Striscia la notizia regala 1 minuto e 56 secondi di popolarità a Tv Talk

Caro Massimo Bernardini, fino a che è Akio di Caro Televip a criticare Tv Talk di Rai 3-Rai Educational, tu al massimo ti ci fai una risata. 

[ Tv Talk sta ai televip come Porta a Porta sta ai politici ]

[ Tv Talk come Porta a Porta: la conferma. Il grande abbraccio al plastico tra Massimo Bernardini e Bruno Vespa ]

[ Tv Talk di Rai Educational, un talk show in crisi di identità ]

Rido io invece, a crepapelle, quando Tv Talk viene criticato da Striscia la notizia: la madre di tutte le trasmissioni di denuncia.

Sabato scorso, nell’analizzare la puntata di Report dedicata al caffè, l’analista Sebastiano Pucciarelli ha lodato la Rai, per come svolge la sua funzione di servizio pubblico, affermando:

“E’ una mission forte del servizio pubblico fare le pulci anche ai privati, cosa che la tv commerciale non può fare. Striscia la notizia, le Iene, che pure fanno della loro apparente difesa del consumatore, un punto forte, se lo facessero, se attaccassero Lavazza, Kimbo, le assicurazioni, rischiano di perdere inserzionisti”.

Ieri, Striscia la notizia gli ha risposto per le rime sul piano personale, ma anche rimproverando te in qualità di conduttore:

“Il saputello barbuto capace solo di dire fesserie. Ascoltate questa! (ndr ovvero la frase di Pucciarelli )… questa enorme cretinata viene suggellata anche dal conduttore Bernardini…”.

Poi, nel ricordare al pubblico alcune delle inchieste di Striscia che hanno riguardato anche inserzionisti Mediaset, vi hanno fatto pelo e contropelo:

“Milioni di italiani sanno bene che noi di Striscia la notizia abbiamo sempre attaccato, quando era il caso, gli sponsor anche di trasmissioni Mediaset… (ndr elenco con tanto di immagini dei servizi). Solo quelli di Tv Talk non lo sanno e il bello è che se la tirano pure da esperti di tv, invece sono di una ignoranza colossale oltretutto lavorano per la Rai, in una trasmissione pagata col canone. Allora vediamo se hanno il coraggio di dedicare una puntata ad Affari tuoi, parlare delle strane casualità, ricordare almeno una volta la sentenza che ha dato ragione a noi di Striscia. Perché in nome di una tv pulita non chiedono di inserire un rappresentante dei consumatori al momento dell’abbinamento dei pacchi? Perché non tirano mai fuori gli ascolti del cosiddetto pubblico attivo?”.

Caro Massimo Bernardini, al momento non registro nessun tuo tweet di risposta a Striscia la notizia. Con me, semplice blogger, sei stato molto rapido e puntiglioso nel ribattere alla definizione di “programma melenso”. E non ho trovato nessun tweet dei tanti analisti di Tv Blog in difesa di Sebastiano Pucciarelli, come invece fecero solertemente con me che chiedevo il cambio di conduttore di Tv Talk. Forse siete già in vacanza e state studiando come sfruttare questo minuto e 56 secondi di popolarità che Antonio Ricci ha voluto benevolmente regalarvi. Probabilmente, così inclini all’ autoreferenzialità come siete, farete “un puntatone” intitolato “Striscia attacca Tv Talk” (per voi le vacanze di Pasqua durano tanto, tornerete in onda il 3 maggio). Io, da abbonato Rai, mi schiero dalla parte del guru della tv commerciale Antonio Ricci perché  Tv Talk, una trasmissione che ormai ritengo superflua, in questo caso ha semplicemente sbagliato e farebbe bene a dirlo chiaro e tondo.

Annunci

lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.