Bruno Vespa accetta le dimissioni del ministro Maurizio Lupi

Caro Bruno Vespa, ieri sera il ministro per le Infrastrutture e i trasporti Maurizio Lupi ha annunciato a Porta a Porta che oggi presenterà le dimissioni dal Governo Renzi a seguito del caso politico nato sulla base delle intercettazioni relative al caso giudiziario “Grandi opere” su cui indaga la Procura di Firenze.

Prima di venire nella tua trasmissione ha doverosamente informato il Capo dello Stato ed il Presidente del Consiglio della sua decisione. ma per informare gli italiani ancor prima del Parlamento, dove ha parlato oggi, ha scelto la tua terza Camera, in questo caso prima, visto che hai anticipato il Parlamento.

Lupi avrebbe potuto indire una conferenza stampa ma sarebbe stato sommerso dalle domande dei giornalisti mentre lui voleva motivare per benino la decisione dicendo “la mia verità”. E dove poteva farlo meglio che a Porta a Porta? Ho atteso quasi mezzanotte per vedervi all’opera. Qualche spezzone video era già stato trasmesso dai telegiornali ma valeva la pena aspettare mezzanotte per assistere almeno all’inizio della trasmissione; la parte più importante. Eccoti andare incontro al ministro, già seduto nelle accoglientissime poltrone bianche di Porta a Porta.

Le prime due inquadrature che vi dedica la regia dicono in modo evidente che sarà un sereno incontro tra due espertissimi professionisti, uno della comunicazione e l’altro della politica, pronti a gestire questa situazione così particolare. Sfoderate due sorrisi da manuale tipo “ne abbiamo viste talmente tante che figurati se questa è un problema”. Tu proprio vedendo quel suo sorriso gli dici “allora ministro la vedo…” e lui “chissà che cosa mi domanda lei?”. L’interrogativo di Lupi è inutile perché tu non gli domandi nulla e senza alcun indugio gli dai la parola. Lupi parte con il suo monologo introduttivo, interrotto solo una volta dalla tua domanda severissima “Ha perso l’onore in questa vicenda?” che gli consentirà di procedere ancora più spedito. Io ho un gran sonno ma ho aspettato fino a mezzanotte per sciropparmi la dichiarazione integrale di dimissioni di Lupi e me la sciroppo:

“Vespa io sono venuto tante volte qui da lei e ogni tanto lei mi ha anche tirato le orecchie perché dice che parlo troppo, che faccio le prediche. Ma, se c’è una cosa che forse lei, spero ha imparato a conoscere di me ma in particolare chi mi ha visto in tutti questi anni è che per me la politica innanzi tutto non è né un mestiere né una professione. La politica è passione è poter servire, come la Costituzione dice, con onore e dovere il proprio Stato (ndr. interrotto da Bruno Vespa “Ha perso l’onore in questa vicenda?”). No, non ho perso né l’onore, né la passione. Ma quello che ho riflettuto in tutti questi giorni è: cosa sono le dimissioni? Tanti sms ho ricevuto tanti messaggi tu non ha fatto nulla! Non sei colpevole di nulla! Sei una persona che ti conosciamo! La dignità se uno è una brava persona non lo deve dire lui viene dai fatti dalle cose che si è costruito in questi anni o nella sua vita e anche dal modo con cui quando sei ministro eserciti la tua responsabilità. Quindi rispetto alla richiesta di dimissioni dei partiti e di tanti editorialisti la mia prima riflessione, anche di mia moglie, anche dei miei figli che sono stati tirati in ballo, è ma perché lo devi fare? Perché devi dimetterti? Qual è la ragione per cui se non hai fatto nulla, se non ti puoi rimproverare nulla, tu devi farlo? Dall’altra però le dimissioni possono essere anche un gesto, un segnale, proprio a testimoniare quell’idea di passione per la politica, di servizio al proprio Paese e di rispetto delle istituzioni rispetto a quello che ti sta accadendo che mai ti immagineresti ti accadesse. Perché quando ti vedi tirato in gioco te stesso, ne rispondi. Mia mamma mi ha sempre detto hai voluto la bicicletta? Pedala! Non ti lamentare! Ma quando poi ti vedi tirato in ballo non so per che cosa anche perché rispetto alle 27.000 pagine di intercettazioni agli atti che sono stati consegnati dell’inchiesta doverosa che i magistrati devono fare e devono continuare a fare, e ognuno risponderà, con la presunzione di innocenza ovviamente se ha compiuto o non ha compiuto delle cose, ti vedi tirato in ballo e vedi tirato in ballo pur i magistrati avendo valutato tutto che tu non hai nessuna responsabilità. E tuo figlio, la tua famiglia, tua moglie, gli affetti più cari, gli amici. Gli amici con cui da quarant’anni tu vivi insieme un’avventura affascinante e se hanno sbagliato, F. C. (ndr. abbreviazione mia) è un mio carissimo amico e rimane un mio carissimo amico. Se avrà sbagliato, ne risponderà” (da Porta a Porta, Rai 1 del 19/3/15).

Caro Bruno Vespa, a questo punto un po’ per il sonno e un bel po’ perché ero certo che nessuna tua domanda avrebbe potuto rompere l’incantesimo che eri riuscito a creare con questo straordinario inizio di trasmissione, ho spento la tv. Mi sono addormentato con quella tenera immagine dei vostri due sorrisi panoramici e con la convinzione che Lupi stesse rassegnando le sue dimissioni nelle tue mani sicure, le mani di colui che lo ha ospitato tantissime volte in trasmissione quando era in sella e che lo ha accolto con professionalità anche quando sembra disarcionato. L’informazione del servizio pubblico Rai deve concedere ad un ministro questa possibilità. Poi è ovvio che oggi tutti i tuoi colleghi rosicheranno perché ancora una volta Bruno Vespa ha sbaragliato la concorrenza. Ma devono rassegnarsi o essere soddisfatti, dipende dai punti di vista: ancora oggi nel 2015, nessuno con i politici può fare in tv quello che fai tu come lo fai tu.  

Advertisements
Contrassegnato da tag , , ,

lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: