Tv estiva: mai come quest’anno dovrebbero esserci delle novità come simbolo e non solo Teche Teche Tè

Teche Teche Tè inizierà con le puntate in access prime time da giovedì 2 luglio. La novità di quest’anno è che ogni giorno sarà dedicato ad un argomento:
LUN – Sceneggiati
MAR – Sanremo Graffiti
MER- Viaggio in Italia
GIO – I numeri uno
VEN – Jukebox
SAB – Il varietà
DOM – I temi
Ieri è andata in onda in seconda serata una puntata Jukebox sugli Anni ’80 che per me ha sancito l’inizio ufficiale della stagione televisiva estiva fatta di stra-repliche, di serie tedesche e francesi di seconda e terza scelta, di talkshow di informazione condotti dalle seconde e terze linee della conduzione, di film visti e rivisti, di spot ripetitivi come non mai. Teche Teche Tè, per quanto tenti di rinnovarsi, è il simbolo di un periodo lunghissimo dell’anno televisivo quasi inutile soprattutto se riferito alla Rai per cui paghiamo il canone per 12 mesi e non per 9. Da quando faccio il blogger tv ho sempre auspicato che i tre mesi estivi venissero impiegati dalla Rai per sperimentare idee e personaggi televisivi nuovi. Vedremo quali e quanti saranno in questa estate così importante per la ripartenza dell’Italia dopo l’emergenza Covid-19. Una ripartenza che non può non passare anche da una programmazione televisiva aperta al nuovo e con contenuti di qualità. Ogni nuova buona idea tv e ogni nuova brillante conduzione che sapranno rinnovare la tv estiva facendola uscire dal “chiuso per ferie”, darà un contributo alla voglia di rilancio del Paese che tutti abbiamo.

Lorella Cuccarini a La vita in diretta: una conduzione impalpabile

La vita in diretta estate: Andrea Delogu alla co-conduzione si terrà lontanissima dalla cronaca nerissima per tutta la durata del programma?

Il Festival di Sanremo dà un profondo significato al GFVip 4

View this post on Instagram

Il Festival di Sanremo dà un profondo significato al GFVip 4 Caro conduttore del Grande Fratello Vip 4 Alfonso Signorini, il saluto telefonico di Maria De Filippi al 70° Festival di Sanremo ha colpito duramente il mio orgoglio di abbonato Rai al punto che ho abbandonato la visione del Festival. Ieri sera ho guardato su Iris il film Fino a prova contraria di Clint Eastwood. Facendo zapping durante una pausa pubblicitaria, mi sono fermato sul Canale 55, ovvero Mediaset Extra, dove va in onda la 24 ore del Grande Fratello Vip 4. I “vipponi”, come li chiami tu erano più svogliati del solito. Discutevano del più e del meno, spaparanzati in ogni dove, mostrando scarso interesse alle parole l'uno dell'altro e lamentandosi con la regia perché aveva tolto la diffusione della musica. Già, la musica. Deve essere particolarmente frustrante per “i vipponi” pensare che a quell'ora sono i meno spiati d'Italia visto che gli italiani sono tutti sintonizzati su Rai 1 a guardare il Festival di Sanremo. Il GFVip 4, che già non vive momenti di gloria per gli ascolti durante la normale programmazione settimanale, nel periodo sanremese langue nel dimenticatoio più desolante. La settimana sanremese sarà lunghissima per “i vipponi” che la vivranno riflettendo sulla insignificanza della loro partecipazione ad un programma insignificante e questo sì che dà un profondo significato al GFVip 4. #gfvip4 #gfvip #mediasetextra #alfonsosignorini #mediaset #canale5 #realityshow

A post shared by @ akiocarotelevip on

Il cantante mascherato: Rai 1 come una brutta tv commerciale

Il cantante mascherato batte Il GFVip 4: il pubblico ha le sue colpe se questa brutta tv va in onda

La seconda storia della prima puntata di La porta dei sogni di Rai 1 è stata particolarmente brutta

View this post on Instagram

La seconda storia della prima puntata de La porta dei sogni di Rai 1 è stata particolarmente brutta. Una ragazza italiana s'innamora via social media di un ragazzo indiano. Il programma realizza il suo sogno di farglielo incontrare. La ragazza sale la scala che la conduce alla porta del sogno, la apre e si ritrova in India. Passeggia estasiata nel caos del traffico indiano, nei vicoli, nei mercatini e qui viene "rapita" da una ragazza indiana che la conduce nel negozio dei tessuti dove le viene confezionato un sari. Dopodiché viene truccata all'indiana e così è pronta per essere portata al cospetto dell'amato, non senza prima aver fatto un balletto con coreografia in stile Bollywood. La ragazza italiana "ora che sono vestita da perfetta indiana" si sente pronta per il primo incontro in carne ed ossa con l'amato. Il ragazzo viene introdotto con una sequenza in cui vestito completamente di bianco fa la figura del principe con un incedere regale che lo pone un bel po' al di sopra del concetto di semplice ragazzo che incontra una semplice ragazza. La percezione che ho avuto è di una rappresentazione di un Maharaja che incontra la sua prediletta (Sì, io sono il tuo re", le dice!). Il format prevede il ritorno in studio con il passaggio attraverso la porta che annulla lo spazio e le distanze e la ragazza italiana vestita ancora da indiana per continuità filmica è al centro dello studio pronta al secondo incontro con il suo "principe" indiano. Lui scende le scale stavolta tutto vestito di grigio scuro e la bacia appassionatamente. Poi fa un gesto umile e romantico inginocchiandosi per la promessa d'amore eterno, rendendomi il finale meno amaro. C'era proprio bisogno di mettere in scena il primo incontro in quel modo? La ragazza italiana in trasferta indiana, non poteva rimanere in jeans e maglietta e lui non poteva presentarsi vestito casual anziché da Maharaja? Quando gli autori fanno queste scelte, la tv è davvero al suo minimo. #laportadeisogni #rai1 #maravenier

A post shared by @ akiocarotelevip on

Intitolare a Luciano Rispoli la Sala A della sede Rai di via Asiago 10. Una proposta sacrosanta fatta da Fiorello e Mariano Sabatini oggi a Viva Raiplay

View this post on Instagram

Viva Luciano Rispoli! Così Fiorello oggi a Viva RaiPlay ha lanciato, ospitando Mariano Sabatini che da anni chiede alla Rai un riconoscimento per Rispoli, l'idea di intitolare la Sala A della sede di via Asiago 10 a Luciano Rispoli. Una proposta giustissima. Caro AD Rai Fabrizio Salini, si può portare in cda questa proposta? È anche la storia della Rai che ve lo chiede! Ho apprezzato molto la sensibilità e la signorilità di Fiorello nel lanciare questa proposta. Intitolare la sala A di via Asiago 10 a Luciano Rispoli, darebbe ulteriore lustro alla già nobile sede storica della radio italiana. Me lo auguro da telespettatore appassionato cresciuto con Parola mia nella tv del pomeriggio di Rai 1. La storia in Rai di Luciano Rispoli merita questo prestigioso riconoscimento. #vivaraiplay #fiorello #lucianorispoli @mariano.sabatini #marianosabatini

A post shared by @ akiocarotelevip on

Smetto di guardare tutti i programmi di Rai 2 (fino a che non mi passa, se mi passa) per il trattamento ricevuto da telespettatore fan di Maledetti amici miei

View this post on Instagram

Rai 2 ha interrotto la messa in onda del giovedì di Maledetti amici miei a due puntate dal termine. Il programma stava andando malissimo negli ascolti scendendo fino al 3.5% in prima serata. È un programma di qualità e andava difeso fino alla fine, indipendentemente dagli ascolti. La Rai ha colto "l'occasione" del ritorno di Adrian su Canale 5 al giovedì per interrompere la messa in onda di Maledetti amici miei che avrebbe dovuto saltare una sola settimana e andare in onda lunedì 18 novembre 2019 al termine del gameshow inguardabile Stasera tutto è possibile. Oggi Giovanni Veronesi in un tweet ha scritto: "ALLORA E' UFFICIALE. LE ULTIME DUE PUNTATE DI MALEDETTI AMICI MIEI ANDRANNO IN ONDA IL 25 NOVEMBRE E IL 2 DICEMBRE PER DUE LUNEDI DI FILA". Da telespettatore fan di Maledetti amici miei mi sento trattato con poco rispetto dalla Rai. Ho scritto via Ufficio Stampa all'amministratore delegato Fabrizio Salini: "Nessuna logica di coordinamento palinsesti e nemmeno gli ascolti bassi giustificano il trattamento riservato ai telespettatori affezionati a Maledetti amici miei. Rai 2 non mi merita". E quindi inizio la mia protesta. Nonostante sia uno dei migliori programmi del 2019, non lo guarderò più e non regalerò a Rai 2 il mio live tweeting. Non se lo merita. La Rai 2 che trasmette il "meglio di" Stasera tutto è possibile invece di ritrasmettere subito Maledetti amici miei dopo la inaccettabile pausa, non mi merita. Smetto di seguire tutti i programmi di Rai 2 e non recupererò nemmeno l'ottimo Battute? su RaiPlay finché non mi passa, se mi passa. Caro AD Rai Fabrizio Salini, mi pesa tantissimo rinunciare a Battute? ma smettere di guardare tutta Rai 2 è l'unico strumento di protesta che ho per il trattamento riservatomi da telespettatore fan di Maledetti amici miei. Un caro saluto a tutta la squadra di Battute? mi dispiace ma non vi seguirò più né in seconda/terza/quarta serata né su Rai Play. Smetto di guardare tutti i programmi di Rai 2 finché non mi passa. Se mi passa. #rai2 #maledettiamicimiei #battute #fabriziosalini

A post shared by @ akiocarotelevip on

Da oggi Viva Rai Play si può vedere solo su Rai Play: il digital divide by Rai Radio Televisione Italiana

View this post on Instagram

Un pensiero affettuoso ai telespettatori non digitalizzati di Rai 1 che da stasera non potranno seguire il loro amato Fiorello che va a fare un varietà normalissimo su RaiPlay, una piattaforma in streaming. Boh e pure mah. Caro AD Rai Fabrizio Salini, non credi che da stasera la Rai sarà un esempio di digital divide trasmettendo il nazional-popolare Viva RaiPlay di Fiorello solo su RaiPlay ? Quanti italiani non potranno seguirlo? La Rai Radio Televisione Italiana erige il muro del digital divide con gli abbonati non digitalizzati che non possono seguire in diretta Viva RaiPlay. E complimenti a Fiorello che così sì che entra nella storia… del digital divide by Rai. Intanto su Rai 1 va in onda Mini Viva RaiPlay: tre minuti con il meglio di… Una mega presa per il cuculo! Che pianto! Cosa non si fa per due spicci di audience e per giustificare un programma che di nuovo non ha nemmeno il titolo. Il pezzo con il giornale sta al milionesimo passaggio! #vivaraiplay #fiorello #fabriziosalini #rai1 #raiplay

A post shared by @ akiocarotelevip on