Non sarebbe male se la Rai tornasse a dirci buonasera

Caro direttore generale della Rai Luigi Gubitosi, la cosa che più mi ha colpito del discorso di fine anno del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano è stato l’annuncio di Elisa Silvestrin su Rai 1: istituzionale e professionale come ai tempi della tv in bianco e nero. La Rai ha quattro annunciatrici: Elisa Silvestrin (Rai 1), Claudia Andreatti (Rai 1), Alessandra Canale (Rai 2), Sarita Agnes Rossi (Rai 3). Le vediamo raramente perché oramai le utilizzate con il contagocce e non ho ben capito secondo quale criterio. Ogni tanto incrocio Alessandra Canale che con il supporto della grafica annuncia i palinsesti preserali e serali di Rai 2. Sarita Agnes Rossi l’ho vista di sfuggita mentre annunciava i programmi pomeridiani di Rai 3. Le due annunciatrici di Rai 1 le vedo ancora più di rado. E’ vero che la figura dell’annunciatrice come era nelle origini della tv è superata ma non è in quella forma che oggi deve essere considerata (ogni tanto fanno anche qualche conduzione). Eppure credo che oggi l’annunciatrice può ancora avere un ruolo significativo.

Se è vero che l’uso intenso dei promo per lanciare i programmi televisivi svolge ampiamente la funzione di promemoria per il telespettatore, è anche vero che nell’era della esclusività di cui tanto si vantano le emittenti a pagamento, la presentazione dei programmi personalizzata fatta da una annunciatrice, sarebbe un gradevole segno distintivo per i milioni di telespettatori non paganti (si fa per dire, visto che paghiamo la tassa sul possesso dell’apparecchio tv e questa finisce ampiamente nelle casse della Rai). Prendiamo i programmi di prima e di seconda serata; la presentazione dell’annunciatrice ridarebbe una certa importanza ai programmi che trasmettete. E poi non sarebbe male il ritorno all’antica formuletta: “Signore e signori, buonasera”. Anche se le annunciatici ci dicessero solo “Buonasera”, sarebbe già un valore aggiunto al programma che poi trasmetterete. Senza contare che darebbe all’abbonato Rai la sensazione di essere accolto: “Caro signore, cara signora, la stavamo aspettando. Prego si accomodi sulla sua poltrona e segua la nostra proposta di stasera…”. Certo poi a quel gentile invito dovrebbe seguire un programma televisivo degno di questo nome e del vostro nome. Poiché accade sempre meno di frequente di essere soddisfatti delle vostre proposte, le annunciatrici rischierebbero di essere prese di mira dai telespettatori che alla lunga le accuserebbero di averli accolti con amabile cortesia ma propinando loro una fregatura. Caro direttore generale della Rai Luigi Gubitosi, è l’inizio di un nuovo anno e voglio essere ottimista pensando che i telespettatori incasserebbero il “Signore e signori buonasera” senza prendersela con le annunciatrici se le vostre proposte dovessero deluderli. Mi piacerebbe che l’annuncio di capodanno di Elisa Silvestrin non rimanesse una eccezione istituzionale dovuta al discorso del Presidente della Repubblica. Magari con meno solennità, potrebbe tornare ad essere una gradevole abitudine della Rai, che ci augura “Buonasera”. Nella tv italiana è rimasta solo Emanuela Folliero di Retequattro a dare con continuità la buonasera (e spesso anche la buonanotte!) ai telespettatori. Caro direttore generale della Rai Luigi Gubitosi, nonostante faccia anche la conduttrice di programmi televisivi, Emanuela Folliero continua ad interpretare il ruolo di annunciatrice con la convinzione e la professionalità che il ruolo merita e lo fa perché dà importanza e significato al suo ruolo di annunciatrice con la quale identificare una rete televisiva. Anche se, quando la ascolto annunciare Downton Abbey, ho la conferma che ad un buon annuncio deve seguire un buon programma, perché, perfino il buonasera della professionale e gradevole Emanuela Folliero, diventa tutt’altro che invitante se abbinato all’annuncio di programmi come Quinta Colonna e Quarto Grado.

Annunci

8 risposte a "Non sarebbe male se la Rai tornasse a dirci buonasera"

  1. Annunciatrici tv 10 gennaio 2013 / 17:14

    Sono rimasto molto colpito da questo articolo! 😉 L’ho trovato molto interessante! Poche persone spenderebbero queste belle parole per giudicare questo mestiere per molti inutile e fuori luogo nella tv odierna….
    Sono l’amministratore di questa pagina che credo possa interessarvi…
    http://www.facebook.com/Annunciatrici

    La nostra pagina non ha ancora un alto interesse ma speriamo man mano di raggiungere largo gradimento…

    Complimenti ancora per l’articolo! 😉

    • akio 10 gennaio 2013 / 18:40

      grazie, ritengo molto importante il ruolo delle annunciatrici come ho scritto nel post. vengo a leggere la vostra pagina e vi seguirò, Akio

    • akio 4 gennaio 2013 / 08:36

      giustamente mariano va più in profondità… io mi accontenterei di ricevere un buonasera! ahahah!

  2. Flavia Tornari Zanette 3 gennaio 2013 / 11:23

    Condivido, caro Akio, il tuo giudizio positivo sulla Folliero, ma il panorama attuale delle annunciatrici televisive mi fa ripensare con nostalgia a quelle del lontano passato, belle e brave, per nulla “ingessate” e fredde nella presentazione dei programmi…capaci anzi di mettere i telespettatori a loro agio, diventando persone di famiglia. Certo neppure oggi mancano le belle ragazze, ma nessuna di loro entra nelle nostre case con la stessa garbata discrezione.

    • akio 3 gennaio 2013 / 11:45

      ciao flavia, e ancora buon anno. condivido e rilancio: è possibile che più passa il tempo e meno si è attenti all’importanza del garbo, in tutti i settori? Sulla folliero sono positivo solo come annunciatrice, come conduttrice non mi fa impazzire.

lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.