La Russia invade l’Ucraina e Rai 1 rinvia di una settimana una puntata dello show “Il cantante mascherato” invece di cogliere l’occasione per chiudere definitivamente questa pupazzata.

Caro direttore di Rai 1 Stefano Coletta, ci sono dei momenti in cui le qualità di un professionista dovrebbero emergere più che in altri.

Le situazioni di crisi sono presenti in ogni attività produttiva e sociale. Ieri la Russia ha invaso l’Ucraina. Una guerra ai confini dell’Europa. Una situazione di crisi politica e sociale che avrebbe conseguenze per la vita di tutti i cittadini europei anche se per miracolo finisse oggi.

In un contesto così serio e preoccupante francamente l’ultimo dei miei pensieri è come Rai 1 adatta i suoi palinsesti. Poi però arriva un vostro tweet e allora il cittadino-abbonato che sono non può fare a meno di ritenere che tu abbia pochissima qualità come dirigente della prima azienda culturale del Paese.

L’account Twitter della tua rete ci comunica che stasera non andrà in onda lo show “Il cantante mascherato”, sostituito da una replica della fiction “Il commissario Montalbano”. L’hashtag
#RussiaUkraineConflict ci dice inequivocabilmente che il cambio di programmazione è dovuto alla situazione drammatica del conflitto tra Russia e Ucraina cosa per cui, evidentemente, la trasmissione dello show “Il cantante mascherato” non sarebbe stata adeguata. Inoltre sarebbe difficile dal punto di vista tecnico interrompere e poi riprendere lo show in diretta qualora la cronaca della guerra lo richiedesse.

Il tweet di Rai 1 raggiunge la sua vetta comunicativa più alta nel rassicurare il pubblico dello show:

“#IlCantanteMascherato vi dà appuntamento a venerdì prossimo @IlCantanteRai1”.

Caro direttore di Rai 1 Stefano Coletta, e qui arriva la mia considerazione sulle tue qualità. Tra una settimana la crisi tra Russia e Ucraina e le drammatiche conseguenze sui civili non scompariranno per miracolo. Ad una settimana di distanza, sembrerà più appropriato di oggi trasmettere  “Il cantante mascherato”? A me fin dalla prima puntata della prima edizione è sembrato una gran pupazzata non degna del servizio pubblico Rai. Figuriamoci se lo ritengo uno show che può andare in onda mentre c’è una guerra così drammatica alle porte dell’Europa.

L’idea che mi sono fatto è che se tu fossi un direttore di Rai 1 di alta qualità, interromperesti per sempre “Il cantante mascherato” proprio perché è un intrattenimento leggero inadeguato al momento storico che stiamo vivendo. La tua alta qualità consisterebbe anche nel saper gestire dal punto di vista economico e organizzativo la chiusura “di botto” della sua messa in onda.

Invece, a quanto dice il tweet di Rai 1, tra sette giorni Milly Carlucci vestita da Goldrake chiederà a 4 giudici vip eccitati, chi si nasconde dietro la maschera di un cantante-pupazzo. E la tua qualità di direttore di Rai 1 tornerà ad essere quella che è.

***

Aggiornamento del 4 marzo 2022

lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.