Giorgino e Alfano: il solito Tg1 senza quid

Caro Francesco Giorgino, ieri hai ospitato nello studio del Tg1 delle ore 20, il segretario del PdL Angelino Alfano, per una intervista che non diventerà memorabile. Alfano è sempre Alfano, ovvero il delfino che Berlusconi ha lanciato nella fase di crisi irreversibile del Popolo della Libertà aiutandolo dicendo che gli manca il quid (gli avrebbe fatto meno danno se lo avesse soprannominato “il trota”). La smentita di Berlusconi è stata meno potente dell’etichetta che Alfano fatica a togliersi e una apparizione televisiva come quella di ieri sera al Tg1 non fa certo brillare tutti i quid (nascosti?) che dovrebbe avere in quanto segretario di un partito così importante. Tu non lo hai aiutato a fare uscire i suoi quid.

Sei stato come tuo solito molto professionale, al limite dell’impettito, ma lo hai accolto con un preambolo che non lasciava spazio ai suoi quid: “Il PdL è un partito al centro di molte questioni, come dimostrano le cronache degli ultimi giorni. Partiamo proprio dall’economia, perché nell’impaginazione del giornale veniamo da qui. Nell’incontro che avrete con Monti che cosa chiederete perché la legge di stabilità possa essere migliorata?”. Alfano si sarà detto “E come faccio a tirare fuori il quid con questa domanda?” e infatti la risposta è stata senza quid, come da copione. Caro Francesco Giorgino, anche tu come me avrai pensato che Alfano il quid lo avrebbe tirato fuori nella risposta alla domanda sulla Regione Lombardia: “Onorevole Alfano… si andrà veramente a votare in Lombardia? Se sì, quando? E come pensa di conciliare queste posizioni che sono obiettivamente opposte tra Maroni e Formigoni?”. Sul volto di Alfano ho visto affacciarsi qualcosa che non ho capito se era una nebulosa di quid ma la risposta è stata sempre senza quid: “Si andrà a votare presto. La data non è ancora stabilita. Pensiamo che le posizioni tra Formigoni, Maroni, tra la Lega e il Popolo della Libertà, siano conciliabili. Il candidato lo sceglieremo insieme, con metodo democratico e crediamo che ci siano dei nomi anche di grandissimo prestigio, che possono essere…”. Ecco! Mi sono detto (e ho letto la stessa cosa sul tuo volto) sta per tirare fuori il suo quid! Alfano ora prende il coraggio di un grande segretario e spara un candidato per la carica di nuovo governatore della Lombardia! Caro Francesco Giorgino, si ho letto bene il tuo volto. Interrompi Alfano e gli porgi un assist alla Pirlo: “Ci faccia un nome…”. Ma niente, Alfano si tiene stretto il suo quid nascosto: “No, non lo faccio per non fare danni…”. Tu insisti perché sai che il tuo è un assist perfetto per lui ed il suo quid: “Ci tracci almeno un identikit, uomo, donna… continuità, discontinuità…”. Angelino Alfano non è “il trota” ma certe volte quando lo guardo in tv mi viene da pensare a “il trota”; non so perché mi fa questo stranissimo effetto. La risposta di Alfano è coerente, quindi senza quid, ma riserva al telespettatore un astuto ribaltamento verso di te, per farci vedere se il quid tu ce l’hai: “Io credo che ci siano sia donne che uomini, tutti conosciuti a livello nazionale come amministratori capaci. E’ chiaro che non si annuncia al tg e ci sarà una partecipazione democratica per scegliere il candidato. Lo stabilirà il popolo…”. Ah ah ah ah! Nonostante mi stessi sbellicando per quest’ultima frase, non ho perso la tua risposta alla punzecchiatura “non si annuncia al tg”, in cui hai mostrato il tuo quid dicendo ad Alfano: “Si può anche annunciare al Tg, eh…!”. Caro Francesco Giorgino, io non so se questo è il massimo del tuo quid e quello di Alfano è il suo quid minimo so solo che l’ultima domanda sulla “riaggregazione dell’area moderata… dopo il passo indietro di Berlusconi… che farà Casini…?”, beh una domanda così non avrebbe tirato fuori il quid nemmeno a Salvator Dalì. E comunque, un uomo con il quid come Salvador Dalì, non credo avrebbe mai concesso un’intervista a questo Tg1.

lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.