Chiude L’Infedele di Gad Lerner, un programma che si è guadagnato un posto nella storia della televisione italiana.

Caro Gad Lerner, stasera condurrai l’ultima puntata de L’Infedele su La7, dopo oltre dieci anni di messa in onda, il programma chiude i battenti. Sul tuo blog hai spiegato il perché, con una uscita di scena molto simile a quella del premier Mario Monti che preferisce andarsene piuttosto che farsi mettere sotto botta da una parte della maggioranza che finora lo ha sostenuto:

“Dopo più di dieci anni e quasi 350 puntate lunedì 10 dicembre 2012 L’Infedele saluta e toglie il disturbo. L’ho deciso in cuor mio immediatamente, non appena dalla direzione di La7 mi sono giunte richieste sull’opportunità di spostarne la collocazione in palinsesto, ora che il lunedì si è affollato con la concorrenza di Paolo Del Debbio e Fazio/Saviano. Il programma è senz’altro maturo, forse anche logoro come il suo conduttore, ma per quel che ha rappresentato nella costruzione del progetto di La7 non è davvero il caso di strattonarlo. Meglio lasciare con gratitudine e leggerezza, ricordando solo due circostanze che non si prestano a equivoci: da quando è nato, nel novembre 2002, fino a oggi, gli ascolti dell’Infedele si sono mantenuti saldamente al di sopra della media di rete nella fascia del prime time; e il rapporto fra costi produttivi e incassi pubblicitari è sempre stato fra i più vantaggiosi per l’azienda. La qualità del nostro programma è invece, naturalmente, opinabile. Per questo lunedì sera il regista Michele Mally ci trasmetterà una veloce galleria degli ospiti dell’Infedele, che lo hanno reso quel che è stato. Io personalmente credo che ne sia valsa la pena, e non solo per noi che l’abbiamo fatto. Ora si volta pagina. Da venerdì 25 gennaio 2013 saremo in onda alle 22,20 su La7 con un nuovo programma settimanale nel quale ci ripromettiamo di superare la formula del talk show. A Corrado Formigli che occupa con “Piazzapulita” la prima serata del lunedì dico: benvenuto e largo ai giovani!

da http://www.gadlerner.it/2012/12/08/lunedi-sara-lultimo-infedele-largo-ai-giovani

Caro Gad Lerner, la qualità delle tematiche e degli ospiti de L’Infedele è sempre stata di alto livello. Hai resistito fin troppo in prima serata con un programma che aveva un ritmo da palinsesto notturno. Hai resistito perché c’è anche un pubblico di qualità e hai fatto bene a sottolineare come per molti anni L’Infedele è stato un fiore all’occhiello dell’offerta della microscopica La7 che ancora non aveva Michele Santoro, Corrado Formigli, Lilli Gruber, Enrico Mentana, Geppi Cucciari, Benedetta Parodi e Cristina Parodi (e che nonostante loro è rimasta microscopica e non trova acquirenti). E’ una buona idea quella di trasmettere un filmato con i volti delle persone che hai ospitato in questi dieci anni. Molti di loro non sapremo chi sono proprio come quando mandavi in onda le loro foto nei promo delle puntate con la tua voce fuori campo a spiegarci chi erano. Ed io ti seguivo, tra un appisolamento e un cambio di canale (ammetto di averlo fatto). Magari non guardavo l’intera puntata ma tutte le volte che sei andato in onda, ed ero in casa, sono passato a dare uno sguardo a L’Infedele. Farò la stessa cosa con la nuova trasmissione che lancerai venerdì 25 gennaio 2013 alle 22,20 sempre su La7. Sono curioso di vedere come intendi “superare la formula del talk show” tu che con Profondo Nord e Milano, Italia, lo hai modificato il talk show televisivo. Ci sono tanti motivi per cui L’Infedele merita un posto nella storia della televisione italiana. A me piace citarne uno in particolare. All’inizio andavi in onda il sabato sera contro i grandi show di Giorgio Panariello su Rai 1 e di Maria De Filippi su Canale 5; una rara provocazione televisiva contro i meccanismi tradizionalisti dei palinsesti delle tv generaliste. Un modo a mio avviso dirompente per distinguersi dalla tv di massa e rivendicare l’importanza della tv di nicchia. Chissà, forse tu tra le tante cose che sono accadute a L’Infedele porterai per sempre come una medaglia quella volta che ti telefonò Silvio Berlusconi e tu, dopo aver ricevuto una serie di insulti personali, difendesti le signore ospiti in studio che Berlusconi chiamò “cosiddette signore”, dicendogli che era un cafone. Caro Gad Lerner, mi associo al tuo augurale benvenuto a Corrado Formigli che ti sostituisce nella prima serata del lunedì di La7. Quando la scorsa stagione tv ci fu il duello Formigli-Santoro ho scritto che Piazzapulita doveva avere l’umiltà di cambiare giorno di messa in onda e dare al pubblico la possibilità di vedere sia Piazzapulita che Servizio Pubblico. E questo è uno dei pochi aspetti positivi che trovo rispetto alla tua resa. L’aspetto negativo principale è quello che La7 si vede costretta ad arginare la concorrenza della Retequattro di Quinta Colonna, rinnegando di fatto, la scelta originale di fare una tv di nicchia e di qualità. Caro Gad Lerner, stasera seguirò con un pizzico di nostalgia l’ultima puntata de L’Infedele, trasmissione alla quale mi lega anche un ricordo personale riferito alla nascita di questo blog visto che è proprio su una puntata de L’Infedele che il 25 novembre 2003 scrissi il mio primo post. Un post che documenta come anche tu ogni tanto hai tentato di inserire nel programma qualche elemento dirompente “nazional-popolare” ma che poi nei fatti non sei stato capace di coltivare perché non è nella tua natura televisiva. Ed è con questo post di 9 anni fa che mi piace dire addio a L’Infedele di Gad Lerner.

L’ignorante, il ciccione e l’infedele.

Gad Lerner è impazzito. Questo avranno pensato gli insonni che il sabato sera, anziché prendere la solita pillola per dormire si guardano dieci minuti de l’Infedele. Dopo la trasmissione di sabato scorso non avranno più questa certezza. Ma come, tu mi dici che rappresenti l’altro sabato sera della televisione italiana, lo fai per tutte le puntate e poi all’improvviso cambi idea? Ma come, io mi metto sulla poltrona con il plaid pronto a farmi un sonnellino e tu m’intitoli la trasmissione: “Risate, censura, condanne: un regime o una farsa?”. Poveri insonni. Ma come io fuggo da Panariello, Maria De Filippi e Sconsolata e tu m’inviti Marco Travaglio la sera della condanna di primo grado a Previti per corruzione? E no caro Gad. Per colpa tua la serata si fa eccitante e non si dormirà. Le pillole, ma dove le ho messe. Ma come, io ero abituato ad una lunga serie di ospiti sconosciuti, dotti e soporiferi e tu mi fai un collegamento con Sabina Guzzanti e Giuliano Ferrara? E no caro Gad. Non si fa così. Se avessi preso dieci caffè l’effetto non sarebbe stato così eccitante. E quando Ferrara inizia a dare dell’ignorante alla Guzzanti e questa gli dà del ciccione ex comunista pagato dalla Cia tu che fai? Mandi la pubblicità? E no caro Gad. Lo stile picco d’ascolto commercial-popolare non era nei patti. Le pillole le ho finite. Non le ho comprate perché stasera contavo di addormentarmi con la tv. Ma come si può riposare se mentre nella più tranquilla delle trasmissioni si scambiano epiteti come teppista squadrista, arbiter elegantiarum e fetecchia. E no caro Gad. Che cosa mi combini, apprezzi la fetecchia perché ti ricorda Totò. Lasciamo stare gli artisti! Caro Gad Lerner, sabato scorso sei stato infedele ai tuoi spettatori insonni e ha strizzato l’occhio a quelli orfani di Santoro. Ma sei impazzito? Attento che rischi l’accusa di lesa maestà.

da carotelevip.splinder.com del 25 novembre 2003

Annunci

2 risposte a "Chiude L’Infedele di Gad Lerner, un programma che si è guadagnato un posto nella storia della televisione italiana."

  1. margueritex 10 dicembre 2012 / 14:36

    scusa Akio, ma come faccio a capirci qualcosa se scrivi tutti quei nomi?? io non ne conosco nessuno, ma ho come la sensazione che magari è meglio conoscere i miei vicini di casa.
    Buone feste!!!!!

    • akio 10 dicembre 2012 / 15:02

      ciao maggie! sono un po’ acciaccatello spero di riprendere per le feste e non essere conciato per le feste. se non ci si sente buone feste a te!

lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.