Un’altra tappa verso la nascita della sit com Casa Caressa

Caro Fabio Caressa, sei stato l’ospite nel frigorifero della puntata monotematica di ieri di G’ Day dedicata alle indiscrezioni che danno per certa la rottura di Emilio Fede con Mediaset; entro la fine dell’anno lascerebbe la direzione del Tg4. Geppi Cucciari ha confezionato una puntata divertente alla quale hai voluto dare un contributo giornalistico dicendoci che secondo le tue fonti Emilio Fede avrebbe detto che lui dal Tg4 se ne va quando vuole lui, come vuole lui e con la buonuscita che deciderà lui. Sei stato più enigmatico quando Geppi Cucciari ti ha chiesto di sbilanciarti sui nomi di possibili sostituti di Fede. Hai detto che con il nuovo assetto delle news Mediaset le direzioni significative sono poche. La conduttrice ha scelto di non insistere nel chiederti di spiegarci meglio questa considerazione anche perché non voleva togliere del tempo alla super-ospite: Benedetta Parodi. Ha fatto un ingresso da star dei fornelli in abito da sera nero attillatissimo e scollatissimo, con un mazzo di fiori in mano e un paio di scarpe turchesi tacco undici (dice che gliele hai regalate tu; boh e pure mah). Era previsto un effetto sorpresa ma tu non hai dato più di tanto soddisfazione alla Cucciari. Si, per tutta la prima parte della puntata hai retto il gioco agli autori “Benedetta è a casa a prepararmi le polpette”, ma quando è entrata in studio sei stato poco convincente nel giustificarla, dicendoci che quando sei uscito di casa l’hai lasciata mentre si stava truccando e ti è parso strano che lo facesse per andare a prendere i bambini in piscina. Invece sei stato molto convincente nel commentare con un simpatico disappunto la super scollatura sfoggiata da Benedetta e non ti ha reso meno accigliato la chiosa di Geppi Cucciari che ne ha sottolineato l’autenticità anatomica. Caro Fabio Caressa, da quando Aldo Grasso ha previsto per te e tua moglie Benedetta Parodi un futuro professionale in stile Sandra e Raimondo (a causa delle tue numerosissime presenze a I menù di Benedetta), ci saranno molti produttori interessati a creare un format per Casa Caressa. E’ un peccato che ad idearlo non possa essere vostro cognato Giorgio Gori. Proprio ora che avevate bisogno di lui ha deciso di lasciare la professione di produttore televisivo per dare il suo contributo all’ascesa politica di Matteo Renzi. A quanto pare anche lui si candida a far parte di una nuova coppia che potrebbe farci divertire: Giorgio e Pinotto.

3 risposte a "Un’altra tappa verso la nascita della sit com Casa Caressa"

  1. margueritex 24 gennaio 2012 / 14:42

    Akio ma sai che è vero???? sono a casa della mia prozia e ho visto la signorina Sfalcetti in
    perfetta tenuta da Jettatrice apparire su RAI 2: e quello che mi ha colpito è che parlavano del naufragio della Costa…a parte che non ci si capiva niente, ma la povera nave non è naufragata 11 giorni fa? la zia, che non si perde un minuto di tele, mi ha detto che ne hanno già parlato per molti giorni a reti unificate come quando c’è il discorso del Presidente a fine anno….
    Boh? Ma non potrebbero continuare a parlare dell’Aquila: che sono passati solo 3 anni e nessuno ha fatto niente???? mi pare che i morti fossero di più.
    Spiace rilevare tanta ingiustizia in un mezzo così carino come la tele.
    Fortuna che a casa ancora non ce l’ho.

  2. viga1976 24 gennaio 2012 / 07:01

    renzi?Ah,l’attore della serie mediasettiana I Rottamatori?Pessima serie

    • akio 24 gennaio 2012 / 13:20

      già concorrente di quiz mediaset

lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.