Manca un talent show sulla lingua italiana di Mariano Sabatini su Tiscali Notizie

Ringrazio Mariano Sabatini per la citazione in questo articolo, Akio.

 

60 anni di storia Rai: quando Rai 1 trasmetteva Parola mia di Luciano Rispoli nella fascia oraria in cui oggi trasmette L’Eredità di Carlo Conti

Caro Bruno Vespa, non seguo le puntate di Porta a Porta in cui celebri i 60 anni della Rai perché l’unica volta che mi sono sforzato di farlo stavi celebrando l’esordio come conduttore Rai di Carlo Conti a Discoring. Carlo Conti con i capelli lunghi e gli occhialoni anni ’80 è una di quelle immagini che ti fanno cambiare immediatamente canale e ti allontanano per sempre da una trasmissione perché pensi che potrebbe capitare persino di vedere immagini ancora più impressionanti. E, anche se in questo momento è il conduttore di punta di Rai1, mi è parso spropositato lo spazio che gli hai dedicato, però lo hai fatto in coerenza con la considerazione che ha la Rai della propria storia.

Continua a leggere

60 anni di storia Rai: Techetechetè di Rai 1 liquida con un fotogramma muto un personaggio come Luciano Rispoli

Cari presidente e direttore generale della Rai Anna Maria Tarantola e Luigi Gubitosi, ieri Rai 1 ha celebrato, in prima serata, i 60 anni della Rai con uno speciale della trasmissione di memorie televisive Techetechetè intitolato “60 anni di TV. Il compleanno della Rai”. La didascalia di Rai Replay integra il titolo “60 anni di televisione italiana dalla A alla Z: la più divertente, comica, emozionante, affollata, enciclopedica delle rievocazioni”. Non ho visto la trasmissione ma, da quanto leggo sul profilo Facebook del critico televisivo Mariano Sabatini, Techetechetè ha raggiunto le più alte vette della comicità dedicando ad un personaggio come Luciano Rispoli solo un fotogramma muto in ben 135 minuti di Storia dei 60 anni della Rai.

Continua a leggere

Caro Televip aderisce alla proposta “Vogliamo Luciano Rispoli cavaliere o commendatore” lanciata da Mariano Sabatini

La mia motivazione:

perché è stato un importante dirigente, autore e conduttore della tv pubblica italiana e con il suo lavoro ha diffuso la cultura e l’amore per la lingua italiana essendo anche un esempio di tv garbata e utile (Akio).

Seguire un programma con Roberta Capua e ritrovare le atmosfere della scuola televisiva di Luciano Rispoli

Cara Roberta Capua, ieri sei stata la protagonista della puntata del programma di viaggi Follow Me in onda su Arturo Tv (il martedì dalle 21 alle 22 sul canale 221 digitale terrestre ma anche su Marcopolo Sky 414 la domenica alle ore 21.05). Un programma molto semplice ma gradevole; almeno a vedere la puntata che ti ha visto portarci alla scoperta di Vienna. Follow Me chiede ai personaggi conosciuti di fare da guida turistica nella loro città del cuore. Tu hai scelto Vienna. Ci sono molte città che ami ma sei voluta tornare a Vienna che avevi visitato una ventina d’anni fa, quando eri una giovane modella che faceva la gavetta. Gli impegni lavorativi non ti consentirono di viverla come meritava e così, quando gli autori Alessia Moccia e Andrea Angioli, ti hanno chiesto di partecipare a Follow Me l’hai scelta. La telecamera di Follow Me segue il personaggio nelle sue visite da turista. Ad accompagnarlo un amico che conosce la città, nel tuo caso, l’hair stylist Roberto Carminati che cura il tuo look dai tempi del programma Tappeto Volante.

Continua a leggere

Luciano Rispoli, un po’ Hemingway e un po’ Bukowski, in una bella intervista di Vanity Fair

Caro Luciano Rispoli, tra un vertice salvaEuro, la semifinale Italia-Germania degli Europei di calcio, l’anticiclone africano Caronte e Berlusconi che si candida a ministro in un possibile Governo Alfano, non farà certo scalpore una intervista bellissima dal titolo inaspettato che hai rilasciato a Silvia Nucini di Vanity Fair: ”La vecchiaia mi fa schifo”. E’ una intervista in cui parli con schiettezza del tuo rapporto con la vecchiaia e la morte. Un Rispoli che accoglie la giornalista nel suo giardino e le fa subito capire che non sarà il Rispoli che forse si aspetta: “Non si lasci ingannare: questa camicia fuori dai pantaloni e queste scarpe da ginnastica sono un trucco che non può nascondere l’evidenza dei miei 80 anni”. Continua a leggere