Le impronte che sta lasciando Flavio Insinna alla conduzione dell’ Eredità

A fine ottobre la conduzione di Flavio Insinna dell’Eredità può essere considerata a regime. Non è più tempo di fare confronti con nessuno dei conduttori che lo hanno preceduto ma è il momento di parlare delle impronte che ha dato al programma. L’impronta romanesca: poco originale e molto fastidiosa. L’impronta spiritosa: poco divertente e molto già vista e ascoltata. L’impronta ossequiosa verso i concorrenti: poco attuale e molto rétro. L’impronta simpatica verso i concorrenti: poco coinvolgente e molto ripetitiva. L’impronta consolatoria verso i concorrenti: poco utile e molto prevedibile. L’impronta da bravo presentatore: poco convincente e molto teatrale. Caro Flavio Insinna, non lasciare più impronte nello studio dell’Eredità.

Annunci

Il supplente di Rai 2: quello che ho imparato sulla social tv facendo decine di tweet positivi ed uno “negativo”

Caro fondatore e presidente della casa di produzione cinematografica e televisiva Palomar Carlo Degli Esposti, i social media sono importanti per il tuo lavoro e infatti sei molto attivo in questo campo. Io ti conosco come @carlopalomar su Twitter perché mi segui, metti mi piace e retwitti i miei tweet positivi su alcune vostre produzioni: Il commissario Montalbano su tutte.

Sia chiaro, non ne ho l’esclusiva visto che probabilmente sei il più grande ritwittatore della storia di Twitter.

Continua a leggere

Dieci cose di Rai 1: la brutta idea di fare la superclassifica show delle cose più importanti della vita

Caro direttore di Rai 1 Andrea Fabiano, ci sono dei programmi televisivi che secondo me si devono criticare ancora prima di vederli in onda perché l’idea che ne è alla base non sta né in cielo né in terra.

Ed io l’ho fatto scrivendoti su Twitter:

Continua a leggere

La pista di Rai 1 nei tweet di Caro Televip

#Insinna dice #lapista è uno show di passioni non è un talent infatti fanno le presentazioni identiche ai talent show

#Insinna dice #lapista è uno show di passioni non è un talent infatti fanno il backstage delle prove come i talent show

ha ragione #Insinna #lapista è uno show non un talent infatti c’è la sala delle stelle come Ballando con le stelle

#Insinna dice #lapista è uno show di passioni non è un talent infatti hanno i coach come i talent show anzi peggio col computer come #Amici

ha ragione #Insinna #lapista è uno show non un talent infatti i #virality hanno fatto un balletto come quelli di Fantastico 1 #Rai1

chiedo scusa ha ragione #Pavone i #virality hanno fatto un balletto come quelli di Studio 1 non come quelli di Fantastico1 #Rai1 #lapista

a #lapista i #virality gli #adrenalina ma i nomi ai gruppi glieli ha dati Michele Guardì? #Rai1

#lapista è la più grande e sfacciata dichiarazione d’amore di #Rai1 a Maria #DeFilippi Maria! sta #Rai aspietta a te!

per anni ci siamo lamentati della scomparsa dei balletti dai varietà: grazie a #lapista non lo faremo più.

#lapista svolta verso l’ultra moderno Vogue di Madonna #Rai1 già trasmetteva a colori Paola stonatissima balletto stile Enzo Paolo Turchi

ad accompagnare un televip come Dario Bandiera non poteva che esserci un balletto da villaggio turistico

Sabrina Salerno #lapista prende corpo

#lapista Sabrina Salerno proprio come allora non si riesce a distinguere la sua voce da quella delle coriste che la coprono

Cristel Carrisi ha la stessa potenza vocale del padre? Siamo alla menzogna su #Rai1 impossibile per me continuare a vedere #lapista

Flavio Insinna e i profondi significati di Affari tuoi

Caro Flavio Insinna, ti credo quando dici che ritieni un privilegio essere tornato a condurre Affari tuoi su Rai 1. La popolarità che ti garantisce è un privilegio di pochi altri personaggi televisivi. Credo anche che tu sia altrettanto convinto di tutte le grandi qualità che attribuisci a questo gioco televisivo in cui tutte le sere all’ora di cena gli italiani vedono i concorrenti buttarsi a caso su un pacco e aprirlo sperando di vincere fino a 500.000 euro senza alcun merito e fatica. Ti credo perché tu sei il più buonista di tutti i buonisti che attualmente conducono programmi televisivi in Italia. Sei un po’ il papa Francesco dei conduttori televisivi.

Continua a leggere

Un braccio per la mente Mediaset

Caro Flavio Insinna, tornare in tv alla conduzione di un nuovo quizzetto-giochino preserale può essere considerata un’impresa da grande conduttore-condottiero. In questa stagione, su Canale 5, sia Paolo Bonolis (Avanti un altro) che Gerry Scotti (The Money Drop) si sono prodotti nel tentativo di fare l’impresa di scardinare la supremazia de L’Eredità di Carlo Conti su Rai 1. Loro hanno limitato i danni mentre tu non ci sei riuscito. Un po’ perché Il braccio e la mente è debole nei meccanismi del gioco e un po’ perché la tua conduzione non è riuscita ad imporsi come quando fosti la rivelazione di Affari tuoi. Continua a leggere