Piazzapulita e Servizio Pubblico: stesso tema? Stessa trasmissione. Stesso giorno, stessa ora.

Cari Michele Santoro e Corrado Formigli, ieri sera più di ogni altro giovedì è emerso in tutta la sua evidenza che continuare a sovrapporre la messa in onda di Piazzapulita e Servizio Pubblico è un vero e proprio spreco di lavoro per voi e un togliere ai telespettatori la possibilità di vedere entrambe le vostre trasmissioni. Non potete non rendervi conto che fare due trasmissioni identiche come quelle di ieri sera sul tema della Tav in Val di Susa, è semplicemente assurdo. La copertina iniziale quasi identica con le immagini degli scontri tra No Tav e forze dell’ordine. Lo stesso omaggio musicale a Lucio Dalla con le stesse parole di Futura (a Piazzapulita sulle immagini di chiusura della copertina e a Servizio Pubblico ad inizio trasmissione). Continua a leggere

La prima di Santoro su Cielo: una lezione per Sky

Caro general manager Sky terrestrial channels Susan Wakefield, la prima puntata di Servizio Pubblico trasmessa ieri da Cielo ha ottenuto un incoraggiante 1,81% di share con 446.000 ascoltatori medi e 2,7 milioni di contatti netti. In attesa di sapere il dato globale (su SkyTg24 ha fatto 276.000 spettatori circa, ai quali vanno aggiunti quelli delle emittenti locali + web; se mai l’Auditel riuscirà a produrre i dati in tempi accettabili), si può definitivamente affermare che il gruppo Sky Italia su Michele Santoro si è sbagliato. Continua a leggere

Cielo sfida La7: manda in onda Servizio Pubblico di Michele Santoro

Caro general manager Sky terrestrial channels Susan Wakefield, non ho fatto in tempo a manifestarti la mia delusione per l’idea di trasmettere Il Principiante con Emanuele Filiberto che già mi costringi a dirti brava per aver scelto di aggregare Cielo alle emittenti che trasmettono Servizio Pubblico di Michele Santoro (da giovedì 12 gennaio 2012 alle ore 21 sul canale 26 del digitale terrestre). Ti sei detta orgogliosa di questa scelta perché “Mai come in questo periodo è forte la richiesta da parte del pubblico di avere un’informazione indipendente”. Continua a leggere