Nicola Savino non si arrende: ancora va in giro a parlare dell’Isola dei famosi

Caro Nicola Savino, eri in studio come sostituto conduttore, il giorno in cui Simona Ventura si lanciò anima e corpo dall’elicottero per approdare sull’Isola dei famosi decretandone di fatto la fine (in coda ti lascio il mio post necrologio dello scorso anno). Chissà se quel giorno già sapevi che l’avresti sostituita definitivamente nell’edizione di oggi; quella che non sarebbe mai dovuta nemmeno cominciare. Sta di fatto che da sostituto conduttore hai creduto nei tuoi mezzi al punto di voler essere il conduttore di una edizione fantasma dell’Isola dei famosi. E vai anche in giro a rivelare i tuoi desideri per la prossima edizione! Continua a leggere

Il Bagaglino? E chi se lo scorda!

Caro Leo Gullotta, essere un attore impegnato non ti impedisce di non rinnegare gli anni disimpegnati del Bagaglino ma, rilevo con piacere che li ricordi senza esaltarli. Intervenendo alla trasmissione di Radio1 Attenti a Pupo hai affermato: “Il viaggio televisivo del Bagaglino è durato 22 anni e, indipendentemente dal giudizio, ha raccontato i nostri anni ’80 in Italia. Oggi non so indicare chi potrebbe essere il personaggio più bersagliato, non è possibile fare un confronto. I comici sono stati sostituiti da politici-comici”. Caro Leo Gullotta, che il Bagaglino abbia raccontato i nostri anni ’80 è pura esagerazione. Continua a leggere