Ma quale Ilary, per far resuscitare il Grande Fratello ci vuole Belen

Cara Alessia Marcuzzi, vederti solo negli spot col bifidus ti restituisce una dimensione casalinga più concreta rispetto a quella di padrona di casa del Grande Fratello 12. In un solo vasetto dello yogurt che pubblicizzi c’è molta più sostanza che in 9 mesi di Grande Fratello (ed ha anche una funzione socialmente più utile). E’ stata una stagione televisiva difficile per te. Ti eri preparata a guidare quella che credevi essere la solita formula 1 della tv generalista e invece ti sei ritrovata a lottare per la seconda fila. Ora si fanno insistenti le voci che vorrebbero mettere in discussione il pilota anziché il costruttore, la macchina, gli ingegneri ed i meccanici. Si parla di una tua sostituzione alla guida del Grande Fratello 13. Continua a leggere

C’è muffa-fuffa nella casa del Grande fratello 12

Cara Alessia Marcuzzi, se l’Isola dei famosi non fa ridere i suoi concorrenti a causa dei morsi della fame che li attanagliano, il Grande fratello fa piangere i suoi concorrenti per le solite storie di corna. Domenica sera, il tuo ingresso in studio ha calamitato la mia attenzione. Indossavi una tunica minigonnata salmonata che mi ha immobilizzato davanti a Canale 5 nell’incertezza di chiedermi se considerarla un abito da vestale o una vestaglia da camera. Il tempo di rispondere a questa domanda e sono finito nella rete della storia con cui hai aperto la serata: una storia di corna. O meglio, la solita storia di corna di cui il Grande fratello si ciba da anni. Eppure sentivo che quella storia di corna aveva qualcosa di diverso e il presentimento si è rivelato attendibile. Continua a leggere

Come dare un senso alla prossima edizione del Grande Fratello

Cara Alessia Marcuzzi, il primo lunedì del Grande Fratello senza Fiorello vi siete sentiti così sicuri che avete allestito una puntata più insignificante del solito. Solo così si spiegano le ospitate di Giucas Casella e della ex concorrente del Grande Fratello non so che numero, Guendalina non so il cognome. Il primo ha riproposto il suo cavallo di battaglia della tv primi anni ’90: il camminamento sui carboni ardenti. Una di quelle cose che quando la rivedi pensi a quanto la tv fosse inguardabile già allora. Guendalina non so il cognome, invece si è prodotta in un ingresso da star nella casa tra gli applausi del pubblico e dei concorrenti i cui volti erano illuminati dalla immensa sorpresa che avete voluto regale loro. Continua a leggere