Sempre meno idee a Rai 2: ricicla le Istruzioni per l’uso radiofoniche di Emanuela Falcetti

Cara Emanuela Falcetti, da quando hanno tolto le tue Istruzioni per l’uso, sono tornato ad ascoltare Radio 1 al mattino. Dalle 6 alle 7 c’è un ottimo contenitore giornalistico che s’intitola Prima di tutto e ne sono soddisfattissimo. Tu in radio avevi pochi minuti ma bastavano ad indispormi per l’intera giornata. Ieri pomeriggio però ho scoperto di dover aspettare a fare i salti di gioia per essermi liberato di te perché sei spuntata in tv e non come opinionista ma come conduttrice di uno speciale di Istruzioni per l’uso sul naufragio della nave Costa Concordia. Lo speciale, realizzato in collaborazione con Tg2, ha sostituito L’Italia sul Due e mi ha dato l’impressione di un vero e proprio esperimento della rete per trovare un’alternativa al contenitore flop condotto da Milo Infante e Lorena Bianchetti. Hai riportato in video la struttura base del programma radiofonico ma ampliandola e adattandola alla tv. Un grande tavolo rettangolare al centro dello studio con gli ospiti seduti ai lati e tu a capotavola; lo chiami tavolo di lavoro. Sullo sfondo lo schermo gigante da cui si affacciano inviati e ospiti dei collegamenti in diretta. Durante questo tuo primo speciale tv ho vissuto lo stesso senso di fastidio ed irritazione che mi procurava la tua trasmissione radiofonica solo che sono durati di più e mi hanno lasciato l’amarissimo dubbio che dopo la bocciatura radiofonica questo potrebbe essere il preludio ad una promozione televisiva. Ieri ho tentato di guardare questa novità di Rai 2 mettendo da parte l’antipatia che provo per te, per quello che dici e per come lo dici (tu le faccette le facevi molto prima di Barbara d’Urso, te ne va dato atto). Tentativo fallito. Le tue Istruzioni per l’uso in tv sono molto, ma molto, più fastidiose di quelle radiofoniche per un motivo semplicissimo; la voglia di protagonismo dei tuoi ospiti non può che aumentare davanti ad una telecamera. Il dibattito di ieri è stato solo una gran confusione nella quale chi fa la voce grossa (l’avvocato Rienzi del Codacons) ha la meglio su tutto e tutti. Cara Emanuela Falcetti, anche sul fronte “novità di Rai 2” il tuo speciale Istruzioni per l’uso non ha portato un contributo originale: hai solo confermato che, anche con l’arrivo del nuovo direttore Pasquale D’Alessandro, Rai 2 ha un palinsesto fragile e pochissime idee su come renderlo competitivo. In attesa di vedere se hai soffiato definitivamente il posto a Milo Infante e Lorena Bianchetti, stasera avrò un altro motivo per non guardare più Rai 2: riparte l’Isola dei famosi. Nello spot di lancio la rete punta tutto sul concetto di coraggio; il coraggio dei televip che hanno già partecipato al programma e ritornano sull’Isola, il coraggio dei conduttori Nicola Savino e Vladimir Luxuria di condurre il programma. Nello spot non lo si dice ma va riconosciuto a Rai 2 il coraggio di tornare a trasmettere un programma del genere. Vedremo quanti telespettatori avranno il coraggio di seguirlo. Cara Emanuela Falcetti, se sarai la sostituta di Milo Infante e Lorena Bianchetti, non ti mancherà il coraggio di darci istruzioni per l’uso quotidiane sull’Isola dei famosi. Glielo devi a Rai 2; nessun’altra rete avrebbe avuto il coraggio di riciclare il tuo programma radiofonico in tv.

Pubblicità

12 risposte a "Sempre meno idee a Rai 2: ricicla le Istruzioni per l’uso radiofoniche di Emanuela Falcetti"

  1. Claudio 11 dicembre 2012 / 12:08

    Ci sono personaggi radiofonici dei quali si può fare veramente a meno. Falcetti è uno di questi. Eppoi con il suo circolo di amichetti (sempre gli stessi da anni) che noia. A parte che la RAI se avesse buon senso avrebbe dovuto impedire da tempo certi arroccamenti. L’odore di chiuso alla lunga fa star male…

  2. annalisa 29 febbraio 2012 / 07:30

    Concordo pienamente con quanto esposto nel primo articolo.
    Il senso di irritazione che la Falcetti mi provocava la mattina era terribile.
    Molto più dinamico il nuovo contenitore mattutino di Radio 1, sono soddisfatta.

    • akio 29 febbraio 2012 / 13:27

      grazie annalisa. “Prima di tutto” è un contenitore giornalistico completo che a me piace.

  3. ROBERTA 25 gennaio 2012 / 16:42

    Mi ha fatto molto piacere rivedere Emanuela Falcetti con il suo programma “Istruzioni X l’uso”. Io lo ascoltavo sempre al mattino su Radio Rai1. Devo dire che la trasmissione che c’è ora dalle 5 alle 8 non mi piace. Probabilmente i conduttori “sono stanchi” soprattutto colei che legge la rassegna stampa. Peccato. Comunque avrei piacere rivedere Emanuela Falcetti con il suo programma senza però “sbancare” L’Italia sul 2.

    • akio 25 gennaio 2012 / 18:24

      cara roberta, grazie per il tuo doppio commento (evidentemente non avendolo visto pubblicato subito hai pensato che non era arrivato ma c’è la moderazione applicata e solo ora li ho visti. d’ora in poi se commenterai non avrai bisogno del filtro moderazione). sono lieto che tu abbia preso le difese della falcetti così puoi rappresentare il suo pubblico che certamente ha. grazie ancora e a presto, Akio

  4. ROBERTA 25 gennaio 2012 / 16:35

    sono stata felicissima di aver ritrovato Emanuela Falcetti con il suo programma “istruzioni per l’uso” che ascoltavo tutte le mattine su Radio Rai1. Ora il programma che viene trasmesso in sostituzione non mi piace proprio e colei che legge la rassegna stampa è molto carente nel modo in cui presenta gli articoli. .

  5. margueritex 25 gennaio 2012 / 12:11

    scusa l’ignoranza..ma L’isola dei Famosi è il seguito di Il ritorno dei nonni viventi??
    mi sembra fosse un bel film…o mi sbaglio?

    • akio 25 gennaio 2012 / 13:53

      all’orrore non c’è limite. la prima puntata non è attendibile ma nelle successive potranno raggiugere livelli impensabili! la tv pubblica si adegua alla riforma delle pensioni del governo monti e li fa lavorare oltre ogni limite di età.

  6. Massenzio 25 gennaio 2012 / 10:02

    Maronnamia!!!!
    Me la ricordo, la Falcidia Demòn, quando tra le 6 e qualcosa e le 7 del mattino apriva il ghiaccio per far comparire il saggio Corradino Mineo a RaiNews. Definirla insopportabile è un eufemismo: tra mossette, salti di argomenti come fossimo in un allevamento di canguri bonsai, toni offensivi nel tappar la bocca ai malcapitati intervistati telefonicamente. Una versione al femminile di Emilio Fede o, se preferisci, una versione acculturata di D’Urso.
    Si, insomma, non ne sentivo la mancanza.

    • akio 25 gennaio 2012 / 13:54

      ho scritto negli anni diversi post su di lei. probabilmente è nella mia top 10 delle antipatiche tv

  7. viga1976 25 gennaio 2012 / 08:47

    la fine del reality che ci porterà?Temo che come spesso capiti da noi,non solo Italiani dico in senso largo europeo e liberal occidentale,finisce una cavolata e subito parte un’altra peggiore.
    L’isola l’ho abbandonata alla terza edizione,anzi all’inizio della 3.Come il gf all’inizio della 5.
    La Falcetti la conosco pochissimo per dare un giudizio di merito,quel poco non me la fa brilllare di simpatia,poi se ci mette in mezzo anche l’avvocato del codacons.Che dire?Non siamo immortali e il tempo passa per tutti,altro che fare la class action dei clienti contro questa bizzarria,lui puà fregarsene di certe persone

    • akio 25 gennaio 2012 / 09:54

      dicono che sarà un’edizione ironica dell’isola… ma come? i format dei reality non devono rispettare la liturgia? l’isola dei famosi ha sempre fatto piagere ora non la si può trasformare in un programma che fa ridere… o è sempre stato un programma da ridere che fa piangere? boh e pure mah

lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.