Mission di Rai 1 in due tweet di Caro Televip

Le polemiche preventive su Mission di Rai 1: è sbagliato il cast non l’idea di base che però andava spiegata bene senza far pensare ai reality

Caro direttore di Rai 1 Giancarlo Leone, tra pochi giorni è ferragosto e ti ritrovi a dover fronteggiare le polemiche per un programma che trasmetterai a fine novembre e di cui nessuno ha visto un fotogramma. Polemiche preventive e, molto probabilmente, pretestuose. Perché può avvenire una cosa del genere è facile da comprendere. Voi avete annunciato un programma con 8 vip come protagonisti al seguito dei volontari in missione umanitaria per 15 giorni. Sul dal Tv Radiocorriere on-line spiegate anche come sarà strutturato il programma:
“Protagonisti otto celebrities che vivranno 15 giorni insieme ai volontari che lavorano nei campi profughi in giro per il mondo, immergendosi in una realtà umana e ambientale molto dura. Una volta rientrati in Italia, i personaggi porteranno in studio oggetti personali che verranno messi all’asta e assumeranno il ruolo di testimonial per la raccolta fondi che si svolgerà durante la puntata. I contributi dei telespettatori verranno destinati alla missione che ha ospitato il personaggio”.

Continua a leggere