Giorgio Gori e lo spirito televisivo che anima la sua collaborazione con il politico Matteo Renzi

Caro Giorgio Gori, un uomo di televisione rimane sempre un uomo di televisione. Anche oggi che sei tra i principali consiglieri del politico PD Matteo Renzi, in te c’è lo spirito televisivo del direttore di rete e del produttore indipendente che fosti. Uno spirito che emerge anche nell’intervista che hai concesso oggi a Luca Telese su Pubblico. Quando parli della capacità dialettica di Renzi, dici: “Matteo è bravissimo: si sofferma su ogni parola, controlla, esattamente come si fa in tv, ogni passaggio dei suoi discorsi e lavora per migliorarsi”. Pare che tu sia molto importante in questo suo processo di miglioramento. Telese ti chiede di fargli un esempio e tu: “C’è un passaggio cardine del suo racconto, quando spiega come vuole sostenere il potere di acquisto delle famiglie”. Qui tu gli hai dato l’aiutino, perché lui diceva “Darò cento euro” e non suscitava le reazioni sperate nella platea. Continua a leggere

Un’altra tappa verso la nascita della sit com Casa Caressa

Caro Fabio Caressa, sei stato l’ospite nel frigorifero della puntata monotematica di ieri di G’ Day dedicata alle indiscrezioni che danno per certa la rottura di Emilio Fede con Mediaset; entro la fine dell’anno lascerebbe la direzione del Tg4. Geppi Cucciari ha confezionato una puntata divertente alla quale hai voluto dare un contributo giornalistico dicendoci che secondo le tue fonti Emilio Fede avrebbe detto che lui dal Tg4 se ne va quando vuole lui, come vuole lui e con la buonuscita che deciderà lui. Sei stato più enigmatico quando Geppi Cucciari ti ha chiesto di sbilanciarti sui nomi di possibili sostituti di Fede. Continua a leggere