Daria Bignardi, neo direttore di Rai 3: le due volte che in passato ha detto “sembrerò snob ma guardo poco la tv”

Cara direttore di Rai 3 Daria Bignardi, nemmeno il tempo di sederti sulla poltrona di direttore di Rai 3 ed eccoti rilasciare la prima intervista a Tv Sorrisi e Canzoni. I fan del Supertelegattone ne saranno entusiasti.

Io lo sono un po’ meno vista la dedizione preventiva che hai mostrato nei confronti dell’amministratore delegato Antonio Campo dall’Orto al quale Matteo Renzi ha assegnato il potere assoluto in Rai.

E’ stato per Campo Dall’Orto che hai accettato il nuovo prestigioso incarico:

“Per la passione con la quale mi ha raccontato come vuole trasformare la più grande azienda culturale italiana, con amore e rispetto della sua storia. Mi ha contagiato con il suo entusiasmo e mi sono ritrovata completamente nella sua visione e nel suo progetto di rinnovamento. Non potevo dire di no, restare a casa a scrivere libri e pensare alla famiglia. È una chiamata che ti porta al centro di importanti responsabilità editoriali ma anche civili” (da sorrisi.com del 23/2/2016 intervista di Solange Savagnone).

Una intervista in cui non ho trovato nulla di buono a cominciare dalle tue parole su Che tempo che fa di Fabio Fazio preso come modello:

“Che tempo che fa di Fabio Fazio è molto vicino al mio modo di intendere la tv. È un programma contemporaneo non solo nei contenuti ma anche nella forma: le luci, la regia, la scenografia, la grafica. Ecco, un po’alla volta vorrei rimodernare tutta la rete anche dal punto di vista formale. Ci vorrà tempo, ma ci proveremo” (da sorrisi.com del 23/2/2016 intervista di Solange Savagnone).

Ma la cosa di questa tua prima intervista che mi dà particolarmente fastidio è la risposta che hai dato alla domanda “Hanno anche detto anche che non guarderebbe la televisione…”:

“Ma era una battuta che avevo fatto durante un’intervista! Ecco, vorrei fare una tv dove non si parlasse per sentito dire. Non solo guardo la tv ma mi piace moltissimo. Quando ho iniziato a farla nel 1991 nel programma di Gad Lerner “Milano, Italia”, non a caso un programma di Raitre, me ne sono innamorata perdutamente. È una sorta di mal d’Africa che non ti lascia più” (da sorrisi.com del 23/2/2016 intervista di Solange Savagnone).

Cara direttore di Rai 3 Daria Bignardi, ad uno chef si chiede non solo di saper cucinare le proprie pietanze ma anche di conoscere il più possibile i cibi e le pietanze di altri chef. I cibi e le pietanze della tv sono i programmi e per conoscerli bisogna guardarne il più possibile. Sai bene che in qualità di direttore di rete dovrai farlo. Guardare la tv per un direttore di rete è così importante che tra le tue prime dichiarazioni da direttore hai precisato che era solo una battuta quella di dire “guardo poco la tv”.
Cara direttore di Rai 3 Daria Bignardi, di quanta tv hai guardato finora e di quanta ne guarderai da oggi in poi non me ne può importare di meno. Però basta con questa storiella che scherzavi quando dicevi “guardo poca tv” perché lo hai detto almeno in due occasioni differenti e senza scherzare. La prima in una intervista concessa a Renato Franco del Corriere della Sera che iniziava così:

“Non guardo la tv. So che suona malissimo e faccio la figura della snob e dell’antipatica, ma accendo il televisore solo in agosto, in montagna: tra l’altro si vedono solo quattro canali. Il resto dell’anno non mi viene. L’unico programma che guardo è X Factor , un appuntamento fisso, quasi un rito, con mia figlia: Mika è il personaggio della stagione, è supermediatico. E il sabato pomeriggio do un’occhiata a Tv Talk “ (da corriere.it del 7/1/2014). 

Quasi la stessa cosa l’hai detta con la premessa “a parte gli scherzi” in una intervista rilasciata a Mariano Sabatini il 17/11/2014 alla quale ho dedicato un post in cui dicevi:

A parte gli scherzi, lo so che suona snob, mi dispiace, ma per una questione di tempo guardo pochissima televisione e uno dei pochi programmi che guardo è XFactor, e sono dei programmi su Sky”.

Cara direttore di Rai 3 Daria Bignardi, a parte gli scherzi, ti lascio in chiusura il clip audio che ho fatto in quella occasione (chissà, me lo sentivo che era importante registrala quella dichiarazione) dal quale è chiarissimo che non scherzavi.  Perché io i post non li faccio per sentito dire. E adesso pancia tua fatti capanna e guardati tutti i programmi tv di tutto il mondo. 

Annunci
Contrassegnato da tag ,

lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: