Giass, che sarebbe stato un grande flop era già scritto sul volto e nelle parole di Antonio Ricci nella video intervista di Grazia Sambruna di Tv Blog

Caro vice presidente Mediaset Pier Silvio Berlusconi, il grande flop del programma Giass di Antonio Ricci in prima serata su Canale 5 ha ricevuto la certificazione definitiva alla seconda puntata crollata al 7% di share (2 milioni di telespettatori). Un risultato che rivaluta persino il 7% di share fatto nel luglio 2012 da Quinta Colonna di Salvo Sottile. La prima puntata di Giass (i miei tweet) , che già aveva fatto gridare al flop, aveva ottenuto l’11% di share con 3milioni e 400mila telespettatori. Se dopo una Caporetto simile, Giass non verrà chiuso me ne darò solo una spiegazione: la tua sudditanza psicologica e culturale nei confronti di Antonio Ricci che ti ha lanciato nello sfavillante mondo della tv in qualità di figurante paninaro di Drive In

Eppure, un vice presidente come te avrebbe dovuto accorgersi che c’era qualcosa che non andava, non dico guardando il numero zero del programma come faceva un tempo papà Silvio, ma semplicemente guardando la faccia ed ascoltando le parole di Antonio Ricci in questa video-intervista che gli ha fatto Grazia Sambruna di Tv Blog in occasione della presentazione alla stampa di Giass. Per tutta l’intervista Antonio Ricci ha mostrato la faccia e ha usato le parole dello sconfitto, ancor prima che Giass andasse in onda. Dimostrazione che sapeva bene di aver confezionato un pacco vuoto. Caro vice presidente Mediaset Pier Silvio Berlusconi, ma ci pensi! Il tuo guru Antonio Ricci che nel giorno del lancio della sua creatura Giass si mette ad attaccare Tv Blog che “ha tentato di portargli sfiga” e che si mette a spiegare su cosa dovrebbero basarsi le critiche:

“le critiche devono basarsi sempre su un dato di fatto, su un dato reale. Sulla consapevolezza di qual è la mission che si pone una trasmissione. Se una trasmissione deve colpire un determinato tipo di pubblico, la sua vittoria sarà nel colpire quel determinato tipo di pubblico”.

Quel giorno, il problema principale di Antonio Ricci è stato quello di avere davanti una blogger sveglia, tagliente e ironica come Grazia Sambruna che ha risposto punto su punto a Ricci con il piglio divertente e divertito che un tempo aveva lo stesso Ricci. Grazia Sambruna non si è fatta “intimidire” dagli attacchi polemici del guru Ricci e non si è limitata a portare a casa una bella intervista ma ha anche risposto alla sfida dialettica del guru, uscendone vincitrice per KO tecnico in tutte le riprese e mettendolo al tappeto definitivamente con una appendice al loro incontro. Alla domanda di Grazia Sambruna “Lei ha detto che vorrebbe accalappiare un pubblico dai 15 agli 80 anni addirittura”, Antonio Ricci aveva risposto:

“non ci importa il risultato di ascolto più di tanto, ci interessa avere dai 15 agli 80 anni basta che siano persone intellettualmente attive. Non ci interessa un pubblico che accende la televisione e poi ci dorme. Noi vogliamo un pubblico che sia reattivo, che risponda anche alle provocazioni, che ci mandi anche al diavolo ma a ragion veduta e non perché lo deve fare comunque”.

E qui il colpo di genio (alla Ricci di un tempo) della blogger Sambruna:

“Va bene, allora restiamo che la recensione la facciamo fare anche a mia nonna. Le chiedo un parere su Giass”.

Parere che, anche su mia sollecitazione, è stato espresso in questo video e che mette una pietra tombale a qualsiasi spiegazione di Antonio Ricci sul suo pubblico di riferimento. Caro vice presidente Mediaset Pier Silvio Berlusconi, quella intervista ci dice anche che un big della televisione come Antonio Ricci soffre le critiche dei blog televisivi. Non solo perché ha definito Tv Blog “funzionale al sistema” (la risposta del direttore di Tv Blog Alberto “Malaparte” Puliafito) ma anche perché considera quello dei blog “uno sporco lavoro”:

“Dubito che chi scrive nei blog guardi sempre la televisione. Anzi secondo me la guarda e se non la guarda tante volte non la capisce. Però fa bene perché fa uno sporco lavoro che è anche quello che facciamo noi. Cioè non mi importa la realtà, mi importano i nostri pregiudizi e quello per cui dobbiamo agire”.

Dopo parole così sconclusionate mi è venuto il sospetto che Antonio Ricci si stia preparando a tornare a fare l’autore dei testi di Beppe Grillo. Caro vice presidente Mediaset Pier Silvio Berlusconi, Giass di Antonio Ricci è molto più di un grande flop. Giass di Antonio Ricci è l’ ennesima dimostrazione che la crisi della tv generalista commerciale gratuita è ad un punto morto e che chi la fa, non sapendo come rianimarla, anziché rimboccarsi le maniche se la prende con quelli che scrivono su twitter, come certifica questo tweet della redazione di Giass:

“Tutti quelli che farebbero grande la televisione italiana sono troppo impegnati a scrivere su Twitter”.

E quel che è peggio è che, mentre scrivo, tu ancora non hai avuto il coraggio di fare uno sgarbo al guru Ricci chiudendo Giass, un brutto programma che non piace al pubblico di Canale 5.

3 risposte a "Giass, che sarebbe stato un grande flop era già scritto sul volto e nelle parole di Antonio Ricci nella video intervista di Grazia Sambruna di Tv Blog"

  1. Sandra 3 aprile 2014 / 10:19

    Ancora troppi italiani guardano questa spazzatura.
    Non si rendonmo conto che si tratta solo di propaganda nel nullismo menefraghista?

  2. viga1976 25 marzo 2014 / 13:03

    che poi ricci…Con la tua striscia ti sei scelto benissimo il tuo pubblico di riferimento: quelli che gridano pappamagna e mortozombi. Come pretendi di parlare di pubblico attivo,quando striscia fa proprio il contrario dando cattivi ben definiti,facendo campagne di denigrazione dei “nemici”,ecc..ecc..
    Magari la pensione ti farebbe bene. Mentre a Luca e Paolo auguro di sparire dalla tv per tornare a lavorare in teatro o in altri posti,forse potrebbero ritrovar un po’ di ispirazione,perchè il brutto di giass è proprio nella loro conduzione
    E nelle spiritosaggini tipo il romano , il quale non sa che deve andar al lavoro sempre . Che bassezza

    • akio 25 marzo 2014 / 13:36

      grazie Viga! hai integrato perfettamente il mio pensiero!

lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.