Il presidente del Coni Malagò non può immaginare che le olimpiadi invernali di Sochi 2014 non vengano trasmesse dalla Rai. Io invece si.

Caro direttore generale della Rai Luigi Gubitosi, il neo presidente del Coni Giovanni Malagò ha espresso la sua preoccupazione sul fatto che la Rai possa non essere in grado di raggiungere un accordo con Sky per la trasmissione gratuita in chiaro delle Olimpiadi invernali di Sochi 2014. Sky ha acquistato i diritti completi dell’evento ma per legge deve consentire che 100 ore di diretta vengano trasmesse in chiaro e gratis. Il tutto però deve comunque passare attraverso una transazione commerciale tra voi e Sky che evidentemente non vi soddisfa visto che Malagò ha dichiarato: “Non posso immaginare che l’evento sportivo più importante del pianeta non venga trasmesso dal servizio pubblico. Spero che i vertici della Rai possano rivedere una decisione, ammesso che sia stata già presa, che rappresenterebbe un clamoroso precedente, ma sono sicuro che si troverà una soluzione positiva per tutti” (da ansa.it del 3/6/13).

Forse il presidente del Coni non sa che la situazione è ben più grave visto che il direttore di Rai Sport Eugenio De Paoli un paio di mesi fa ha dichiarato: “Non è pensabile che, ad oggi, la Rai non abbia ancora i diritti delle olimpiadi di Sochi (2014) e di Rio (2016). E non li ha perché’ i prezzi sono schizzati in maniera irrazionale e inimmaginabile. Non è giusto che gli utenti debbano pagare un abbonamento per poter vedere manifestazioni sportive di carattere così alto. Le olimpiadi sono la massima declinazione sportiva. Se non ci sono queste attenzioni, vuol dire che lo sport ha perso” (da digital-sat.it del 4/4/13). Caro direttore generale della Rai Luigi Gubitosi, quindi sarebbe a rischio anche l’acquisto delle 200 ore di diretta in chiaro per le olimpiadi estive di Rio? Spero proprio di no. Certo la sollecitazione del Coni è molto autorevole ma i soldi li deve tirare fuori la Rai e il mercato dei diritti sportivi sta diventando davvero troppo costoso al punto che anche per la Formula 1 (che in termini di ascolto vale molto di più) avete dovuto fare un accordo al ribasso (9 gran premi in diretta e 10 in differita) con Sky che ha acquistato i diritti principali. Stavolta, nella trattativa per Sochi 2014, Sky ha un ulteriore vantaggio. Il contratto sui diritti olimpici dice che 100 ore devono essere trasmesse in chiaro gratuitamente su una emittente nazionale e questa non deve essere obbligatoriamente la Rai. Sky quindi potrebbe decidere di far trasmettere Sochi 2014 alla sua piccola emittente in chiaro sul digitale terrestre: Cielo Tv. Caro direttore generale della Rai Luigi Gubitosi, alla fine come auspica il presidente del Coni Malagò “si troverà una soluzione positiva per tutti” ma, se la cifra richiesta da Sky dovesse essere eccessiva, ti dico che da abbonato che ha a cuore il bilancio della Rai posso tranquillamente immaginare di vedere le spazzolette del curling su Cielo Tv, tra una replica di MasterChef e una replica di XFactor

lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.