Nella nuova Italia di Matteo Renzi torna il vecchio Grande Fratello di Pier Silvio Berlusconi

Caro vice presidente Mediaset Pier Silvio Berlusconi, da ieri l’Italia ha un nuovo presidente del Consiglio, Matteo Renzi, che non ha solo la metà degli anni di tuo padre ma ha anche 6 anni meno di te. Il suo mandato inizia in contemporanea con l’inizio della messa in onda della tredicesima edizione del Grande Fratello che torna su Canale 5, lunedì 3 marzo 2014, dopo due anni di pausa che tu speri sia servita a farlo tornare agli antichi fasti di audience. Quando dicesti che il Grande Fratello aveva bisogno di un periodo di riposo mi illusi che fosse un riposo eterno. L’edizione numero 12 del Grande Fratello fece piangere più del solito.

Negli anni è stato scritto di tutto su quello che il Grande Fratello ha significato per la televisione italiana. Io sono fra quelli che ritengono abbia generato un mare infinito di trash e di sottocultura, abbassando fino ai minimi termini il livello della produzione di tutte le emittenti televisive generaliste. Il Grande Fratello ha stabilito la regola che non serve saper fare qualcosa o avere qualcosa da dire per diventare un personaggio televisivo, anche se solo usa e getta. Che nel 2014 un grande broadcaster come Mediaset punti ancora su un programma come il Grande Fratello, solo per fare fatturato a basso investimento, è la prova di una involuzione produttiva che non può essere giustificata con la crisi economica bensì con la crisi di una dirigenza impreparata ad andare oltre quella crisi e superarla con la forza di nuove idee e nuovi obiettivi strategici.
Caro vice presidente Mediaset Pier Silvio Berlusconi, tu ora mi dirai che Mediaset ha obiettivi strategici molto importanti visto che sembra vogliate fare un accordo con la spagnola Telefonica per essere protagonisti nel mercato crossmediale, quello che offre al pubblico l’integrazione di servizi telefonici, televisivi e internet super veloce. Un eventuale accordo con Telefonica potrebbe voler dire che Mediaset avrebbe persino la possibilità di entrare in gioco nella grande partita che riguarda Telecom Italia; sarebbe davvero un colpo storico. Certo, la situazione italiana delle infrastrutture necessarie per rendere capillare la banda larga casalinga non induce all’ottimismo ma con un super veloce e super tecnologico presidente del Consiglio come Matteo Renzi nessuna fantasia ottimistica è impossibile. Matteo Renzi, sarà in grado di decidere a velocità supersonica se è necessario lo scorporo della rete Telecom o no? Solo un mese fa, il suo predecessore Enrico Letta considerava lo scorporo di Telecom come “l’extrema ratio se non vengono raggiunti gli obiettivi di sviluppo della banda larga” (da Il Sole 24 Ore, 30/1/2014). Lo scorporo di Telecom sarebbe davvero appetibile per gli investimenti di una grande azienda di comunicazione come la vostra.
Caro vice presidente Mediaset Pier Silvio Berlusconi, come vedi seguo con attenzione gli scenari strategici mega galattici che vi vedono protagonisti ed è proprio per questo che rimango frastornato quando da una parte ti vedo acquistare per 660 milioni di euro i diritti 2015/2018 della Champions League (tipico contenuto pregiato da impacchettare per il mercato crossmediale) e contemporaneamente trasmettere il Grande Fratello 13 su Canale 5 per racimolare contanti a basso costo. No, non ce la posso fare a capire le vostre strategie manageriali anche perché adesso mi devo concentrare a capire una cosa più importante. Il Grande Fratello 13 durerà 100 giorni e saranno in concomitanza con i primi 100 giorni del primo governo di Matteo Renzi. Il mio primo obiettivo strategico sarà quello di fare molta attenzione a distinguere tra i contenuti che usciranno dai consigli dei ministri e quelli che usciranno dalla “casa” del Grande Fratello 13. Il mio secondo obiettivo strategico sarà un po’ più difficile da raggiungere. Proverò a sforzarmi di seguire il Grande Fratello 13 per il tempo minimo necessario a vedere se nella “casa” avrete messo più renzini o più grillini e che tipo di reazione neuronale genererà questa con-fusione esplosiva. Italia, Anno Domini 2014: vanno in onda contemporaneamente il governo Renzi 1 e il Grande Fratello 13.

lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.