Rai 5: il ritorno di Totem di Alessandro Baricco, l’arrivo di Andy Wharol’s factory people e quell’ora di musica classica che mi ispira nella preparazione della cena

Caro direttore di Rai 5 Pasquale D’Alessandro, approvo l’ulteriore svolta di contenuto che hai dato alla struttura del palinsesto della rete. Da qualche settimana Rai 5 ha intensificato in maniera netta la programmazione di musica classica, musica leggera di spessore, opere teatrali, arte, letteratura, balletti, danza, film d’autore e documentari di qualità. Oggi Rai 5 ha una programmazione specifica e unica nel panorama televisivo del digitale terrestre.


Una programmazione che ha anche una ottima estensione on demand. Per un periodo mi sono allontanato da Rai 5 perché il tuo predecessore Massimo Ferrario aveva una strana idea di una rete culturale e programmava cose tipo Lezioni di Bon Ton con Metis Di Meo, mettendosi all’inseguimento di Real Time.

Continua a leggere

Nostalgia della tv estiva? Su Rai 2 c’è anche in autunno, con Seltz!

Caro direttore di Rai 2 Pasquale D’Alessandro, hai dovuto chiudere il programma Parliamone in famiglia condotto da Lorena Bianchetti a causa dell’ennesimo flop di ascolti della tua rete. Per riempire la prima parte del buco che si è venuto a creare nel palinsesto pomeridiano, mandi in onda Seltz, “Una nuova trasmissione che riassume la grande comicità della seconda rete” (copiato e incollato dalla scheda ufficiale del programma). Chi come me non si capacita che quella che dovrebbe essere la seconda rete nazionale vada così male, deve capacitarsene, perché se voi dei piani alti ci propinate “un nuovo programma” come Seltz, anziché “un programma nuovo”, allora veramente per Rai 2 non c’è più niente da fare; è persa per sempre.

Continua a leggere

Grande estate per la Rai 2 olimpica. Ma poi viene l’autunno e cadono gli ascolti.

Caro direttore di Rai 2 Pasquale D’Alessandro, i grandi ascolti delle olimpiadi stanno facendo volare la tua rete verso vette che raramente tocca anche in autunno-inverno. Non so quanto della tantissima pubblicità che la Rai trasmette durante le gare finirà poi nel bilancio di Rai 2. Di certo, l’olimpiade sta illuminando la tua rete che altrimenti sarebbe stata spenta (nel senso di poco brillante). A me non capita mai durante la stagione televisiva canonica di seguire Rai 2 per così tante ore di seguito. Così sto anche seguendo i tanti promo della nuova stagione. La grande novità sarà l’adventure-game-reality show Pechino Express, condotto da Emanuele Filiberto di Savoia. Continua a leggere

Con le Porsche di Squadra Speciale Cobra 11 non si va da nessuna parte. L’Europa dovrebbe prendere le Apette di Road Italy.

Caro direttore di Rai 2 Pasquale D’Alessandro, una delle poche certezze che ti hanno lasciato i tuoi predecessori è la serie tv tedesca Squadra Speciale Cobra 11. Mandarla in onda ti garantisce in ogni momento l’ascolto minimo per ricordarci che Rai 2 c’è. Il mercoledì stai tramettendo i nuovi episodi della quindicesima stagione. La programmazione televisiva sta per imboccare la strada dei telefilm e delle fiction estive e i palinsesti si riempiranno di serie tv nord europee per rinfrescare i pochi telespettatori estivi. Speriamo che anche la signora Angela Merkel apprezzi la dedizione con cui il pubblico di Rai 2 segue gli inseguimenti e gli incidenti stradali mozzafiato della loro Autobahnpolizei. Continua a leggere

Per la Lega in caduta libera ci vorrebbe una rete

Caro direttore di Rai 2 Pasquale D’Alessandro, la passata maggioranza di governo vedeva nella tua rete (tu ancora non c’eri) un importante strumento per contribuire a realizzare il sogno federalista della Lega, forza politica che vuole l’indipendenza della Padania e la Padania libera. La realtà però è stata ben diversa perché gli scarsi ascolti e i numerosi flop vi hanno costretto a far diventare Rai 2 “The House of Series” e il progetto di rete del Nord ha preso la strada d’oltreoceano. Ora però se Rai 2 ha ancora un minimo di cuore padano è giunto il tristissimo momento di dimostrarlo. La Lega vive ore terribili perché la magistratura ha indagato il suo tesoriere con accuse gravissime che coinvolgono anche il partito e che se confermate ne decreterebbero la fine. Continua a leggere

Solo il direttore di Rai 2 può sapere cosa significa trasmettere l’Isola dei Famosi 9

Caro direttore di Rai 2 Pasquale D’Alessandro, solo tu puoi sapere che cosa si prova a passare da direttore di Rai 5 a direttore di Rai 2; dalla diretta dell’inaugurazione del Teatro alla Scala all’Isola dei famosi 9. Ieri, per mero errore, sono capitato sul tuo canale durante la striscia quotidiana dell’Isola. E’ stata un’esperienza terrificante: Flavia Vento e Valeria Marini che litigavano. Non ce l’ho fatta ad ascoltare quello che si dicevano e, come faccio nei casi in cui la tv mi sembra assurda, ho tolto l’audio. Vedere per qualche minuto i naufraghi dell’Isola dei famosi 9 senza l’audio è un’esperienza unica. Cecchi Paone, Malgioglio, Rubicondi, il mago Otelma, sembrano personaggi dei Flinstones e speri che da un momento all’altro qualcuno usi la clava su di loro. Continua a leggere

Sempre meno idee a Rai 2: ricicla le Istruzioni per l’uso radiofoniche di Emanuela Falcetti

Cara Emanuela Falcetti, da quando hanno tolto le tue Istruzioni per l’uso, sono tornato ad ascoltare Radio 1 al mattino. Dalle 6 alle 7 c’è un ottimo contenitore giornalistico che s’intitola Prima di tutto e ne sono soddisfattissimo. Tu in radio avevi pochi minuti ma bastavano ad indispormi per l’intera giornata. Ieri pomeriggio però ho scoperto di dover aspettare a fare i salti di gioia per essermi liberato di te perché sei spuntata in tv e non come opinionista ma come conduttrice di uno speciale di Istruzioni per l’uso sul naufragio della nave Costa Concordia. Continua a leggere

Castle, il serial thriller banale ma con un certo non so che

Caro direttore di Rai 2 Pasquale D’Alessandro, le rare volte che scelgo la tua rete, lo faccio per vedere il telefilm Castel. Non è una serie particolarmente appassionante ma se mi capita di essere in casa il sabato sera lo preferisco alla Clerici e alla De Filippi. E poi lo confesso: ho un debole per Stana Katic l’attrice che interpreta la detective Kate Beckett. Quando è stata l’ultima volta che ho avuto una attrazione fatale per la protagonista di un telefilm? Continua a leggere