Simone Annichiarico e Belen Rodriguez: la co-conduzione richiede equilibrio. Uno dei due ce l’ha.

Caro Simone Annichiarico, ho cercato di seguire il racconto della tua vita con papà Walter Chiari che hai tentato di fare a Uno Mattina, ma era davvero impossibile riuscire a seguirti a causa delle continue interruzioni dei due conduttori Franco Di Mare ed Elisa Isoardi. Tu parlavi e loro intervenivano con mezze frasi (o anche solo sillabe di consenso) per far vedere al pubblico che sanno tutto di Walter Chiari (stasera e domani va in onda su Rai 1 la fiction Walter Chiari, fino all’ultima risata con Alessio Boni). Ho trovato apparentemente più giustificabili le interruzioni per trasmettere i filmati d’archivio, se non ti avessero poi fatto ogni volta altre domande alle quale non sei riuscito a rispondere sempre per la frenesia e la presenza eccessiva dei due conduttori pressati dalla scaletta infernale di un programma del mattino che dovrebbe avere come primo obiettivo quello di fare una tv meno convulsa, caotica e libera dalla pressione dei tempi. Oggi, Uno Mattina è una delle peggiori trasmissioni per gli ospiti che vogliano esprimere un concetto più lungo di “Si” e “No”. Caro Simone Annichiarico, non è che ti va tanto meglio a Italia’s got talent. Il programma è arrivato alla semifinale ed il ruolo dei conduttori è cambiato ed aumentato. Tu e Belen Rodriguez non state più dietro le quinte a commentare le esibizioni con sguardi e gesti. Siete perennemente sul palco a presentare i semifinalisti, a parlarci, a spiegare il regolamento, a chiedere il parere ai giudici e a mandare la pubblicità. L’anno scorso avevi accanto a te Geppi Cucciari, una primadonna con la quale è stato facile stabilire un ottimo equilibrio; lei spiritosa e con il senso del ritmo televisivo e tu disciplinato e spontaneo. Quest’anno invece hai accanto a te una primadonna con la quale è difficile stabilire un ottimo equilibrio perché troppo presente a se stessa. La cosa peggiore che ha fatto ieri è stata quella di sovrapporsi spesso a te rompendo il delicatissimo equilibrio su cui si regge una co-conduzione (sembravate quei due di Uno Mattina!). Tu non sei stato con la cartelletta in mano a farti interrompere da Belen però, in questo momento di suo grande successo televisivo, è più facile che tu possa apparire debole anziché lei esageratamente vogliosa di telecamera. Caro Simone Annichiarico, aver accettato di co-condurre Italia’s got talent con Belen è stata una prova di maturità perché sapevi che la sua immagine avrebbe potuto metterti in secondo piano. Ma non è stato così, anzi, guardando la puntata di ieri sera è chiaro che chi sta traendo maggiore beneficio da questa accoppiata sei tu perché stai dimostrando di avere una qualità importante per un conduttore televisivo: una personalità equilibrata al servizio della trasmissione. Per Belen invece il problema non è la farfalla che ha sull’inguine ma i grilli di conduzione televisiva che ha per la testa. Non sarà in grado di sostenere una conduzione da sola almeno fino a quando non si renderà conto che la sicurezza con cui ostenta la sua bellezza è un limite.

2 risposte a "Simone Annichiarico e Belen Rodriguez: la co-conduzione richiede equilibrio. Uno dei due ce l’ha."

  1. viga1976 27 febbraio 2012 / 10:58

    è un semplice atto di educazione:hai il figlio di una leggenda come è walter chiari,lascia lo spazio alle sue riflessioni.Voglio dire io so vita,morte.miracoli d Lars Von Trier ma se avessi a disposizione un suo parente non farei il figo interrompendolo,no?Mentre interromperei più che volentieri giusy ferreri che ora sta massacrando,alla radio,il povero e sfruttatissimo alla dick of dog Rino Gaetano

lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.