Doctor Foster stagione 1: la serie che vi fa passare la voglia di tradire vostra moglie

Caro creatore di Doctor Foster Mike Bartlett, tra i tanti benefici di non essere sposato adesso posso aggiungere anche la possibilità di non rischiare di vivere l’esperienza di tradire mia moglie e subirne le conseguenze che hai immaginato in questa serie (5 episodi da 58 minuti ciascuno) che hai scritto per la BBC e che in Italia è nel catalogo di Netflix.

Doctor Foster ti cattura per il crescendo ben architettato che ti fa seguire le tappe della vendetta studiata da Gemma (il Doctor Foster, interpretata da Suranne Jones) nei confronti di suo marito Simon Foster (interpretato da Bertie Carvel) e della sua giovane amante Kate (interpretata da Jodie Comer). Se è vero che la vendetta è un piatto che va consumato freddo, Gemma Foster è una chef pluristellata dei piatti freddi.

Il tradimento che subisce Gemma è quello classico in cui l’uomo punta sulla strategia “negare sempre” e questa serie è una freccia nell’arco di chi invece crede che la cosa migliore sia “ammettere subito”. Inutile dire che il punto forte di Doctor Foster è l’identificazione del telespettatore sia esso un traditore, un tradito o semplicemente uno che si chiede “e se capitasse a me? Che farei?”. Il tema “corna e relative conseguenze” è un tema ampiamente trattato, da sempre, nelle fiction televisive come nel cinema. Caro creatore di Doctor Foster Mike Bartlett, eppure tu sei riuscito a rendere forte la storia e soprattutto ad alimentare la grande attesa per la grande vendetta che puntualmente è arrivata; molto più grande di quella che il telespettatore inizialmente si potesse aspettare da Gemma. Quando una serie riesce ad attaccarti allo schermo come mi è accaduto con Doctor Foster (binge watching in due serate) si può solo dire che è una serie riuscita.

Ed è proprio per l’intensità della prima stagione che ho accolto con una grande perplessità la notizia che girerete una seconda stagione di Doctor Foster. Il picco della vendetta, Gemma lo ha già raggiunto. L’idea che mi sono fatto è che qualsiasi cosa ti inventerai per tentare di raggiungere lo stesso livello di tensione difficilmente potrà reggere il confronto con la “sorpresa” ed il “furore” della prima stagione. Ci sono delle storie televisive che danno tutto in una volta e credo che Doctor Foster sia una di queste. Caro creatore di Doctor Foster Mike Bartlett, se la seconda stagione mi deluderà mi sentirò un bel po’ tradito; tranquillo, non volevo metterti paura.

Advertisements
Contrassegnato da tag , , , , , , ,

lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: