Maria De Filippi non è l’imperatrice di Amici

Cara Maria De Filippi, sabato ad Amici è accaduto quello che non doveva accadere. Emma Marrone è entrata nello studio con il leoncino aggrappato alla palma vinto al Festival di Sanremo e ti è venuta incontro per consegnartelo. Un gesto tanto spontaneo quanto significativo accompagnato dalle parole: “E’ soprattutto merito tuo!”. La risolutezza con cui Emma ti è venuta incontro non ti ha impedito di essere prontissima ad arginare un gesto così forte e, indietreggiando, hai declinato l’invito a prendere il premio in mano dicendole: “Ma sei scema! Ma non lo voglio!”. La ragazza non è una che si scoraggia facilmente e ha insistito ma tu l’hai bloccata definitivamente: “Emma non giochiamo al gioco! Prenditi quel leoncino, lo dico seriamente”. A quel punto Emma ha sollevato il premio per condividerlo con l’entusiasmo del tuo pubblico in stile arena del Colosseo. Per non farla rimanere male hai motivato il tuo diniego: “No, mi fa piacere che lo porti qua. Ma è tuo il leoncino, te lo sei meritato tutto, tutto, tutto. Fidati” (accompagnando queste parole con un buffetto sulla guancia). Ed Emma: “Come ho sempre detto, qua ho iniziato e sempre qua devo tornare perché casa è sempre casa”. Cara Maria De Filippi, quel rito di ospitare, dopo pochi giorni dal loro trionfo, i tuoi ex allievi che hanno trionfato a Sanremo è più che un gesto autoreferenziale. E’ uno spot di una forza dirompente per migliaia di giovani che aspirano ad indossare le tutine colorate con la scritta Amici di Maria De Filippi. E questa è una delle conseguenze che i tuoi detrattori ti rinfacciano come effetto negativo del tuo talent show. Il solito discorso che solo “uno su mille ce la fa”. Anche se da uno diventeranno 100 saranno sempre un piccolissimo numero rispetto alla giovane marea umana che spera di entrare ad Amici perché Amici è diventato sinonimo di “strada per il successo”. Non credo abbia più senso chiedersi se Amici, oltre a generare profitti televisivi, offre opportunità, speranze o illusioni a chi vi partecipa. Tu e tutto il cast di professionisti che lavorano ad Amici siete sempre stati attentissimi a ripetere davanti alle telecamere che chi partecipa al programma ha una grande opportunità ed è giusto che abbia delle speranze ma che non volete illudere nessuno. Quello che è evidente è che ormai da qualche anno il percorso di chi vince Amici è strutturalmente tracciato dalla guida solida e affidabile delle case discografiche e diventa un prodotto di mercato. Cara Maria De Filippi, e quindi torniamo al gesto di Emma di consegnarti il leoncino di Sanremo e ai tuoi passi indietro per rifiutarlo. Tu vuoi rimanere nel tuo ruolo di traghettatore. Ti senti un Caronte che fa salire le anime sulla sua barca ma senza promettere il paradiso. Se poi, dopo che le hai lanciate, quelle lo raggiungono (per un anno, due, o una vita intera, chissà) tu non vuoi prendertene tutto il merito. Se sabato avessi preso in mano quel premio, l’arena da Colosseo del pubblico di Amici ti avrebbe osannata con il coretto “Maria Maria”, battendo prolungatamente mani e piedi e tu saresti finita inevitabilmente nei panni dell’imperatrice anziché in quelli della gran sacerdotessa che sembri preferire. E se migliaia di giovani (con annessi genitori e parenti) pensano che tu sei l’imperatrice di Amici è un problema loro. Tu sei solo un’autrice e conduttrice televisiva che non alza i premi vinti dai partecipanti ai suoi programmi.

Annunci

4 risposte a "Maria De Filippi non è l’imperatrice di Amici"

  1. tristantzara 27 febbraio 2012 / 20:54

    Io la DeFilippi la vedrei benissimo nelle previsioni del meteo dopo il tg5. @barbara : una così riesce ad instaurare un rapporto umano con gli allievi ? mai visti su blob gli spezzoni dei varietà anni ’60-70-80 e il feeling molto più naturale che si creava tra la conduttrice/ore e gli ospiti ? boh…qui in tv ci vorrebbero dei nuovi Clash altro che ‘ste medicine anestetizzanti.

  2. blue 27 febbraio 2012 / 13:36

    premesso che non ho visto sanremo
    ho ascoltato emma ed arisa in video

    secondo me arisa avrebbe meritato la vittoria

    la fabbrica delle illusioni viaggia veloce e sulle coordinate del pensiero giovanile molti possono rimanere abbagliati

    o no?

    • akio 27 febbraio 2012 / 14:24

      ciao blue! (mi sei mancata) diciamo che l’abbaglio è ben clacolato perchè è chiaro che le case discografiche nel momento in cui si sono piazzate dalla de filippi è un po’ come le imprese che hanno gli uffici di selezione dentro le principali università… e selezionano direttamente alla fonte i migliori secondo i loro target d’impresa.
      ps. ho ascoltato la nuova arisa e ho visto un paio delle sue esibizioni sanremesi.concordo che è molto meglio di emma sia l’esecuzione che la canzone ma al televoto emma era imbattibile.

  3. Barbara (@pixel78) 27 febbraio 2012 / 10:00

    Io devo dire che trovo, nonostante tutti i suoi difetti, Maria De Filippi brava in quello che fa, si vede che non si limita a condurre Amici e riesce ad instaurare con gli allievi un rapporto umano, che li segue insomma. Un programma che funziona e sforna in un modo o nell’altro talenti quasi ogni anno direi che tirando le somme è comunque un buon programma. Emma ha davvero una bella voce come del resto mi piace anche quella di Alessandra, gli altri ex meno.

lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.