Il presidente Frank Underwood piace più di Barack Obama ma molto meno di Josiah Bartlet, David Palmer e Matteo Renzi

Caro Kevin Spacey, il servizio sondaggi della Reuters si è preso la briga di chiedere ad un campione di americani quanto sarebbero favorevoli o meno se uno dei seguenti presidenti rappresentati nelle serie tv fossero davvero presidenti Usa: David Palmer della serie “24”, Josiah Bartlet della serie “West Wing”, Fitzgerald Thomas ‘Fitz’ Grant III della serie “Scandal”, Laura Roslin della serie “Battlestar Galactica” e, naturalmente, il tuo Frank Underwood della serie “House of Cards”.

I risultati lasceranno il segno nella tua brillante carriera di premio Oscar.

Infatti, nonostante Frank Underwood sia una carogna senza scrupoli, riceve il 23% di giudizio “very favorable” e il 18.8% di “very unfavorable”. Non mi sorprende che una carogna come Underwood sia preferito a quel mollaccione fasullo di “Fiz” di Scandal (“very favorable” 15.7% e “very unfavorable” 11.5%). Così come non mi sorprende che Frank Underwood perda il confronto con due presidenti televisivi molto amati come David Palmer della serie “24” (“very favorable” 34.7% e “very unfavorable” 1.7%) e Josiah Bartlet della serie “West Wing” (“very favorable” 30.3% e “very unfavorable” 3.2%). La presidente Laura Roslin della serie “Battlestar Galactica” ha ottenuto un 21% di “very favorable” 21% ed una bassissima percentuale di “very unfavorable” 4.3%, quindi facendo le somme Underwood perde il confronto anche con lei.

Caro Kevin Spacey, il tuo presidente carogna Frank Underwood però vince a mani basse il confronto di gradimento con il vero presidente degli Stati Uniti attualmente in carica Barack Obama. Si perché quei simpaticoni della Reuters contemporaneamente al sondaggio “If the fictional President………. from the show ……… was the actual president, would you have a favorable or unfavorable view of him” hanno pubblicato un sondaggio anche su Obama (riferito al periodo che va dal 20 marzo 2014 al 20 marzo 2015) che ha dato i seguenti risultati: “very favorable” 19.5% e “very unfavorable” 27.7%. In pratica il vero presidente Barack Obama perde il confronto su tutta la linea con tutti i presidenti delle serie tv tranne che con quel mollaccione fasullo di “Fiz” di Scandal. Un dato molto grave perché Obama ha dichiarato di seguire le serie tv quindi vuol dire che da esse impara poco. Caro Kevin Spacey, voi americani siete dei maestri nello showbiz e il fatto che una agenzia giornalistica seria come la Reuters faccia un sondaggio del genere può solo confermare che lo showbiz da voi è una cosa serissima. L’Italia invece ha una carenza strutturale in questo settore: non abbiamo fiction con presidenti della Repubblica o presidenti del Consiglio come protagonisti. Un po’ mi preoccupa l’ammirazione che il presidente del Consiglio Matteo Renzi ha per la serie House of Cards anche perché i sondaggi di gradimento su di lui sono molto favorevoli al contrario di quelli di Obama. Il sondaggio del TgLa7/Emg Acqua del 30/3/15 assegna un 32% di fiducia in Matteo Renzi (il presidente della Repubblica Sergio Mattarella è altissimo al 50% ma come sai da noi non ha poteri di governo). Caro Kevin Spacey, non è da escludere che durante la visita di Stato che Renzi farà alla Casa Bianca il 17 aprile prossimo, trovi modo di confrontarsi con Obama anche sugli sviluppi della terza serie di House of cards attualmente in onda in Italia su Sky Atlantic Hd in contemporanea con gli Stati Uniti. Il presidenzialismo all’americana è di certo uno dei punti di riferimento della visione democratica di Matteo Renzi. Chissà, un giorno, finito il ventennio da presidente del Consiglio Renzi lo farà un pensierino alla presidenza della Repubblica e non è detto che nel frattempo non riesca a portare in porto l’ennesimo progetto berlusconiano: l’elezione diretta del Presidente della Repubblica italiano. Caro Kevin Spacey, non so quante altre stagioni di House of cards ci saranno. Ma quando Netflix deciderà di non proseguire la produzione potrai sempre offrirti come protagonista di La casa delle carte, la serie tv sul presidenzialismo in Italia in cui potresti impersonare un ex concorrente del quiz La ruota della fortuna che da coordinatore fiorentino de La Margherita arriva a scalare la segreteria del Partito Democratico, scalza Enrico Letta dalla presidenza del Consiglio e dopo vent’anni da premier diventa presidente della Repubblica della nuova Repubblica presidenziale italiana. Il tutto però senza sporcarsi le mani di sangue come il tuo Frank Underwood.
Noi… I t a l i a! Solo salsa di pummarola.

Annunci

lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...