Il giornalista Vittorio Feltri dà un 4 in pagella alla giornalista Milena Gabanelli

Cara Milena Gabanelli, il 4 in pagella che ti ha rifilato Vittorio Feltri nel suo libro Buoni e cattivi (scritto con Stefano Lorenzetto per Marsilio editore) è un giudizio molto più pesante dal punto di vista qualitativo che quantitativo perché è argomentato con una serie di opinioni non proprio lusinghiere sul tuo modo di fare giornalismo televisivo. Nel libro, Feltri compila le sue pagelle e dà il voto ai personaggi conosciuti in 50 anni di giornalismo e tu ti sei guadagnata la citazione a causa dell’inchiesta di Report dedicata al quotidiano Libero, quando lui ne era il direttore.

Scrive Vittorio Feltri:

“Nel 2007, quand’ero direttore di Libero, mi mandò in redazione i suoi schiavetti. Non venne lei personalmente: sporcarsi le mani con Feltri, non sia mai! L’operazione di killeraggio era stata accuratamente studiata a tavolino. Il suo Report doveva dimostrare che stampavamo un sacco di copie inutili per lucrare, in quanto cooperativa, più contributi statali, parametrati sulle tirature”.

La puntata di Report a cui si riferisce Feltri è quella del 27/5/2007 che, nella parte dedicata al “Come è andata a finire”, riprendeva il filo dell’inchiesta di Bernardo Iovene intitolata Il finanziamento quotidiano andata in onda il 23/4/2006).  Sul sito report.rai.it, c’è tutta la puntata e al minuto 10 e 40 secondi si può gustare il vivace scambio di battute tra Iovene e Feltri (c’è anche il testo dattiloscritto!).

Cara Milena Gabanelli, a Vittorio Feltri ancora scotta quella puntata di Report se a distanza di sette anni scrive nel suo libro:

“Non mi aveva permesso di replicare, anzi aveva artificiosamente selezionato brandelli delle mie risposte, lasciandole in sospeso con un sapiente montaggio in modo da far pensare ai telespettatori che io non sapessi come difendermi. Una scorrettezza inaccettabile”.

E, ricordando che lui invece pubblicò in prima pagina la tua lettera di autodifesa, esprime una valutazione qualitativa sul tuo stile giornalistico facendo un esempio:

“Lo stile giornalistico della signora è questo: tendere trappole. Ne sa qualcosa il leggendario Peter Arnett, ex inviato di guerra della CNN. Si trovarono insieme a Saigon, lui la portò a visitare la strada dei bordelli e lei lo filmò mentre cercava di rimorchiare una ragazzina vietnamita in una stanza illuminata da due candele. E poi mandò in onda. Sputtanato a vita” (da Buoni e cattivi di Vittorio Feltri scritto con Stefano Lorenzetto, Marsilio editore).

Cara Milena Gabanelli, era l’epoca delle tue prime inchieste, quando lavoravi per Mixer di Giovanni Minoli e la tua  intervista a Peter Arnett è anche nell’archivio on-line del Corriere della Sera. In quanto alla messa in onda del filmato di cui parla Feltri, per riportare l’altra campana (la tua), ecco la risposta che hai dato a Dagospia:

“Stavo facendo un servizio sui grandi inviati di guerra e mi aveva trascinato per le strade di Saigon fino alla zona dei bordelli. Quando ha cominciato a fare il cascamorto con una ragazzina cosa dovevo fare: spegnere la telecamera? Ho continuato a girare…” (da dagospia.com del 3/5/2013).

Feltri nel suo libro fa riferimento proprio alla tua gavetta con Minoli per darti la stoccata finale:

“La pluriquerelata conduttrice di Report è dotata di capacità professionali notevoli. Però mi sorprende che dalla scuola di Giovanni Minoli, un professionista serio, sia uscita un’allieva così sleale. Voto 4”.

Cara Milena Gabanelli, l’idea che mi sono fatto scrivendo questo post è che voi giornalisti non fate una vita così interessante come si dice.  

Annunci
Contrassegnato da tag , , ,

lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: