Caterina Balivo a di Martedì per parlare di bail-in; adesso però voglio Giovanni Floris a Detto fatto per parlare di make-up

Caro Giovanni Floris, nel 2014 hai mandato Emanuela Giovannini ad intervistare Maria De Filippi per farle spiegare al pubblico del tuo di Martedì su La7perché Matteo Renzi ha successo in tv. Se in quel caso ho potuto riconoscere a Maria De Filippi una certa competenza sull’argomento Matteo Renzi in tv, visto che è lei che ha inventato la figura del tronista, martedì ho faticato non poco a capire perché chiedere a Caterina Balivo una opinione sul bail-in, ovvero la direttiva europea in vigore dal 1 gennaio 2016 secondo la quale d’ora in poi il correntista bancario, in caso di difficoltà finanziarie della sua banca, può diventare compartecipe delle perdite.

Sarebbe troppo facile correre dietro a chi su twitter ha motivato la sua presenza a diMartedì per parlare di crisi bancarie, grazie all’ esperienza indotta dall’ essere moglie di Guido Maria Brera, che Michele Masneri de Il Foglio ha definito “lupacchiotto di Wall Street” in questo dettagliato profilo. No, il motivo per cui hai invitato Caterina Balivo nel tuo talk show di prima serata su politica ed economia, è un altro.

Continua a leggere

Detto Fatto di Rai 2: qualche numero ad uso del neo direttore generale Rai Antonio Campo Dall’Orto

Caro direttore generale della Rai Antonio Campo Dall’Orto, tra le trasmissioni che da abbonato non vorrei vedere su Rai 2 c’è Detto Fatto. L’ho scritto, da blogger, fin dalle prime puntate della prima edizione e, da abbonato Rai, continuo a pensare che non sia un programma da seconda rete del servizio pubblico.

Detto fatto ha superato le 400 puntate e continua a fare il 6% di share come nel 2014. Ecco i dati di questo avvio di stagione tratti da davidemaggio.it:

Continua a leggere

Quelli che il calcio con Nicola Savino e la Gialappa’s Band: il tafazzismo firmato Rai 2

Caro direttore di Rai 2 Angelo Teodoli, un vecchio adagio recita “troppi galli a cantare non si fa mai giorno” e la notte in cui è immerso da anni il programma Quelli che il calcio è sempre più buia e senza via d’uscita.

Quest’anno credevi di poter accendere la luce sul programma con l’ingaggio della Gialappa’s Band il trio di voci fuori campo che hai ritirato fuori dal museo delle cere degli ex televip che hanno avuto successo in un determinato periodo (gli anni ’90) e poi sono finiti nel dimenticatoio perché il loro modo di fare tv è invecchiato di colpo sotto i colpi dei social network.

Continua a leggere

Le 400 puntate di Detto fatto di Rai 2, grazie ad un santo in paradiso al settimo piano di viale Mazzini chiamato Angelo Teodoli

Cara Caterina Balivo, a Detto fatto avete festeggiato le 400 puntate e ben due stagioni di messa in onda; un vero e proprio smacco per me che avrei chiuso il programma dopo la prima settimana e anche due mesi dopo.

Tu, chi lavora con te e il pubblico a cui il programma piace, dovete dire grazie al vostro santo protettore che siede nel paradiso Rai al settimo piano di viale Mazzini: il direttore di Rai 2 Angelo Teodoli.

Continua a leggere

Rai 2: una rete che aveva proposto la conduzione di The Voice of Italy a Victoria Cabello dopo averlo fatto condurre a Fabio Troiano

Caro direttore di Rai 2 Angelo Teodoli, che Victoria Cabello non fosse adatta a Quelli che il calcio era evidente fin dalla prima edizione ma tu hai avuto bisogno di farle condurre anche la seconda prima di sostituirla, male, con Nicola Savino.

Dopo un anno di stop televisivo, Victoria Cabello ha trovato posto come giudice di XFactor e, intervistata oggi da Chiara Maffioletti del Corriere della Sera, non nasconde la sua delusione per come è finito il rapporto con Rai 2:

Continua a leggere

Caterina Balivo e la marchesa di Pechino Express: i loro libri tutorial in una vetrina da brividi culturali

Cara Caterina Balivo, per te deve essere motivo di orgoglio vedere che un programma come Detto fatto ha prodotto anche una serie di libri tutorial: Detto fatto – Il look giorno per giorno, Detto fatto – La casa stanza per stanza, Detto fatto – La cucina ricetta per ricetta (Rizzoli – Rai Eri editore).

Dunque il progetto non solo va avanti ma si sviluppa nonostante per voi sia un trionfo quando fate l’8% di share, mentre in media vivacchiate ben al di sotto la soglia di sopravvivenza per un qualsiasi altro programma che andasse in onda a quell’ora su Rai 2.

Continua a leggere