Un brutto esempio di idolatria: i fan de Il Volo contro il critico tv Mariano Sabatini

Caro Ignazio Boschetto del trio Il Volo, ho molto apprezzato il tweet con cui hai letteralmente difeso il critico televisivo Mariano Sabatini dall’attacco scriteriato che sta subendo da giorni su twitter per aver espresso un’opinione professionale sul vostro gruppo musicale.

Hai scritto:

“#ilvolovers Mi dispiace la discussione pesante con @marian0sabatini Le critiche si possono non condividerle ma vanno rispettate, sono gusti!”.

Ho chiesto anche che il vostro account ufficiale @ilvolo prendesse le distanze dalle fan più maleducate ma al momento non registro questa presa di posizione doverosa nei confronti di un professionista dell’informazione che ha espresso un giudizio molto ben argomentato sul perché del vostro successo.

Nella puntata di Effetto Estate del 30/6/15 su Rai 1, si parlava di voi con questo titolone: “Tutti pazzi per Il Volo”. In studio oltre ai conduttori Benedetta Rinaldi, Alessandro Greco e alla cantante Rita Forte, c’erano anche tre giornalisti: Barbara Di Palma di Rai 1, Gian Maurizio Foderaro giornalista musicale di Radio Rai e Mariano Sabatini giornalista e critico televisivo. La Di Palma rappresentava la stampa schierata a favore del Il Volo anche perché ha confessato che voi tre la chiamate “la zia anziana” visto che vi intervista per la Vita in Diretta da quando eravate i bambini mostri di bravura di Ti lascio una canzone, il programma di Antonella Clerici su Rai 1 che vi ha lanciato. A questa domanda cattivella di Benedetta Rinaldi

“questo successo soprattutto all’estero de Il Volo è: Italia, il Belpaese, il bel canto, O sole mio, questo è? O c’è qualcosa di più?”

il giornalista musicale  Gian Maurizio Foderaro ha risposto cattivello:

“nell’immaginario collettivo globale l’Italia è questo e loro l’hanno interpretato bene ma anche dal punto di vista di management c’è una intuizione geniale che deriva dall’attuale deux ex machina che è Michele Torpedine e di un’altra persona che ha creduto in questo progetto e l’ha messo su insieme, Tony Renis”.

Caro Ignazio Boschetto del trio Il Volo, direi che sia dalla domanda della Rinaldi che dalla risposta di Foderaro non siete usciti proprio benissimo. Chi invece vi ha dato grandi meriti è stato proprio il critico tv Mariano Sabatini che è stato oggetto di un attacco scriteriato da parte delle vostre fan anche con insulti (tweet poi rimossi a riprova della gravità dei contenuti). Mariano Sabatini ha fatto una analisi professionalmente ineccepibile:

“Farei una differenza tra fans e pubblico di estimatori della musica. Abbiamo visto (ndr. in un servizio) quasi tutti 50, 60, settantenni che cantano. Gli altri li ammirano perché viviamo in un’era televisiva e loro sono talenti televisivamente assistiti. Poi hanno talento, perché hanno una grande voce e hanno anche una grande capacità di aderire ad un progetto che è stato disegnato per loro. Poi c’è l’attenzione della televisione che si aggancia a questo fenomeno e quindi tutti i giovani che vediamo “spantecare” per loro (questo termine “scientifico”) li vediamo. Viviamo nell’era in cui non si aspira più ai 15 minuti di notorietà ma si aspira a una intera vita da vip. Loro ce l’hanno fatta perché  erano ragazzi del popolo che grazie alla televisione e a un programma che a me non piaceva, Ti lascio una canzone, sono arrivati a diventare delle star internazionali. Ho comprato il disco, l’ho ascoltato e poi l’ho dato a mia madre perché lei è una grande ammiratrice. Noi viviamo nell’era del revival, del ritorno al passato non del ritorno al futuro. Funziona la nostalgia. E loro sono il revival di se stessi. Per cui si inseriscono in un fenomeno che è più ampio rispetto a loro” (da Effetto Estate Rai 1 del 30/6/15).

Caro Ignazio Boschetto del trio Il Volo, ti ho riportato il testo dell’intervento di Sabatini così, da artista e professionista quale sei, non potrai non valutare la professionalità, la serietà e il valore tecnico dell’analisi di Sabatini. Ovviamente durante lo spazio talk della trasmissione Sabatini ha anche fatto qualche battuta come se ne fanno in questi casi dicendo che alcuni dei vostri fan gli sembrano dei “nerd” e che sua figlia sedicenne non vi ascolta “nemmeno per sbaglio”. La parola “nerd” è uscita fuori perché al centro della discussione c’era il fatto che il vostro è un repertorio molto classico ma modernizzato. Un “problema” che avete ben presente se è vero che ad ogni intervista dovete stare a spiegare che il vostro è “pop lirico” e che state avvicinando i giovani ad un genere musicale “revival”, che è esattamente il concetto espresso da Mariano Sabatini. Così come ha ben spiegato perché avete successo anche tra i giovani. La cosa preoccupante di questa polemica social è l’effetto “pecoroni”, ovvero i tanti fan twittaroli che vanno dietro alla massa di fan anti-Sabatini e ai quali non servirà leggere in questo post quello che Sabatini ha detto per chiedergli scusa. Caro Ignazio Boschetto del trio Il Volo, il post infatti è tutto per te che con la tua sensibilità e professionalità hai preso una posizione che ti fa onore anche come persona oltre che come artista pronto ad accogliere critiche.

Annunci
Contrassegnato da tag , , , ,

6 thoughts on “Un brutto esempio di idolatria: i fan de Il Volo contro il critico tv Mariano Sabatini

  1. Laura Pecollo ha detto:

    E cmq io certe cose dette durante il programma le penso un pochino anche io, e sono curiosa di ascoltare i nuovi pezzi e le Cover . Ciao, Laura

  2. Mariano Sabatini ha detto:

    eccomi, Laura, è un vero piacere leggerla e constatare che la civiltà del libero confronto non è del tutto scomparsa! Un caro saluto e complimenti per la sua intelligenza. Mariano Sabatini

  3. Laura Pecollo ha detto:

    Ho scritto qua perché spero che Sabatini possa leggere queste parole e perché io Twitter proprio non lo tollero.Grazie.Laura

  4. Laura Pecollo ha detto:

    Salve, mi chiamo Laura e ho 30 anni e sono fan de il Volo da poco.Rileggendo queste parole, mi rendo conto, ancora una volta di aver ascoltato con oggettività le sue opinioni e che non posso darle torto signor Sabatini . Da fan e da una che di musica ne sa, mi permetto, sono curiosa di ascoltare gli inediti a cui i i ragazzi stanno ancora lavorando . Mi dispiace molto per la guerra verbale che secondo me poteva essere, come dire più serena tra le parti . Non è un discorso di età, semplicemente molte persone non sono in grado di tirar fuori un briciolo di civiltà e non hanno amor proprio e nemmeno, di conseguenza rispetto per quelli come me, che pur avendo una pagina FB dedicata a Piero, Ignazio e Gianluca, prende con estrema oggettività le critiche ad esempio . Mi scuso a nome di chi non lo farà, e lo faccio perché, mi farebbe piacere che magari, la sua opinione, cercando di rimuovere questo episodio, potesse come dire arricchirsi e in quel caso sarebbe simpatico trovarla ad un loro concerto, chissà. La saluto .

    • akio ha detto:

      Cara Laura, sono Akio il blogger che cura carotelevip.net segnalero’ personalmente il tuo commento a Mariano. Mi fa molto piacere il tuo tono e le tue parole sono quelle di una vera fan. È così che si risponde alle critiche. I ragazzi de Il Volo sono dei professionisti e come tali vanno rispettati anche da chi non ne condivide il progetto artistico che li ha lanciati. È mia convinzione che già dal prossimo album in uscita a settembre metteranno le basi per “liberarsi” dalle catene di quel progetto. Grazie ancora per il tuo commento e per aver scelto carotelevip.net per contattare Sabatini. A presto, Akio

      • Laura Pecollo ha detto:

        Era il minimo . Io sono più dispiaciuta per la reazione delle volovers che per le parole del signor Sabatini . E mi dispiace che gente che dice di amare il VOLO abbia tirato fuori il peggio di sé. Io ho una pagina dedicata ai ragazzi e in quei giorni ero molto delusa da queste persone e di istinto ho scritto qua e la sotto articoli pubblicati sulla polemica dicendo di non parlarne più per rispetto ai 3 del Volo che in più occasioni hanno tollerato e risposto a parole senza senso in conferenza già a Sanremo . Io credo che dobbiamo ascoltare e riascoltare quello che viene detto, perché magari in quelle osservazioni qualcosa di vero potrebbe anche esserci . Il confronto, a volte, è faticoso, specie quando ci sentiamo attaccati, però se ad una provocazione non così errata si fosse risposto con civiltà, sicuramente Ignazio non avrebbe dovuto dispiacersi ed intervenire per placare gli animi . Mi dispiace molto che la gente non abbia pensato a come loro avrebbero risposto . Hanno vent’anni ma sono grandi e se vogliamo se gli vogliamo bene davvero episodi così li dobbiamo evitare come la Peste . A presto, Laura

lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: