Citofonare Rai 2 con Simona Ventura e Paola Perego: l’ultima (si spera) invenzione del direttore Ludovico Di Meo

La direzione di Ludovico Di Meo è riuscita ad indebolire ulteriormente la già precaria situazione dell’offerta televisiva di Rai 2. Se si escludono i grandi eventi sportivi come l’olimpiade di Tokyo e gli europei di pallavolo femminile e maschile, la seconda rete Rai ha inanellato una sequenza di flop difficilmente ripetibile, unita alla produzione di programmi di cui non si sentiva il bisogno. A dicembre la direzione Di Meo finirà ma nel frattempo i programmi mediocri continuano. La domenica mattina va in onda Citofonare Rai 2, un programma che tra i tanti demeriti ha anche quello di proporre l’esperimento di co-conduzione di Simona Ventura e Paola Perego.

Il programma è talmente vecchio che io che ho 57 anni mi sento fuori target di una trentina di anni. Citofonare Rai 2 nelle intenzioni vorrebbe raccontare e accompagnare la domenica degli italiani. Sì, degli italiani ultraottantenni. La scrittura è immobile alla televisione dell’inizio degli anni ’90 quando le due conduttrici rappresentavano il nuovo che avanzava in tv. Ventura e Perego urlano come allora, con le loro voci più stridenti di allora, parlando a macchinetta più di allora. Impossibile evitare il mal di testa. Accolgono gli ospiti in salotto e al tavolo dove hanno la presunzione di rendere omaggio ad un gioco che ha fatto la storia della tv, quello dei fagioli di Raffaella Carrà. Citofonare Rai 2 è un programma inutile e vecchio. Gli argomenti, i filmati di repertorio, le interviste e l’impianto televisivo sembrano usciti dalla vecchia cassapanca della soffitta della nonna. Solo che più passano i minuti e più hai la certezza che da quella cassapanca-programma non uscirà niente che ti farà esclamare: wow! Io, da abbonato Rai, mi accontenterei di guardare un programma minimamente interessante che mi fa compagnia mentre preparo il pranzo della domenica, cosa che farebbe di me un telespettatore in target a dispetto della “giovane” età. Ma niente da fare. Per me guardare Citofonare Rai 2 è solo una perdita di tempo e non ho più intenzione di sprecare 2 ore della domenica mattina così.

***

Aggiornamento ascolto dell’11/10/21