I grillini ora sono innamorati dei talk show

Caro padre fondatore del Movimento 5 Stelle Beppe Grillo, non c’è talk show politico che non veda la presenza di esponenti del Movimento 5 Stelle, il movimento che aveva tra le sue parole d’ordine “vietato andare in tv” oggi è presente esattamente come tutti gli altri partiti politici con propri esponenti in tutti i talk show politici.

Sono lontanissimi i giorni in cui tuonavi “Noi non andremo in televisione, noi la occuperemo” e Alberto Airola membro 5 Stelle nella Commissione Vigilanza RAI spiegava al popolo grillino sul tuo blog “Perché non andate mai in Tv? Ecco tutta la verità” e più specificatamente “Perché no ai talk show“.

Poi è giunta la sonora sconfitta alle elezioni europee, tu ti sei detto un po’ stanchino, hai creato un direttorio e, soprattutto, hai dato il via alla liberalizzazione dei grillini in tv. Non solo nei pastoni dei telegiornali. I grillini oggi sono perfettamente integrati nei meccanismi dei talk show in rappresentanza di una significativa voce dell’opposizione parlamentare come è sempre stato dal 1948 ad oggi. Anche tu, nonostante la stanchezza, non lanci più fulmini e saette ai giornalisti ma languidi sorrisi. Dieci giorni fa sei stato il capofila della marcia per il reddito di cittadinanza e la cosa più interessante di questa iniziativa politica è stata la tua totale disponibilità a parlare a qualsiasi cosa potesse anche lontanamente sembrare un microfono. Alla vigilia hai concesso una lunga intervista a Paolo Celata per il programma Bersaglio Mobile di Enrico Mentana su La7 e poi la sera in diretta hai risposto a Celata che ti aspettava fuori dall’albergo al rientro dalla cena. Celata ha rivelato che avete una specie di accordo secondo il quale se lo avessi lasciato cenare in santa pace lui poi ti avrebbe rilasciato qualche dichiarazione. E’ stato davvero molto divertente molto meglio delle tue ormai stantie battute pseudo politiche. Il giorno dopo eri in testa al corteo e parlavi on the road in diretta con l’inviata di SkyTg24 che ad un certo punto ha dovuto interrompere il collegamento ma senza la paura di perderti perché sei stato tu a darle l’appuntamento “ci vediamo più avanti allora”. Irresistibilmente divertente. Tra i grillini più televisivi c’è il pulitino Luigi Di Maio che, anche in virtù del suo prestigiosissimo incarico istituzionale di vice presidente della Camera dei deputati, imperversa nei talk show e nelle trasmissioni faccia a faccia come Otto e Mezzo di Lilli Gruber su La7. Questo post diventerebbe troppo lungo se dovessi fare la lista dei grillini ospiti dei talk show che, come ho già scritto, certificano definitivamente la rivincita della vecchia tv su Beppe Grillo. Una immagine vale 1000 parole e infatti la cosa più efficace è visualizzare il concetto di questo grande amore che è sbocciato tra i grillini e i talk show. Ieri sera la deputata del Movimento 5 Stelle Carla Ruocco è stata ospite del salotto di tutti i salotti dei talk show politici: Porta a Porta di Bruno Vespa su Rai 1. Si parlava di pensioni. Nulla meglio dell’immagine di presentazione della Ruocco può spiegare quanto oggi ci tenete ad essere presenti nei talk show. La Ruocco ha sfoderato un sorriso che nemmeno Daniela Santanchè al compleanno di Barbara D’Urso ma soprattutto si è vestita da gran soirée, con un mix di volant e trasparenze black da far invidia a Rihanna for Dior. Caro padre fondatore del Movimento 5 Stelle Beppe Grillo, è giusto così. Il Movimento 5 Stelle adesso ama i talk show e quando si ama si flirta con il proprio partner in tutti i modi.

Annunci
Contrassegnato da tag , , ,

One thought on “I grillini ora sono innamorati dei talk show

  1. Sergio Calamandrei ha detto:

    Il movimento 5 stelle va benissimo nelle fasce più giovani della popolazione mentre fatica tra gli elettori che hanno più di 55 anni. Devono aver considerato, giustamente, che l’unico modo per mettersi in contatto con chi ha più di 55 anni è la televisione.

    “Sondaggi politici 20/04/2015 su La7: previsioni elettorali 18-54 anni, 55 e over, fiducia nei leader

    Se oggi 20 aprile 2015 si andasse a votare alla Camera per le elezioni Politiche, gli elettori di età compresa tra i 18 e i 54 anni, farebbero trionfare il M5S con il 29,3%, primo partito davanti al PD che raccoglierebbe solo il 27,0%. la Lega Nord riceverebbe il 17,2%, Forza Italia appena il 10,3%. L’elettorato dai 55 anni in poi, è con il Partito Democratico per il 43,4%, la Lega al 14,6% e Forza Italia al 14,0%, farebbero meglio del Movimento 5 Stelle al 12,5%, questi sono gli effetti di una forza politica che non compare in tv con i suoi esponenti e che si appoggia prevalentemente al web tramite il blog di Grillo e i social.”

    http://it.blastingnews.com/politica/2015/04/sondaggi-politici-oggi-20-04-intenzioni-di-voto-elettorali-totali-e-per-fasce-d-eta-00357343.html

    http://www.stradeonline.it/8-istituzioni-ed-economia/1096-il-pd-e-il-partito-di-chi-ce-l-ha-fatta-chi-rappresenta-tutti-gli-altri

lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: