettezza con cui la diva da Oscar mostrava di essere una star della porta accanto. Ma tu hai voluto rompere questo incantesimo, con una inspiegabile leggerezza. Continua a leggere