Il capo della Cia aveva l’amante a insaputa del Presidente degli Stati Uniti d’America. E adesso, caro Letterman, facci ridere! Se ci riesci.

Caro David Letterman, quanto mi sono divertito alle tue battute sull’Italia del “caso Amanda Knox”, del caso “Costa Concordia-Schettino” e del “caso Bunga-Berlusconi-Bunga”. Non vedo l’ora di vedere quanto mi farai divertire con le tue battute sul “caso Cia-David Petreaus-Paula Broadwell”. Possiamo dire che l’intelligence degli Stati Uniti d’America fa ridere quanto e anche di più di certe italiche pecche. Gli Stati Uniti d’America stanno facendo ridere tutto il mondo con la storia del capo supremo della Cia che si è dovuto dimettere perché ha avuto un’amante che secondo l’FBI poteva accedere alle sue e-mail. Che ridere!

La Cia, l’agenzia di intelligence più potente al mondo, dello stato più potente al mondo, che se viene attaccato determina conseguenze drammatiche per tutto l’Occidente, ridicolizzata per una storiella di sesso proprio come Silvio Berlusconi. Una delle preoccupazioni del caso Bunga-Berlusconi-Bunga è stata che le sue amanti avrebbero potuto ricattarlo mettendo a rischio anche la sicurezza nazionale. Una cosetta da ridere in confronto ad un possibile ricatto nei confronti del capo della Cia! Ma la cosa più ridicola è che il caso-Petreaus-Cia viene fuori subito dopo la rielezione di Barack Obama e a pochi giorni dalla testimonianza alla commissione di Senato e Camera che Petreaus avrebbe dovuto fare sul gravissimo caso della morte dell’ambasciatore e di altri diplomatici statunitensi a Bengasi. Da ridere! Il presidente Obama è stato informato solo da poco che Petreaus secondo l’Fbi avrebbe potuto essere sotto ricatto? Da ridere! Caro David Letterman, difficilmente riuscirai ad infilare una serie di battute all’altezza di questo ridicolo scandalo ma, ora che Obama è stato rieletto e ha davanti 4 anni sicuri di presidenza senza l’assillo di vincere le prossime elezioni, potresti invitarlo di nuovo al Late Show ed essere meno amichevole dell’ultima volta quando avete fatto “pugnetto”. Questa cosa che il capo della Cia aveva l’amante a insaputa del Presidente degli Stati Uniti d’America, nonché comandante in capo dell’esercito più potente del mondo, meriterebbe un terzo grado, altro che “pugnetto”. Caro David Letterman, non credo riescirai a farci ridere su questo dramma dell’intelligence americana a insaputa del comandante in capo. E non credo nemmeno che ti impegnarai più di tanto per ridicolizzare il tuo amico Barack Obama. Quindi per divertirmi un po’ su di lui, seguirò il caso Petreaus su Colbert Nation.

Una risposta a "Il capo della Cia aveva l’amante a insaputa del Presidente degli Stati Uniti d’America. E adesso, caro Letterman, facci ridere! Se ci riesci."

lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.