Doctor Who 8: quanto è facile cambiare faccia al Dottore

Caro Peter Capaldi, Rai 4 ha trasmesso il primo episodio dell’ottava serie di Doctor Who di cui sei il protagonista al posto di Matt Smith (la domenica alle 21.10 e in replica il sabato alle 20.20).

Smith è stato un dottore molto amato dai fan della serie e c’era un bel po’ di preoccupazione per quale faccia avrebbe sostituito la sua.

Preoccupazione che si è dimostrata inutile visto che ancora doveva andare in onda la sigla del primo episodio e mi avevi già conquistato. Il tuo è stato un arrivo in perfetto stile Doctor Who: sputato con tutto il TARDIS dalla bocca di un tirannosauro al centro della Londra vittoriana. Completamente frastornato ma, prima di perdere i sensi e spiegarci i dettagli di questa dodicesima reincarnazione del personaggio, hai avuto il tempo di tirare fuori il dna del Dottore con questa battuta da scozzese:

“Tutti voi sembrate così inglesi! Dovete aver preso una specie di virus”.

Poi, il tempo di farti un pisolino rigenerante ed eccoti già in azione insieme ad una non troppo stupefatta Clara (la brava Jenna-Louise Coleman) a combattere uno squadrone di cyborg che si autoalimenta con parti umane e che avrebbe tanto voluto farvi a pezzetti. Non ci sarebbe da stupirsi più di tanto se in una serie di fantascienza la faccia del protagonista cambia per esigenze produttive. Ma Doctor Who è una serie di culto ed ogni mossa sbagliata si ripercuote sul “mito” che non può essere scalfito. Scegliere te è stata una mossa azzeccata e, già dal secondo episodio, suppongo che gli sceneggiatori potranno limitare le troppe allusioni alle tue rughe e ai tuoi capelli grigi che hanno rallentato il primo episodio. Ho trovato troppo didascalica la telefonata di fine episodio che il Dottore con la faccia di Matt Smith fa a Clara per dirgli “Clara, lui sono io, il Dottore!” mentre tu con la nuova faccia del Dottore le tendevi la mano dicendole “Clara, lui sono io, il Dottore!”. Fossi stato uno sceneggiatore della serie avrei lasciato rosolare Clara per tre o quattro episodi nel dubbio di avere a che fare con il vero Dottore (in totale gli episodi sono 12). E invece, quando stava per essere uccisa dai cyborg perché il Dottore l’aveva abbandonata al suo destino, Clara non ha dubitato un secondo ed ha detto al capo di tutti i cyborg “Avanti, uccidimi! Se, come credo, dietro alle mie spalle c’è…”. Si, c’eri tu, il Dottore, con la sua nuova vecchia faccia a salvarla e pronto per ricominciare a condurla in giro per l’universo avanti e indietro nel tempo. Caro Peter Capaldi, in Italia, l’ottava stagione di Doctor Who non farà mai i numeri che ha fatto in Inghilterra (la premiere è stata vista da oltre 6 milioni di telespettatori, con uno share del 32,5 %) ma farà la gioia del pubblico di nicchia di Rai 4, una rete che, anche dopo l’addio di Carlo Freccero, si conferma come un punto di riferimento per chi cerca la serialità di qualità sul digitale terrestre in chiaro.

Annunci
Contrassegnato da tag , , ,

lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: