Francesca Barra conclude senza momenti di gloria la sua conduzione di In Onda su La7

Cara Francesca Barra, su La Stampa del 27/7/15 (intervista di Francesco Rigatelli) citi il tuo curriculum professionale per difenderti dalle critiche che a tuo dire ti arrivano “sempre come donna e non come professionista”.

Citare il proprio curriculum è sintomo della più grande delle debolezze per chi fa il mestiere del giornalista: dover puntualizzare quello che a tutti dovrebbe essere evidente.

A chi come me critica la tua conduzione impalpabile di In Onda dai il benservito:

“Forse sono tutti abituati a fare le primedonne e non capivano che anche se avevo un ruolo minore di Paragone a me andava bene. Secondo me il conduttore deve fare domande a aiutare il pubblico a capire di più. Il resto è protagonismo. Io non appartengo a nessuna parrocchia, mi criticano per questo” (da lastampa.it del 27/7/15).

Ma il tuo pezzo forte di autodifesa rimane lo sbandieramento del tuo curriculum televisivo soprattutto dopo l’articolo di Vittorio Feltri intitolato “Francesca Barra? Braccia rubate alle discoteche” (su ilgiornale.it del 5/7/15) che è diventato un po’ il manifesto dei tanti tuoi critici ai quali rispondi:

“Si scordano sempre il mio curriculum. Se un ospite maschile viene invitato spesso non lo nota nessuno, se succede a una donna si pensa subito male. Non è che mi hanno presa per caso a In onda. Avevo già lavorato con Paragone a La Gabbia e in radio e funzionavamo proprio per le nostre idee opposte. Prima ho collaborato con Matrix, Tiki Taka e Mattino 5 su Mediaset e condotto Omnibus estate su La7 (da lastampa.it del 27/7/15, intervista di Francesco Rigatelli).

Sul tuo blog, oltre al link alla pagina Wikipedia a te dedicata,  citi così il tuo curriculum:

Ho scritto su Sette, l’Unità e Pubblico.

LIBRI:
– Per Rizzoli: “Il quarto comandamento, la vera storia di Mario Francese che osò sfidare la mafia e di suo figlio Giuseppe che gli rese giustizia” e “Giovanni Falcone un eroe solo”
– Per Aliberti:” Non mi aspettare”, “A casa di Jo – piatti e ricette della mia tradizione”
– Per Mondadori: “Non è un paese per donne”

TV: ho lavorato quasi per tutti: sky, rai1, canale5, la7…
RADIO: “La bellezza contro le mafie” radio1 rai

Sulla tua pagina LinkedIn ha particolare rilievo la frase:

“Mi sono occupata di inchieste su donne vittime di mafia” (ndr. per il settimanale Sette Rcs).

Cara Francesca Barra, ora che anche i lettori di Caro Televip sanno di tutto e di più sul tuo curriculum (aggiungo io la scheda del tuo romanzo uscito quest’anno Verrà il vento e ti parlerà di me), posso dirti che se fossi in te ci aggiungerei:

“Nell’estate 2015 non ho saputo condurre In Onda su La7”.

Al termine di questa settimana concluderai la tua conduzione e tu e Gianluigi Paragone lascerete lo studio di In Onda alla coppia David Parenzo e Tommaso Labate. Del perché non mi è piaciuta la tua conduzione di In Onda ho già scritto dei tweet dopo la prima puntata e un post dopo una settimana. La puntata di ieri però mi sembra decisamente la più significativa per smontare il tuo assioma “Secondo me il conduttore deve fare domande a aiutare il pubblico a capire di più. Il resto è protagonismo”. Avevi ospiti Daniela Santanché e Maurizio Landini due che nella stessa trasmissione garantiscono la gazzarra che puntualmente c’è stata. Il conduttore avrebbe dovuto interromperla riportando la discussione su toni adeguati di educazione nei confronti dei telespettatori. Tu, muta come una bella statuina (ma con un grande curriculum), ti sei limitata a qualche tentativo di intervento ma la decisione da conduttrice vera l’hai tirata fuori solo quando l’assistente di studio ti ha imposto di lanciare la pubblicità. Ad una giornalista che sa fare autovalutazione ed autocritica basterebbe la conduzione della puntata di ieri per scrivere sul proprio curriculum: “Nell’estate 2015 non ho saputo condurre In Onda su La7”. Cara Francesca Barra, dopo la pausa estiva i tuoi fan torneranno ad ammirarti come opinionista prezzemolina in tv a cominciare, suppongo, da Tiki Taka su Italia 1 dove in quelle vesti sei stata molto apprezzata. Pierluigi Pardo ti aspetta a braccia aperte e chissà quanti tweet ti dedicherà quest’anno l’account ufficiale di Tiki Taka scrivendo

“Le #tikigirls di stasera: @sattamelissa, @francescabarra, @elenoirec. Appuntamento alle 23:10 con #TikiTaka! @social_mediaset”.

Tikigirl insieme a Melissa Satta ed Elenoire Casalegno! Un tweet da inserire nel curriculum.

 

Annunci

One thought on “Francesca Barra conclude senza momenti di gloria la sua conduzione di In Onda su La7

lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...