Suor Cristina vince, The Voice of Italy perde

Caro Federico Russo, con la scontatissima vittoria di Suor Cristina del team J-Ax, si è conclusa la seconda edizione del talent show musicale The Voice of Italy. Al televoto, la religiosa siciliana non poteva perdere e, di conseguenza, The Voice of Italy ha perso come già ti ho scritto: “Suor Cristina vincerà, ma The Voice of Italy 2 perderà tutto quello che di buono aveva fatto per consolidare il format. Il prossimo anno, per eguagliare l’effetto Suor Cristina, dovrete ingaggiare Conchita Wurst o Papa Francesco”.


La finale è stata tanto deludente quanto inutile. Esibizioni scialbe, tensione di gara inesistente, risultato scontato e nessuna voglia di vedere il programma fino alla fine.

Nei minuti che vi ho seguito, Suor Cristina non ha solo cantato ma ha anche professato il suo verbo: “Sono arrivata a The Voice non prevedendo quello che sarebbe successo dopo. Lassù io ho un protettore speciale”. Intanto il settimanale Famiglia Cristiana twittava: “Canta #SuorCristina. Le sorelle che l’accompagnano si alzano in piedi e battono le mani a ritmo di musica”. Per la prima volta ho avuto l’impulso di seguire Announo su La7 condotto da Giulia Innocenzi, una televip per me impossibile da seguire a causa delle irritazioni cutanee che mi provoca vederla anche solo un secondo. Della seconda edizione di The Voice of Italy mi resterà solo la piacevolezza del primo live. Una puntata indovinata in mezzo a tutte le altre. Suor Cristina ha ammazzato il programma dopo la prima puntata divenendo un fenomeno televisivo mondiale da 25 milioni di visualizzazioni su YouTube. A quel punto The Voice of Italy 2 è stata una gara senza gara. La necessità di fare televisione ha prevalso sulla necessità di dare credibilità alla gara. Ogni esibizione degli altri concorrenti è stata solo il contorno temporaneo al piatto forte. Mai come in questa edizione di The Voice è emersa la pura natura televisiva dei talent show musicali. La bravura di Suor Cristina ora tornerà al servizio della sua comunità religiosa e riempirà i cuori di tanti fedeli. La sua partecipazione a The Voice però ha svuotato di significato la gara su cui si basa questo format. Rai 2 brinderà lo stesso al grande successo di audience (la finale ha totalizzato 4milioni e 100mila telespettatori per uno share del 21%). Rai 1, la rete di Don Matteo, masticherà amaro perché Suor Cristina sarebbe stata perfetta per il suo pubblico. Il direttore Giancarlo Leone stasera, per sfruttare l’effetto Suor Cristina, trasmetterà Sister Act e sarà un po’ come fare un dispetto a Rai 2 perché il pubblico non potrà non notare tutta la somiglianza tra l’immagine cinematografica delle consorelle che ballano mentre canta Whoopi Goldberg  e l’immagine televisiva delle consorelle che ballano mentre canta Suor Cristina: The End.

Annunci

4 thoughts on “Suor Cristina vince, The Voice of Italy perde

  1. laskarlett 6 giugno 2014 / 13:37

    Anche a me la Innocenzi scatena lo stesso effetto cutaneo!

    • akio 11 giugno 2014 / 13:20

      laska, siamo in tanti!

  2. tecla 6 giugno 2014 / 10:34

    Non conoscevo J-Ax e l’ho trovato ridicolo. Ha fatto sempre esattamete quello che ci si aspettava da lui.e non parliamo dei suoi ‘aforismi’ infilati a forza e, chiaramente, preparati. In quanto alla vittoria di suor Cristina, che tristezza. Certo che sapere dalla prima puntata chi avrebbe vinto non è stato divertente. Vero, Akio? 😉

    • akio 6 giugno 2014 / 10:41

      una gara senza gara, davvero molto poco divertente.

lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...