Datagate: propongo Giovanna Botteri come nuovo portavoce della Casa Bianca al posto di Jay Carney

Cara corrispondente Rai da New York Giovanna Botteri, ieri proprio non ce l’ho fatta ad aspettare l’una di notte per seguire la tua corrispondenza in diretta durante il Tg3-Linea Notte. Ho seguito Piazzapulita su La7, che mi ha conciliato un sonno talmente profondo che questa mattina mi sono svegliato in ritardo. Su twitter, @EmilianoPompei, mi dice che stanotte hai minimizzato il caso Datagate. Così questa mattina sono corso su Rai Replay per ascoltarti. Non volevo credere alle mie orecchie. Tu non hai minimizzato il Datagate. Tu lo hai smontato il Datagate.

Rileggo, a bocca aperta, il testo integrale della tua corrispondenza/editoriale: 

“Oggi Obama ha scelto il nuovo capo dell’FBI ed è lo stesso uomo che nel 2004 si oppose all’amministrazione Bush-Cheney sulle intercettazioni. Ed è anche quello in qualche modo un segnale di questa amministrazione. Sono poco meno di 129 miliardi le telefonate spiate. Naturalmente si tratta non di telefonate spiate, intercettate, ma di numeri telefonici incrociati. Sarebbe pazzesco così un numero così grande di telefonate, sono 70 milioni in Francia, 60 milioni in Spagna, 46 milioni in Italia. Sarebbe impossibile intercettare le telefonate. Quello che viene fatto è l’incrocio cioè, cercando di capire una serie di numeri che invece sono controllati, di persone che sono già state identificate, di zone particolarmente a rischio dove ci sono forti centrali del terrore, vedere le telefonate in entrata e in uscita verso l’Europa. Quello che dice Carney, e che confermano i vertici della NSA, è che il presidente non lo sapesse. Naturalmente questo è un altro problema perché 16 agenzie federali, la NSA e la CIA spiano capi di stato e di governo e non informano il presidente di questo? E l’altra cosa a cui evidentemente stavate pensando in studio è perché questo esce adesso, perché esce in questo momento. Snowden, tutti i documenti che ha trafigato, che ha trafugato, li ha dati a Greenwald, l’ex giornalista del Guardian che li sta vendendo, li sta vendendo naturalmente a chi se li compra Der Spiegel, Der Bild, in Germania, Cryptome (ndr. ???) che è questo sito internet, El Mundo. Evidentemente escono, escono, le cose, come vengono comprate? Come e chi decide di farle uscire? C’è evidentemente una regia europea da una parte e anche interna, perché in questo momento l’attenzione è forte negli Stati Uniti sul problema della legge sanitaria, sull’Obama Care. Certo è che entro la fine dell’anno ci sarà una completa revisione dei criteri di spionaggio. C’è una forte e potente commissione del Senato che oggi chiede che i capi di stato alleati non vengano più sottoposti a spionaggio. Ma quello che sostanzialmente dicono tutti, amici, nemici, è che questo è un sistema di cui tutti sono a conoscenza da decenni. In qualche modo questo fanno i servizi di sicurezza, questo fa l’intelligence; spiare” (da Tg3-Linea Notte del 28/10/13).

Cara corrispondete Rai da New York Giovanna Botteri, la tua corrispondenza/editoriale è stata divertente quando ti sei dovuta correggere avendo detto “ha trafigato” anziché “ha trafugato”, ma è stata soprattutto tranquillizzante, come un comunicato stampa del portavoce della Casa Bianca. Anzi sembra scritto dal portavoce della Casa Bianca. Ed io che credevo che questo Datagate fosse una cosa grossa e di cui preoccuparsi. Per fortuna ci sono le tue corrispondenze/editoriali da New York a tranquillizzarmi. Ecco, in sintesi, cosa penso del caso Datagate dopo le tue parole di ieri a Tg3-Linea Notte. C’è un nuovo capo dell’FBI che in passato si è battuto contro le intercettazioni telefoniche e informatiche. Quindi d’ora in poi si farà intelligence senza violare la privacy di nessuno. Le telefonate di questo Datagate sono talmente tante che è evidente che non le hanno potute ascoltare tutte. Le telefonate sono solo incrociate. Cioè, se un terrorista sbaglia numero e per una coincidenza sfortunatissima chiama in Italia il mio telefonino, io sono nei guai e le altre 46 milioni di telefonate italiane se la cavano. E poi, la devo smettere di credere a tutto quello che scrivono i giornali. Perché? Perché alla base del Datagate c’è un ex giornalista che sta vendendo ai suoi ex colleghi le rivelazioni di Snowden. Dunque lo sta facendo per arricchirsi e noi a preoccuparci di chissà cosa. E, ultimo, ma non ultimo, i servizi di intelligence fanno il loro mestiere. Cara corrispondete Rai da New York Giovanna Botteri, mi è ormai chiaro che la mia esortazione

“E dai cara Giovanna, convertiti! Fallo questo salto! Vieni anche tu nel club di quelli che non hanno mai creduto nella svolta epocale della presidenza Obama”,

non ha alcuna possibilità di essere ascoltata. E’ molto più probabile che tu possa diventare il nuovo portavoce della Casa Bianca. 

ps. Un caro saluto agli amici alleati della NSA da Akio from Rome, Italy.

Annunci

2 risposte a "Datagate: propongo Giovanna Botteri come nuovo portavoce della Casa Bianca al posto di Jay Carney"

  1. Flavia Tornari Zanette 29 ottobre 2013 / 17:47

    Ti sono grata, Akio, per avermi consentito di leggere ciò che non ho ascoltato. La tranquillizzante versione della Botteri sulle intercettazioni mi consentirà di ronfare anche meglio del solito. Spero solo che nessun terrorista sbagli numero chiamando qualche povero cristo come te o me… Tu, ieri sera, Piazza Pulita. Io, Waking the Dead su Giallo…e sono rimasta sveglia fino alla fine perché mi piace molto. Persevero impavida nel mio rifiuto dei talk show politico-sociali o pseudo tali. Ciao!

    • akio 29 ottobre 2013 / 17:49

      grande Flavia! Persevera! Persevera!

lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.