Gianluigi Nuzzi nuovo conduttore di Quarto Grado. Un’ottima occasione per cambiare pelle al programma.

Caro Gianluigi Nuzzi, ieri sera Mediaset ha presentato i palinsesti autunnali 2013 ma qualche ora prima tu e Salvo Sottile vi siete presi la scena. Ha cominciato Sottile annunciando le sue dimissioni da Mediaset. Sul web si narra che sia furibondo perché qualcuno gli aveva promesso la conduzione di Matrix che invece andrà a Luca Telese. Io dico che si dovrebbe dimettere anche chi ha fatto quella promessa e chi ha scelto Telese; boh e pure mah. Mediaset però non poteva farsi oscurare mediaticamente dall’annuncio di Salvo Sottile e, pochi minuti dopo, il direttore generale dell’informazione Mauro Crippa ha fatto il contro-annuncio dicendo che tu saresti stato il nuovo conduttore di Quarto Grado. Tu intanto su twitter annunciavi nell’ordine:

la firma del contratto con la casa editrice Chiarelettere per i tuoi prossimi due libri;
la tua presenza alla manifestazione Caffeina Cultura a Viterbo per parlare del tema “Vaticano, Bergoglio come San Francesco?”;
twittavi una foto “con gli amici del Premio Strega”;
e, dulcis in fundo, ringraziavi La7 per il lavoro degli ultimi due anni e annunciavi “Ho firmato per Mediaset: vice direzione #videonews, #quartogrado da settembre su rete4 e inchieste inchieste inchieste nel mio stile”.
Caro Gianluigi Nuzzi, roba da far schiattare d’invidia Salvo Sottile! Hai preso tutto il cucuzzaro! Una vicedirezione, un programma di successo e ampi spazi per fare le inchieste televisive come piace a te! Negli ultimi due anni su La7 ne hai fatte molte di inchieste. Non hanno ottenuto il successo di pubblico dei tuoi libri ma il livello qualitativo è stato di pari livello. Il passaggio a Mediaset dovrebbe garantirti maggiori risorse e quindi la qualità delle tue inchieste dovrebbe migliorare ulteriormente. Passato l’entusiasmo iniziale però rifletterai sul fatto che la sfida più difficile per te sarà quella di sostituire Salvo Sottile come conduttore di Quarto Grado. Sottile, lo si può criticare quanto si vuole (e io lo voglio!) ma bisogna ammettere che è stato lui a far nascere e consolidare Quarto Grado ed ha un suo pubblico che avrebbe voluto vederlo sbracciarsi ancora in quel programma. Quarto Grado, ad oggi, è una personificazione di Salvo Sottile. La storia della tv è piena di programmi identificati dal pubblico con un conduttore che poi non sono andati bene con un nuovo conduttore (e anche di conduttori che hanno lasciato un programma di successo e poi sono spariti; ma questo è un altro discorso). Caro Gianluigi Nuzzi, si va bene, farai le inchieste, ma quelle non sono un problema. Le potrai costruire a tua immagine e somiglianza, realizzare nei tempi che vuoi, mandarle in onda quando sarà meglio.
La conduzione di Quarto Grado è un’altra cosa. Fossi in te io prenderei la decisione di modificare sostanzialmente il programma. Il Quarto Grado di Salvo Sottile era una trasmissione marchiata a fuoco dai casi di cronaca nerissima. Ma “il quarto grado” si può fare anche all’economia, alla politica italiana ed estera, allo sport e a tutti i campi che la tua competenza e fantasia giornalistica ti suggeriranno. Si, ovviamente ti occuperai dei misteri vaticani, di cui tu sei cultore della materia, e che a quanto pare aumentano ogni giorno. Va bene, ti concedo una puntata ogni tanto sul delitto di Avetrana, giusto per vedere se il tuo taglio giornalistico riesce a farne un argomento degno di essere visto in prima serata. Tu mi dirai che non puoi seguire il mio consiglio perché Quarto Grado è un brand televisivo legato ad una rappresentazione ben precisa che per essere modificata richiede molto tempo. E tu tempo non ce l’hai. Un programma televisivo non si rinnova totalmente in due mesi (per giunta luglio e agosto). Al massimo farete una nuova scenografia, ma l’impianto generale sarà quello del vecchio Quarto Grado intriso di filmati montati e rimontati, di interviste e di collegamenti in diretta con i protagonisti dei soliti casi di cronaca nerissima. Non avrai il coraggio (e la possibilità) di scegliere la strada che ti indico io, quella del cambiamento radicale, perché rischi di perdere il pubblico del vecchio Quarto Grado (che già faticherà a rinunciare a Sottile) e non puoi contare con certezza sul pubblico che ti seguiva su La7 che, tra l’altro , dovresti raddoppiare per raggiungere lo share del Quarto Grado di Sottile. Senza contare che, come ben sai, sono due tipi di pubblico differenti. Sarà una sfida difficile e sarà interessante vedere se la vincerai. Caro Gianluigi Nuzzi, è inutile dirti che mi auguro più che tu riesca nell’impresa di rinnovare Quarto Grado piuttosto che Salvo Sottile finisca con il fare la copia del suo Quarto Grado su La7.

lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.