Giorgia Cardinaletti la co-conduttrice della Domenica Sportiva che si sente molto conduttrice e poco co-

Cara Giorgia Cardinaletti, alla scuola di giornalismo di Perugia ti avranno di certo insegnato cosa rappresenta la Domenica Sportiva per la televisione italiana: è il programma più longevo della storia della tv che va in onda dall’11 ottobre 1953, quando la Rai trasmetteva ancora in fase sperimentale. Ma non è per la veneranda età che da anni scrivo che è un monumento alla tv delle origini che ha bisogno di ridare un senso pieno al suo titolo.

La domanda è: come può un monumento essere ringiovanito? Mettendo una giovanissima neoassunta come te al fianco di un giovane giornalista di Rai Sport come Alessandro Antinelli che lo scorso anno era stato il volto “nuovo e giovane” del programma? Si, due giovani conduttori possono contribuire a ringiovanire un monumento televisivo come la Domenica Sportiva.

Alessandro Antinelli lo scorso anno ha iniziato questo importante processo. Accanto a lui c’era una non conduttrice come Giusy Versace che ha mostrato tutti i limiti di non essere del mestiere ma di certo Rai Sport non ne ha sfruttato le caratteristiche di donna di sport come avrebbe dovuto fare. L’edizione 2016/17 della Domenica Sportiva è la prima dell’era del nuovo direttore Gabriele Romagnoli, un giornalista esterno voluto dalla direzione Rai per trasformare la narrazione sportiva. Pare che per farlo fosse indispensabile fare un ricco contratto ad un altro esterno Mario Sconcerti, cosa che non ha fatto per nulla piacere al sindacato dei giornalisti Rai. Dopo aver visto la prima puntata di ieri, capisco anche perché Sky lo ha mollato: ha perso brillantezza, le sue analisi sono incomprensibili, è lento, non è coinvolgente. Perfetto per la vecchia Rai Sport. Ma ieri le telecamere della Domenica Sportiva erano tutte per te, la giovane promessa di Rai Sport. Tu, che dopo la scuola di giornalismo di Perugia (X biennio 2010-2012) hai fatto pratica nella conduzione e nei servizi nella RaiNews 24 della direttrice Monica Maggioni (memorabile il tuo inseguimento al taxi Amore di George Clooney e sua moglie Amal), ora sei stata assunta a titolo definitivo dalla Rai della presidente Monica Maggioni e sei in forza a Rai Sport. Da qualche mese segui la Formula 1 e ora sei la co-conduttrice della storica Domenica Sportiva. Ieri hai preso immediatamente possesso del “monumento”. Fin dalle prime battute hai mostrato la voglia di impossessarti dello studio. Il co-conduttore Alessandro Antinelli (star acclamata tra i telecronisti Rai all’Olimpiade di Rio 2016) ti ha concesso grandi spazi e tu te li sei presi con un eccesso di determinazione giovanile che a me ha infastidito. Mi hai dato l’impressione di tirartela oltre misura. Va bene presentarsi con sicurezza davanti alle telecamere, però da quando esiste il mondo, l’ultimo arrivato deve dare l’impressione di avere la consapevolezza di esserlo. Tu ieri a me hai dato la brutta impressione di quella a cui è stato detto “vai e fai un po’ come cavolo ti pare”. Hai ostentato la penna in mano non solo quando dovevi lanciare i servizi ma anche quando, in piedi vicino agli opinionisti, dovevi solo far vedere che li stavi ascoltando con interesse e partecipazione (in questo caso hai poggiato mano e penna sul mento della tua ampia mascella). Quel gesto della penna in mano ad un giornalista/conduttore in uno studio di tv, è inequivocabilmente un gesto di “comando”. Ma ai gesti hai anche aggiunto le parole. Durante l’intervista all’allenatore della Roma Luciano Spalletti, è nata la polemica sulla assegnazione della fascia di capitano della squadra ad Alessandro Florenzi al posto di Daniele De Rossi (espulso nella partita di play off per l’accesso alla Champions League che ha visto l’eliminazione della Roma e quindi il cambio di fascia è sembrata una punizione). La polemica aveva un senso giornalistico che a te deve essere sembrato scivoloso e così sei intervenuta subito con un perentorio “Andiamo oltre”. L’opinionista Mario Sconcerti non ti ha dato retta ed ha ribattuto alle perplessità di Spalletti ma tu comunque hai voluto dare un primo segnale a tutti che vuoi essere una co-conduttrice molto conduttrice e poco co-. Cara Giorgia Cardinaletti, ieri mi è stato chiaro che il giovane ma esperto Alessandro Antinelli ha sposato in pieno la linea della co-conduzione dividendo correttamente con te in egual misura gli spazi di conduzione. Lo ha fatto con sincera convinzione e apprezzabile eleganza. Tu, al contrario, mi hai dato l’impressione della rampante neoassunta convinta di essere la persona giusta per ringiovanire il monumento La Domenica Sportiva. Sarà il tempo a dirci se avrai contribuito a questo importante e difficile risultato. Per il momento ti consiglio di lavorare sulla tua immagine da prima della classe della scuola di giornalismo di Perugia. La storia della tv è piena di giornalisti primi della classe che, passato il loro momento, sono finiti nel dimenticatoio.

Annunci
Contrassegnato da tag , , , ,

3 thoughts on “Giorgia Cardinaletti la co-conduttrice della Domenica Sportiva che si sente molto conduttrice e poco co-

  1. Santo ha detto:

    Perfettamente d’accordo con te Akio !
    Dirò di più: e tutta la trasmissione che sembra aver smarrito quel minimo di umanità che l’anno scorso l’aveva resa gradevole.

  2. Giuseppe C. Budetta ha detto:

    Tivù addio
    Nonostante le recenti affermazioni alle olimpiadi di Rio, è la tivù in sé che non fa più audience. Meglio essere presenti nel mondo con gli I-phone che guardare incantati la tivù. Solo gli anziani la guardano per forza di cose.

lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: