La Effe: è dura e lunghissima la strada della tv di qualità

Caro direttore di LaEffe Riccardo Chiattelli, il tuo ufficio stampa mi scrive che La Effe,

“Forte di un 2015 iniziato con ascolti in costante crescita su tutte le sue piattaforme – unico canale in trend positivo del digitale terrestre (+60% negli ultimi 2 mesi) sul target individui 07.00-26.00 (a Gennaio AMR 30.000/Share 0,22/Reach quotidiana media di oltre 1.650.000) con una media di Prime Time settimanale dello 0,3% share, una fruizione mobile via APP che si attesta a 52.000 utenti attivi/mese a Dicembre 14 e una community social con oltre 205.000 fan Facebook e 34.000 follower su Twitter”,

ha rafforzato il suo palinsesto per l’offensiva di primavera 2015 (al termine del post riporto il comunicato stampa con l’elenco dei programmi previsti).

Continua a leggere

Annunci

Fischia il vento live: per la formula talk show in diretta su La Effe, ci vuole ben altro che lo studiolo di Repubblica Tv

Caro direttore di LaEffe Riccardo Chiattelli, ieri sera ho apprezzato il tentativo di diretta del programma Fischia il vento condotto da Gad Lerner.

Avete iniziato la seconda stagione con la formula tradizionale, on the road,  con una bella puntata sulla Grecia ma ieri, alla vigilia dell’inizio delle votazioni per l’elezione del presidente della Repubblica, siete andati in onda in diretta con la formula del talk show.

Continua a leggere

La Effe e l’estate in prima visione, segno di attenzione e rispetto per i telespettatori

Caro direttore di LaEffe Riccardo Chiattelli, trasmettere delle prime visioni tv interessanti in estate è sempre un segno di rispetto nei confronti del pubblico televisivo.


Anche questa estate nei hai offerte molte al pubblico di La Effe (canale 50 del digitale terrestre): dal cinema d’autore alla qualificata programmazione di documentari.

Continua a leggere

Dopo Borgen, The Spiral: ovvero, come perdere il gusto delle serate del martedì su La Effe e ritrovarsi a vedere Ballarò su Rai 3

Caro direttore di LaEffe Riccardo Chiattelli, uno degli obiettivi più difficili da raggiungere per una nuova e piccola emittente del digitale terrestre è quello di diventare un’abitudine per i telespettatori. Sono un fan della prima ora di trasmissione di La Effe e durante la giornata passo spesso sul canale 50. Trovo molto utile la possibilità di seguire in orari diversi i programmi che ho perso in prima visione. Però non ho “una serata La Effe”. O meglio, ce l’ho, ma senza continuità. Ho avuto la serata La Effe nei martedì in cui hai trasmesso la serie Borgen e con fiducia sono venuto a vedere The Spiral, la serie che l’ha sostituita, sperando di ritrovare “la mia serata La Effe del martedì”. Niente da fare, dopo un paio di blocchi pubblicitari mi sono ritrovato a vedere Ballarò.

Continua a leggere

Al via su La Effe il ciclo Giallo Svezia con la serie Omicidi tra i fiordi tratta dai gialli di Camilla Läckberg. E poi tornerà il Wallander della BBC.

Caro direttore di LaEffe Riccardo Chiattelli, dopo il promettente avvio estivo avete cominciato bene l’autunno e sono lieto di registrare anche la conferma invernale. La Effe Tv mi piace. Anche durante le festività natalizie ho premuto spessissimo il tasto 50 del mio telecomando. Il 7 gennaio poi avete iniziato a trasmettere la terza stagione di Borgen che tanto aspettavo e che non sta deludendo le mie aspettative.

Continua a leggere

La Effe, dopo il promettente esordio estivo, comincia bene anche l’autunno

Caro direttore di La Effe Riccardo Chiattelli, sono lieto di confermare ad inizio autunno la buona impressione che La Effe mi aveva fatto ad inizio estate [primo post] [secondo post]. Il vostro palinsesto è costruito seguendo la linea editoriale che nel corso degli anni Feltrinelli ha consolidato producendo in proprio e acquistando i diritti di opere audiovisive di ottimo livello. Gran parte della vostra programmazione è composta da film, documentari e serie, già uscite in dvd sotto la vostra etichetta ma finora destinate al pubblico delle librerie e delle tv a pagamento.

Continua a leggere

Estate tv 2013: la novità più interessante è laeffe

Caro direttore di laeffe Riccardo Chiattelli, ieri sera ho seguito il consiglio dello slogan con cui avete lanciato la rete ed ho contato fino a 50 prima di dire che in tv non c’era niente da vedere. A dire il vero sono arrivato sul canale 50 del digitale terrestre dopo aver tentato di vedere l’ultima puntata di Piazzapulita su La7 ma al termine del bel reportage di Francesca Nava da Istanbul non ce l’ho proprio fatta a seguire il dibattito con Veltroni, Mentana, Buttafuoco, Landini e Toscani. Su Rai 3 c’era la prima puntata della seconda edizione de Il Viaggio di Pippo Baudo ma, avendo parlato bene della prima edizione, non ho voluto rischiare una possibile delusione (anche se su twitter ne stavano parlando molto bene).

Continua a leggere