The Walking Dead: al Roma Fiction Fest 2014, Gale Anne Hurd la executive producer che non ha paura di rischiare

Cara executive producer di The Walking Dead Gale Anne Hurd, la tua masterclass (ben condotta da Marco Spagnoli) ha illuminato la prima giornata del Roma Fiction Fest 2014 diretto da Carlo Freccero. Dopo pochi minuti è stato chiaro che c’è molto del tuo carattere determinato e combattivo in questa serie di così grande successo. Siamo abituati ad associare “la personalità” di una serie tv con quella di attori, registi e sceneggiatori.

Tu sei la dimostrazione che anche i produttori esecutivi trasmettono il proprio carattere alle serie che producono.

Hai ricordato l’incontro professionale che ti ha cambiato la vita:

“Ho avuto il privilegio di lavorare con Roger Corman in un momento in cui le donne facevano fatica a lavorare al cinema. Era il 1978 e Corman era uno dei pochi ad avere donne che scrivevano e dirigevano per lui.  E’ stata la persona che ha cambiato il mio destino e mi ha aiutata ad avere fiducia in me stessa. Fu proprio lui ad obbligarmi in seguito a lasciare la Società: ero pronta per produrre Terminator”.

Già, Terminator, e poi Alien che hai prodotto e co-sceneggiato insieme al tuo ex marito James Cameron. In The Walking Dead, la tua prima produzione televisiva, si ritrovano molti elementi caratterizzanti quelle due pietre miliari del cinema di genere. Cara executive producer di The Walking Dead Gale Anne Hurd, dall’incontro che hai tenuto al Roma Fiction Fest sento di aggiungere “la tosta” alla definizione che ti hanno dato di “First Lady del genere sci-fi”. Senza peli sulla lingua hai puntato il dito nei confronti di quei tuoi colleghi produttori cinematografici che mancano di coraggio, che “hanno paura”, hai detto, e che non sperimentano. Tu invece hai voglia di continuare a rischiare:

“Nessuna paura di correre rischi, soprattutto in questo lavoro e del resto Alien è stato il primo film horror con sette candidature all’Oscar”.

Ed è anche per questo che pur continuando a fare la produttrice di cinema, come presidente della Valhalla Entertainment, hai deciso di dedicarti alla produzione seriale televisiva con The Walking Dead, giunta alla quinta stagione che sarà trasmessa in Italia in esclusiva in prima visione su FOX a 24 ore dalla messa in onda americana a partire dal 13 ottobre 2014 alle 21.00 su Sky 112. Dopo The Walking Dead hai altri progetti di serial televisivi tra cui l’adattamento del bestseller di Annie Jacobsen Area 51: la verità, senza censure per il canale via cavo AMC e Crash e Burns, una serie che racconta le vite degli stuntmen degli anni 70, per il network FX. A chi ti chiede quali sono le sceneggiature che ti interessano oggi, rispondi:

“Sono attratta dal viaggio dei personaggi principali, da storie di persone normali che si trovano in circostanze straordinarie così come succede per la saga di The Walking Dead  in cui, come nella vita, ogni giorno dobbiamo fare delle scelte, prendere strade diverse, anche su base morale”.

Cara executive producer di The Walking Dead Gale Anne Hurd, prima della master class è stato proiettato, in anteprima mondiale, il documentario The Walking Dead Most Deadicated fans che dà la misura del successo mondiale di questa serie frutto anche della voglia di rischiare, dalla quale, i tuoi colleghi italiani produttori di fiction dovrebbero prendere esempio.  

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , ,

lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: