Ed Sheeran a Che tempo che fa: Fabio Fazio e il suo stile, ti faccio domande di cui già so le risposte e le risposte le dico io, tu devi solo confermare

Cara direttrice di Rai 3 Daria Bignardi, ieri la Rai ha regalato al suo pubblico la partecipazione di Ed Sheeran a Che tempo che fa. Me lo sono perso in diretta perché come telespettatore non sono tra il pubblico di Fabio Fazio e poi in contemporanea andava in onda su TV8 Singing in the car con Lodovica Comello e non me lo potevo perdere.

Oggi però, il blogger tv che sono, ha recuperato su Rai Play i 20 minuti di questo importante momento televisivo per l’album delle figurine di Fabio Fazio a cui la Rai concede il privilegio di ingaggiare gli ospiti più importanti.

Le Teche Rai si arricchiscono di due belle interpretazioni live di Ed Sheeran ma potranno fare a meno dell’intervista di Fabio Fazio. Non mi stupisce più il mare di complimenti che Fazio rivolge a qualsiasi suo ospite. Quello che ancora mi stupisce dello stile Fazio è la assoluta inconsistenza delle sue domande, soprattutto quelle che rivolge alle star dello spettacolo. Il suo intento principale è fare le domande anticipando la risposte. Domande che introduce con “E’ vero che?”, per poi raccontare la risposta che l’ospite si trova inevitabilmente a confermare. E’ una tecnica di intervista che consente all’ospite di non fare nessuna fatica se non confermare la domanda/risposta dell’intervistatore. L’utilità dell’ospite è pari a quella di una fotografia con didascalia. Se poi l’ospite è un ragazzo di poche parole come Ed Sheeran allora l’intervistatore/risponditore Fabio Fazio si galvanizza e esce al naturale la sua voglia di emergere rispetto all’intervistato. Così comincia a fare “lo splendido” con battute alle quale spesso ride solo lui. Ieri, dopo la prima esibizione unplugged di Sheeran, ha piazzato questa battuta:

Fazio: Senti ma sei venuto solo con la chitarra?

Sheeran: Non in realtà suonerò un’altra canzone e ci sarà la band con me

Fazio: Ah ok. No perché… esagero… (rivolgendosi a lui come a dirgli “tienimi il gioco”) è arrivato con 3 tre tir per una chitarra! (rivolgendosi al pubblico sperando di farci ridere)

Sheeran: What?

Fazio: No, i camion

Sheeran: Oh, tir!

Fazio: mandiamo la pubblicità e poi ascoltiamo ancora Ed Sheeran

Cara direttrice di Rai 3 Daria Bignardi, non ci crederai ma ha saputo fare peggio quando parlando del tour di Sheeran che parte da Torino, Fabio Fazio ha detto:

Senti adesso stai per cominciare il tour mondiale che partirà dall’Italia, da Torino il 16 e il 17 marzo. Hai scelto l’Italia per partire. Torino è la città anche dove vive Luciana Littizzetto che è una nostra attrice, la nostra comica. Io avrei fatto un’altra scelta per partire, però spero che non venga a vederti. Insomma, comunque, ormai l’hai fatto, ormai è così.

Con questa battuta Fabio Fazio ha racimolato due spicci di risate dal pubblico in studio che ride non appena lui pronuncia il nome della Littizzetto. Cara direttrice di Rai 3 Daria Bignardi, a me però hanno fatto ridere di più le domande con risposta incorporata che Fabio Fazio ha fatto a Ed Sheeran. Ad esempio:

Sei l’unico caso che per tre giorni consecutivi nel 2015 10, 11 e 12 luglio, a Wembley hai cantato da solo davanti a 240.000 persone. Da solo. Scusa ma una cosa proprio se vuoi dirmela, ma quando uno è lì che ha progettato tutto questo, poi arriva e vede di fronte tutta questa gente a te non t’è venuta mai voglia di dire ho fatto una sciocchezza, ho fatto proprio una cavolata, in italiano si dice in un altro modo, ho fatto proprio che vado via. Non t’è mai venuta questa cosa? Ah si eh!…

Poi si è fatto tatuare un leone dopo quella esperienza, no? Il simbolo proprio dell’Inghilterra ce l’hai sul petto da allora proprio. Eccolo qua. Guarda che l’hai fatto tu, mica io! (mostrando la foto) perché ci sono le decalcomanie e poi invece loro scelgono, va bene. E’ andata così…

Però ho trovato molto interessante che dopo quella esperienza ti sei preso una vera pausa cioè hai deciso che dopo quella esperienza avevi bisogno di scendere dal palco e di vedere il mondo e hai cominciato a girare il mondo per davvero…
Ti sei anche bruciato in un vulcano, vero? Ha messo il piede in un vulcano. A chi non capita di mettere un piede in un vulcano? A chi non capita?…

Cara direttrice di Rai 3 Daria Bignardi, tu che nella tua carriera televisiva hai fatto centinaia di interviste “barbariche” come definiresti questo stile alla Fabio Fazio? Io lo definisco Bignamico. Si lo so è una battuta che non fa ridere ma era per finire il post con un omaggio allo stile di Fabio Fazio.

Annunci
Contrassegnato da tag , , , ,

One thought on “Ed Sheeran a Che tempo che fa: Fabio Fazio e il suo stile, ti faccio domande di cui già so le risposte e le risposte le dico io, tu devi solo confermare

  1. Giuseppe C. Budetta ha detto:

    COME SI FA A MANDARLI VIA?
    Alcuni programmi televisivi fanno propaganda per pseudo divi e pseudo artisti. Sarà mai possibile rottamare, o mettere in soffitta befane come Lilly Carlucci ( una volta c’erano altre due sorelle Carlucci, andate via con liquidazioni da sogno), Raffaella Carrà e babbi natale come Bruno Vespa, Pippo Baudo e Fabio Fazio? Penso che non sarà possibile liberare le tivù di Stato dalla gente inconcludente. In Italia, non si ama la vera cultura e la politica la fa da padrone. Come nelle chiese medioevali, le tombe di simili personaggi passati tra cento anni a miglior vita (si fa per dire, visto che la vita per essi è stata sempre ottima), saranno custodite in simulacri dorati nei corridoi della RAI.

lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: