60 anni di storia Rai: quando Rai 1 trasmetteva Parola mia di Luciano Rispoli nella fascia oraria in cui oggi trasmette L’Eredità di Carlo Conti

Caro Bruno Vespa, non seguo le puntate di Porta a Porta in cui celebri i 60 anni della Rai perché l’unica volta che mi sono sforzato di farlo stavi celebrando l’esordio come conduttore Rai di Carlo Conti a Discoring. Carlo Conti con i capelli lunghi e gli occhialoni anni ’80 è una di quelle immagini che ti fanno cambiare immediatamente canale e ti allontanano per sempre da una trasmissione perché pensi che potrebbe capitare persino di vedere immagini ancora più impressionanti. E, anche se in questo momento è il conduttore di punta di Rai1, mi è parso spropositato lo spazio che gli hai dedicato, però lo hai fatto in coerenza con la considerazione che ha la Rai della propria storia.

Ho visitato la mostra “1924-2014. La Rai racconta l’Italia” (fino al 30 marzo 2014 presso il Complesso del Vittoriano di Roma e dal 29 aprile al 15 giugno 2014 presso la Triennale di Milano), in cui tu sei uno dei ciceroni-ologrammi che fanno da narratori. Della mostra mi ha lasciato perplesso l’eccessivo spazio dedicato a Tale e Quale Show di Carlo Conti ed in particolare all’esibizione di Gabriele Cirilli che canta Gangnam Style nelle vesti di Psy. Scelta che ho trovato decisamente superficiale e superflua in quel contesto storico. Ma tanto la Rai ci mette poco a lavarsi la coscienza, le basta mandare in onda su Rai 1 la fiction sul maestro Alberto Manzi e sente di aver reso giustizia ai tantissimi personaggi di grande spessore che hanno fatto la storia della televisione italiana. Così come a te sono bastati pochi secondi sui titoli di coda per ricordare la tv firmata da Luciano Rispoli. Caro Bruno Vespa, in un articolo pubblicato su maridacaterini.it, il giornalista e scrittore Mariano Sabatini ha fatto una eccellente sintesi (ma ben dettagliata) della prestigiosa carriera televisiva di Luciano Rispoli e ti ha concesso l’onore della citazione nella chiusura del pezzo:

“Ecco in estrema sintesi la ricca carriera di un padre fondatore del mezzo televisivo a cui, colpevolmente, Techetechté e Porta a porta nel tentativo raffazzonato di ragguagliare i telespettatori sui sessant’anni della tv hanno dedicato un frame muto e un rapidissimo quanto insignificante saluto da parte di Bruno Vespa sui titoli di coda della sua trasmissione. Ingiusto, oltre che scorretto” (Mariano Sabatini, da maridacaterini.it del 1/3/14).

Spero che al posto dei riconoscimenti tuo e di Techetecheté arrivi presto per Luciano Rispoli il riconoscimento del Presidente della Repubblica. Caro Bruno Vespa, il pezzo di Mariano Sabatini ci ricorda anche che c’è stato un tempo in cui Luciano Rispoli, per la Rai, era importante quanto lo è Carlo Conti oggi:

“il presentatore e giornalista calabrese continua ad inventare format di grande successo, fino al 1985, anno in cui appare sugli schermi di Rai1 il celeberrimo Parola mia, intelligente quiz sulla lingua italiana tra divulgazione e intrattenimento che aveva come giudice-arbitro il professore universitario Gian Luigi Beccaria e che metteva in palio solo enciclopedie, raccolte di classici e vocabolari. Grosso modo nella collocazione di palinsesto che ora è dell’Eredità, tre edizioni di grande seguito in cui, tra l’altro, apprezzati attori di teatro leggono pagine immortali della nostra letteratura e i giovani concorrenti scrivono un testo di tipo saggistico” (Mariano Sabatini, da maridacaterini.it del 1/3/14).

Ecco, non dico che Parola mia di Luciano Rispoli oggi reggerebbe nella collocazione de L’Eredità ma di certo starebbe benissimo al posto di Uno Mattina Magazine condotto da Lorella Landi. Sarebbe un modo facile-facile per ritrovare un po’ di dna-Rai su Rai1 e togliere dal palinsesto un inconsistente riempitivo.

Annunci

lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.