Da Vinci’s Demons di David S. Goyer: un serial gotico rinascimentale in cui ci saranno tormento, estasi, effetti speciali e molto Galles. Perché così hanno voluto i produttori.

Caro David S. Goyer, ho assistito alla presentazione di Da Vinci’s Demons che hai fatto al Roma Fiction Fest. Dovevi proiettare le prime attesissime immagini di questa serie che, dopo aver visto solo tre clip, mi sento di definire gotico rinascimentale. Molto gotico e poco rinascimentale, visto che l’impatto visivo british è preponderante e marchia moltissimo il prodotto. La tua giustificazione è inattaccabile: “La serie è stata finanziata da produttori statunitensi e britannici che hanno voluto quelle location”. Per onorarli ancora di più, durante le riprese hai indossato anche la felpa “Royal Welsh College” (insieme al production designer Ed Thomas) e hai messo una foto del backstage sul tuo sito.

Le atmosfere italiane le hai delegate all’uso dell’effetto speciale green screen che secondo te renderà difficile capire che la serie non è stata girata in Italia (dove però ti piacerebbe girare la seconda serie). Sarà, caro David S. Goyer, ma girare in Italia forse ti avrebbe dato la possibilità di allestire un set migliore di quello del mercatino fiorentino da B-movie in cui hai girato la scena dell’osservazione-disegno del volo degli uccelli liberati dalla gabbia di un mercante. Il tuo Leonardo dici è “una via di mezzo tra Indiana Jones e Sherlock Holmes”. Per il momento si è visto un Leonardo giovanissimo che in maniche di camicia si fa una fumata per schiarirsi le idee e poi brucia il disegno a cui stava lavorando. Molti di quelli che ieri hanno posto le domande alla masterclass che hai tenuto al Roma Fiction Fest, lo hanno definito un Leonardo supereroe pensando alla tua scrittura di Batman e, prossimamente, di Superman. Di certo le prime immagini ci mostrano atmosfere fantasy alle quali aggiungerai la tua fantasia di sceneggiatore perché in Da Vinci’s Demons racconterai gli anni in cui ci sono dei buchi nella biografia di Leonardo e quindi terreno fertile per dare spazio alle tante notizie non confermate e alle illazioni che circondano, da sempre, un personaggio così grande. Alla domanda di Mario Sesti (moderatore della masterclass) se ci sarà il tema della sfera sessuale di Leonardo, hai tranquillizzato il pubblico più pruriginoso; parte dei demoni saranno sessuali. Ma ci saranno anche gli enigmi che la figura si porta dietro rilanciati con successo planetario da Dan Brown; impossibile non trattarli e non sfruttarne la scia commerciale anche in un serial tv. Il tuo Leonardo vivrà conflitti con se stesso (come il Michelangelo di Charlton Heston?), sul campo di battaglia e contro gli intrighi dei poteri forti e di logge segrete che avrebbero voluto fermare e indirizzare il progresso. Il tuo Leonardo sarà al centro dell’azione e l’affronterà con una vena di geniale follia. Il tuo Leonardo sarà un po’ esoterico e le preponderanti ambientazioni britanniche delle immagini che ci hai mostrato, lo faranno sembrare quasi un Merlino (diciamo che almeno le pietre alla Stonehenge ce le potevi risparmiare). Caro David S. Goyer, ancora deve andare in onda la prima puntata della prima serie e già pensi che avete materiale per montarne una seconda e sei pronto a girarne anche di più. Ad aprile 2013 Da Vinci’s Demons uscirà sui canali Fox (in contemporanea anche in Italia) e vedremo se il prodotto finito sarà all’altezza dell’ambizione del progetto e supererà l’esame del pubblico di massa meglio di quello della sala di ieri (dopo il primo clip l’applauso di rito ha tardato un po’ ad arrivare e il tuo volto ha mostrato qualche perplessità. Non ho capito se ce l’avevi con noi o con te stesso). Ma il ricordo più forte della tua presentazione di ieri al Roma Fiction Fest (che mi porterò per chissà quanto tempo) è quello degli uomini della sicurezza che durante la proiezione andavano in giro con i visori notturni ai raggi infrarossi per beccare eventuali pirati intenti a riprendere le immagini delle clip. Per restare in tema d’arte e dirla con una macchietta italiana sui britannici ideata da Enrico Montesano: “Molto pittoresco”.

2 risposte a "Da Vinci’s Demons di David S. Goyer: un serial gotico rinascimentale in cui ci saranno tormento, estasi, effetti speciali e molto Galles. Perché così hanno voluto i produttori."

  1. fulvia 2 ottobre 2012 / 09:09

    oddio akio che scrive di serie tv… emozione! 😉

    • akio 2 ottobre 2012 / 09:18

      come sono andato, maestra?
      ps. il roma fiction fest mi è vicino ci vado e a quel punto che fai non ce lo fai un post? poi però sono arrivati i cesaroni e sono scappato!

lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.