David Attenborough: la Natura in TV, l’omaggio di BBC Knowledge al lavoro del naturalista e documentarista britannico

Caro Piero Angela, da domani BBC Knowledge Italia trasmetterà David Attenborough: la Natura in TV (sul canale 332 del Digitale Terrestre Mediaset Premium). E’ un documentario in tre episodi in omaggio a David Attenborough, uno dei massimi esponenti della divulgazione scientifica di qualità in televisione e uno dei principali naturalisti britannici (il prossimo 30 aprile l’Università australiana di Queensland gli dedicherà un seminario intitolato Planet Attenborough: Wildlife Documentary and the Politics of Climate Change). In Italia abbiamo conosciuto il suo straordinario lavoro grazie al tuo Quark che, soprattutto nei primi anni di vita, ricorreva spesso ai contributi prodotti dalla BBC e magistralmente realizzati da David Attenborough.

Continua a leggere

Pubblicità

Un solo motivo per seguire Elementary

Cara Lucy Liu, il 3 febbraio Elementary avrà l’onore di andare in onda sulla Cbs dopo il Super Bowl, segno che la serie sta riscuotendo un grande successo. Anche in Italia Elementary sta andando bene. Lo trasmette in chiaro Rai 2 (la domenica alle 21.45) e i primi tre episodi sono stati visti in media da 2 milioni e 500 mila telespettatori per uno share medio dell’8.50%. Io sono tra questi, anche se confermo l’impressione avuta al Roma Fiction Fest quando ho visto il primo episodio in lingua originale; il vostro Sherlock Holmes (?) è troppo isterico per i miei gusti. C’è solo una cosa che rende interessante questa serie: il rapporto tra Sherlock Holmes (?) e la dottoressa Watson.

Continua a leggere

Il potere tutt’altro che occulto dei brand, nelle tre inchieste di BBC Knowledge intitolate: Brand-dipendenza, i segreti dei grandi marchi

Caro Alex Riley, su BBC Knowledge (Mediaset Premium) stai conducendo l’inchiesta in 3 puntate intitolata: Brand-dipendenza: i segreti dei grandi marchi. Domenica scorsa mi sono appassionato alla prima puntata dedicata ai marchi del settore tecnologia (Apple, Google, Microsoft, Nokia, Sony, Facebook) e al modo semplice, condito con un divertente umorismo britannico, con cui hai raccontato i meccanismi che li rendono così potenti e in grado di influenzare le menti, i gusti e le opinioni delle persone. Nei primi secondi della puntata sei stato il bersaglio di ironie e prese per i fondelli da parte di un gruppetto agguerritissimo di bambini iper tecnologizzati e logo dipendenti. Una conferma di quanto il potere dei marchi sia ben radicato anche nelle vite dei nostri figli.

Continua a leggere

I ragazzi del coro, people show di riscatto sociale senza vittimismi.

Caro Gareth Malone, sto seguendo il tuo The Choir, trasmesso in Italia da Rai 5 con il titolo I ragazzi del coro (il lunedì alle 21.15). In qualità di maestro di canto e direttore di cori, giri l’Inghilterra per dimostrare che il canto è una delle attività che può diventare una forma di riscatto per le comunità considerate di serie B. Le puntate che hai girato a South Oxhey, una cittadina del Hertfordshire, sono belle e coinvolgenti. South Oxhey è un quartiere di case popolari di Watford che si è ingrandito fino a diventare una cittadina di 12.000 abitanti. Non ha una bella reputazione e confina con altre città-quartiere popolate dalla classe della media borghesia che vive con imbarazzo la vicinanza con gli abitanti di South Oxhey.

Continua a leggere

Lucy Liu al Late Show di Letterman per promuovere Elementary. Cara dottoressa Watson, Elementary non è Sherlock.

Cara Lucy Liu, sei andata al Late Show di David Letterman (trasmesso in Italia da Rai 5, puntata dell’11/10/12) per promuovere Elementary, il nuovo serial procedurale della CBS. Il buon Dave non è rimasto insensibile al tuo fascino, alla tua minigonna, al tuo fisico asciuttissimo e alla vertiginosa scollatura a V, bassissima. Mi è sembrato stranamente imbambolato, come di rado gli capita con un’ospite, al punto che per la prima volta ho visto in lui il Fabio Fazio che ospitò Carlà Brunì. Gli hai raccontato di quanto sei brava nella pratica delle arti marziali miste (coltello e bastone, in particolare) e lui ha limitato i suoi interventi, per non distrarsi troppo dalla tua visione. La conferma che era completamente in bambola l’ho avuta quando è passato a farti domande su Elementary.

Continua a leggere

Documento: BBC Worldwide Fandom Panel Roma Fiction Fest 2012

Lunedì 1 ottobre 2012 presso il Roma Fiction Fest ho seguito l’incontro BBC Worldwide Fandom Panel. How to Engage and Entertain Audiences Beyond the TV Screen, con i seguenti relatori: Phil Fleming (Head of Communications Home Entertainment); Sebastian Brook (Editor Doctor Who Online); Francesco Barbarani (Head of Digital FOX.com); Matt Jarvis (Executive Producer Misfits Online Clerkenwell Films); Harriet Newby-Hill (Commercial Director for New Brands, BBC Worldwide). Vi propongo il video che ho girato come documento per approfondire le logiche che ispirano i grandi produttori ed i broadcaster nella gestione della componente “social e fan” che è oggi una parte importante del successo soprattutto delle serie tv.

Da Vinci’s Demons di David S. Goyer: un serial gotico rinascimentale in cui ci saranno tormento, estasi, effetti speciali e molto Galles. Perché così hanno voluto i produttori.

Caro David S. Goyer, ho assistito alla presentazione di Da Vinci’s Demons che hai fatto al Roma Fiction Fest. Dovevi proiettare le prime attesissime immagini di questa serie che, dopo aver visto solo tre clip, mi sento di definire gotico rinascimentale. Molto gotico e poco rinascimentale, visto che l’impatto visivo british è preponderante e marchia moltissimo il prodotto. La tua giustificazione è inattaccabile: “La serie è stata finanziata da produttori statunitensi e britannici che hanno voluto quelle location”. Per onorarli ancora di più, durante le riprese hai indossato anche la felpa “Royal Welsh College” (insieme al production designer Ed Thomas) e hai messo una foto del backstage sul tuo sito.

Continua a leggere