In attesa che Luisella Costamagna scriva una lettera all’editore di Agon Channel Francesco Becchetti

Cara Luisella Costamagna, come molte altre star della tv italiana quest’anno sei stata una delle star della stagione di lancio di Agon Channel Italia, la versione tricolore della tv albanese che ha iniziato a trasmettere sul canale 33 del digitale terrestre italiano il 26 novembre 2014 con un gran gala condotto da Simona Ventura e con ospite Nicole Kidman.

Tutte star che non si sono fatte influenzare dalle perplessità su Becchetti e che di certo non sono state felici quando un mese fa la magistratura albanese ha emesso un ordine di cattura nei suoi confronti dal quale l’imprenditore romano si difende dichiarandosi vittima innocente.

Da quando è scoppiato “il caso Becchetti” ti chiedo su twitter di esprimerti con una delle tue letterine tipo Caro Televip che pubblichi su Il Fatto Quotidiano. Appena uscita la notizia ti ho scritto su twitter:

“Cara @luisellacost mi aspetto una tua lettera al tuo editore #Becchetti e anche una puntata di #leinonsa finché sarà a piede libero”.

Da te che ti sei autoinvestita del ruolo di fustigatrice dei poteri e dei potenti mi aspettavo un pezzo, una intervista, un’opinione, anche solo un tweet di risposta alla semplice domanda che ti ho fatto questa mattina:

“Cara @luisellacost nella prossima stagione tv condurrai ancora #leinonsa su #agonchannelit e nel caso intervisterai l’editore #Becchetti?”.

Una grande giornalista come te non è certo tenuta a rispondere a un blogger tv come me. Un po’ come Matteo Renzi non è tenuto a rispondere alla tua richiesta di averlo ospite a Lei non sa chi sono io su Agon Channel Italia. E infatti in tutte le puntate della prima stagione lo hai ricordato al tuo scarsissimo pubblico con una pantomima ispirata a C’è posta per te di Maria De Filippi; tu che chiedi ad una specie di postino: “il presidente del Consiglio Matteo Renzi, ha accettato il nostro invito?”. No, cara Luisella Costamagna, Matteo Renzi finora al massimo ti ha fatto rispondere “la vedo difficile” dal suo guru della comunicazione Filippo Sensi, così hai detto dopo uno dei tuoi siparietti in versione De Filippi. Cara Luisella Costamagna, vorrei tanto che la tua penna mi spiegasse perché da quando è stato spiccato il mandato d’arresto nei confronti di Becchetti, l’emittente Agon Channel ha modificato il suo logo aggiungendo la scritta: “Je Suis Agon Channel Free”. L’Albania sta facendo un attacco alla libertà di informazione? Agon Channel fa così paura in Albania? Agon Channel è un canale capace di far tremare il potere governativo in Albania? Domande di questa portata richiederebbero un approfondimento di una giornalista della tua portata ma finora tu non l’hai ritenuto alla tua altezza o alla tua portata. Cara Luisella Costamagna, la giustizia albanese farà il suo corso e c’è da augurarsi che l’editore Francesco Becchetti risulti innocente come si dichiara. Spero anche che ci sia una seconda edizione del tuo programma Lei non sa chi sono io e che Matteo Renzi accetti il tuo invito. Dubito che lo farà. E’ abituato a palcoscenici televisivi importanti che hanno milioni di telespettatori, non credo che si abbasserà mai a farsi intervistare da te a Lei non sa chi sono io su Agon Channel Italia. C’è da capirlo, quest’anno hai avuto come ospiti di punta Antonio Di Pietro, Gianfranco Fini e Daniela Santanché, perfino l’ultimo dei blogger televisivi eviterebbe di sedersi in quello studio.

Annunci

lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...