Agorà, talk show della confusione: tutto merito del conduttore Gerardo Greco

Caro Gerardo Greco, il tuo Agorà (su Rai 3 dal lunedì al venerdì dalle ore 8 alle 10) è il talk show politico dove si urla di più e dove gli ospiti si parlano di più uno sull’altro (molto più che a La gabbia di Gianluigi Paragone su La7 la domenica in prima serata).

Il merito di questo gran caos della tv del mattino di Rai 3 è tutto tuo. Sei tu che cavalchi questo andazzo, fedele al motto molto rumore per nulla.

Lanciare l’osso agli ospiti e farli azzannare l’uno con l’altro mentre tentano di spolparlo è uno degli elementi distintivi della tua conduzione. E’ un elemento secondario, visto che la tua principale preoccupazione è quella di modulare la tua voce impostata; una forma di narcisismo vocale che ti dà una certa riconoscibilità. Ognuno sfrutta le caratteristiche professionali che ha. Delle tue grandi capacità non poteva non accorgersi Tv Talk, il programma di Rai 3 e Rai Cultura che dovrebbe occuparsi di analizzare la tv in modo obiettivo ma preferisce fare la promozione dei programmi della Rai. Sabato scorso sei stato celebrato nello studio di Tv Talk dall’analista con la cofana in testa che ha magnificato gli ascolti di Agorà mentre l’analista spiritoso ha evidenziato che “con i titoli delle puntate di Agorà a Colorado ci farebbero dieci puntate”. Davanti a una considerazione così analitica non potevi che dare una risposta tecnicamente all’altezza:

“La realtà è che la mattina quando andiamo in onda alle otto meno un minuto non abbiamo ancora assolutamente idea e quindi sono tutti miracolistici questi titoli. Sono tutti nati, frutto della disperazione degli ultimi secondi prima di andare in onda. Però sono molto fecondi”.

Gli analisti di Tv Talk più che sottolineare il gran caos che c’è ad Agorà hanno preferito soffermarsi sul tuo stile “aggressivo nei confronti degli ospiti”. Tu hai mostrato di apprezzare molto questa considerazione che ti conferisce uno status di conduttore al quale evidentemente aspiri:

“No è che gli americani sono più compassati, sono più eleganti, la politica americana è più tranquilla. La politica italiana è questo. E poi, no, sporcarsi le mani, però insomma starci in mezzo e la si racconta così. Secondo me in maniera diretta la più dissacrante possibile, cioè le persone con cui tu parli devono rispondere alle tue domande se non rispondono gliela ripeti, gliela ripeti, poi gliela ripeti e poi via così” (da Tv Talk, Rai 3 del 7/3/15).

Caro Gerardo Greco, la grande confusione che regna ad Agorà dunque tu la imputi alle caratteristiche della politica italiana e non alla tua conduzione che lascia le briglie sciolte a politici debitamente scelti per fare gazzarra di primo mattino. Ma la tua teoria è facile da contestare. Alla stessa ora in cui va in onda il gran caos di Agorà, su La7 va in onda Omnibus, lo storico talk show di successo del mattino che ha costretto Rai 3 ad alzare la voce facendo nascere Agorà. Omnibus di La7 è la dimostrazione che i politici italiani possono confrontarsi per due ore in un talk show del mattino mantenendo toni adeguati, senza montarsi sopra con la voce uno sull’altro e senza un conduttore pronto ad alimentare la gazzarra televisiva come fai tu. Caro Gerardo Greco, non dare tutto il merito ai politici italiani della brutta cifra stilistica di Agorà. E’ un esercizio di modestia che non mi sembra essere nel tuo dna professionale.

Contrassegnato da tag , , , , ,

6 thoughts on “Agorà, talk show della confusione: tutto merito del conduttore Gerardo Greco

  1. fratti giuseppe scrive:

    Sono un estimatore della professionalità di Gerardo Greco. Lo seguo costantemente e ritengo che affronti il problema dell’immigrazione con particolare attenzione ed oggettività.
    Mi permetto di segnalarli peraltro alcune sintetiche considerazioni che non dovrebbero avere matrice politica scaturite solo dal vissuto sul campo.
    Sono convinto che l’immigrazione non sia una emergenza ma un fenomeno che durerà anni e anni bisognerebbe esiliare una sorta di derby tra le due posizioni dominanti e prendere come si suole dire il toro per le corna.
    Abbiamo bandi comunali e della prefettura che prevedono una colazione con marmellata burro brioche : ha senso ad esempio la brioche da molti italiano considerato un lusso?
    abbiamo alberghi a tre stelle con sistemazione in camera con servizi a due o tre posti servzo al tavolo pulizia delle camere : ha senso? Perché non chiedere agli immigrati di farsi la pulizia delle camere apparecchiarsi la tavola sparecchiare e lavare le stoviglie ?
    Perché questa disparità di trattamento con situazioni in cui pur prendendo lo stesso finanziamento cooperative e società di lucro ospitano in camerate con 20 persone e magari un solo bagno.
    Potrei continuare ma il problema sul quale chiedo a Greco di metter mano senza le tifoserie è quello di razionalizzare l’accoglienza e ridurre i costi senza ridurre la sostanza dell’accoglienza e poi basta con gli hotel a tre stelle senza offesa è da stupidi sollecitare la pancia di molti italiani che non possono permettersi di alloggiare nei tre stelle e avere una colazione servita ogni mattina con marmellata burro e soprattutto brioche.
    Segnalo che non faccio parte delle tifoserie e penso che l’accoglienza dobbiamo farla.
    Mi piacerebbe che AGORA’ discutesse queste considerazioni apparentemente banali ma che potrebbero ridurre significativamente i costi creare una sorta di giustizia nell’accoglienza e sollecitare meno la pancia degli italiani

    • ted scrive:

      Se mi capitasse la disavventura di finire in questa trasmissione manicomiale di Greco la prima cosa che faccio – NON CHE FAREI…, CHE FACCIO – è legarlo solidamente, imbavagliarlo – così finalmente tace invece di parlare e interrompere quasi esclusivamente a sproposito – e poi, forse, dico qualcosa anch’io… GRECO, ma fammi il piacere… LA TUA CONDUZIONE è SEMPLICEMENTE SCANDALOSAAAAAAAA… IL PEGGIO DEL PEGGIO!!!

  2. Lottie scrive:

    io ammiro Gerardo Greco e il suo AGORA’. A me sembra una trasmissione condotta bene, Dice l’essenziale dei fatti quotidiani di tutto il mondo. Peccato che io possa vedererla solo fino alle 9.00.

lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: