L’ennesima lectio magistralis impartita da Maria De Filippi al direttore di Rai 1 Giancarlo Leone

Cara Maria De Filippi, sabato scorso hai impartito l’ennesima lezione di televisione al direttore di Rai 1 Giancarlo Leone che ha fatto esordire contro il tuo collaudatissimo people show C’è posta per te (Canale 5), un talent show di televip che camminano a tentoni sul ghiaccio intitolato Notti sul ghiaccio.

Il direttore di Rai 1 Giancarlo Leone, sabato mattina si era già buttato avanti sapendo che sarebbe caduto all’indietro.

Per un problema tecnico i dati di ascolto di venerdì non sono usciti e lui ha commentato su twitter: “Oggi è un giorno buono per chi fa televisione. I dati Auditel non usciranno per problemi tecnici. Tutte le ansie rinviate a domani”. Le sue ansie poi si sono rivelate un incubo visto che il talent show Forte Forte Forte (13.9% di share) ha perso il confronto con la fiction Il bosco di Canale 5 (16.7% di share) e che il tuo C’è posta per te (28.6%) ha annientato il suo Notti sul ghiaccio (15.1%). Per quindici giorni si è cullato sugli allori dell’eccezionalità dei risultati del Festival di Sanremo e iniziava le conferenze stampa leggendo ed esaltando quei dati di ascolto. Il ritorno alla quotidianità deve essere stato traumatico se dal sen gli è sfuggito quel tweet che rivela quanto vorrebbe che gli ascolti non esistessero. E invece esistono e le bastonate come quelle che sta prendendo dopo la fine dell’effetto Sanremo sono particolarmente pesanti visto che anche la fiction L’Oriana è stata un flop. La domanda è: il direttore di Rai1 Giancarlo Leone lo farà un mea culpa per i mega flop Forte forte forte e Notti sul ghiaccio? Oppure intende campare di rendita sugli ascolti di Sanremo 2015? Certi esperti di tv avevano invitato ad aspettare il live di Forte forte forte. Il live, se possibile, è stato peggio del registrato e a nulla è servito il ricorso alle ospitate de Il Volo e di Anastacia. Certi esperti sono degli incompetenti. La prima puntata di Notti sul ghiaccio non aveva alcuna possibilità di non essere un flop.

Confrontarsi con C’è posta per te, un programma di successo e collaudatissimo, era un’impresa non alla portata di Notti sul ghiaccio semplicemente perché Notti sul ghiaccio è un programma fatto male che tenta di scimmiottare Ballando con le stelle non potendo tecnicamente essere come Ballando con le stelle. I televip (alcuni dei quali più sconosciuti di quelli dell’Isola dei famosi di Canale 5) nella gara di pattinaggio non possono andare oltre la passeggiatina caracollante. La giuria, male assortita, senza idee e senza mordente, si è prodotta nel festival delle frasi banali preconfezionate. Il tutto mentre tu nei primi 35 minuti proponevi al tuo pubblico il trio Maria De Filippi, Luciana Littizzetto e Barbara D’Urso in versione “vecchie babbione che vogliono fare le grandi gnocche” che mi ha fatto scrivere su twitter pochi minuti dopo l’inizio di C’è posta per te: “strepitoso pezzo di #cepostaperte #DUrso #Littizzetto che asfalterà #nottisulghiaccio”. Sia chiaro, non che mi sia piaciuto il cabaret fatto di parolacce, faccette e doppi sensi che hai messo in scena, ma ti va riconosciuto il colpo di genio, tanto semplice quanto efficace, di aver fatto televisione, trash quanto si vuole, ma con una personalità, un’anima e, soprattutto, un’idea ben precisa. Notti sul ghiaccio non ha personalità, non ha un’anima e, un’idea di programma, chissà se mai l’avrà. Cara Maria De Filippi, non è da oggi che con i tuoi programmi su Canale 5 dai delle lezioni di supremazia strategica al direttore di Rai 1 Giancarlo Leone; ma i tuoi sforzi didattici sono inutili perché lui proprio non impara.

Annunci
Contrassegnato da tag , , , , , ,

3 thoughts on “L’ennesima lectio magistralis impartita da Maria De Filippi al direttore di Rai 1 Giancarlo Leone

  1. akio ha detto:

    Rinzazio Lidia, per questa analisi/commento (che mi ha lasciato su facebook) che arricchisce ed integra il mio post egregiamente

    Lidia Geraci
    La Rai, le sue “teste d’uovo” e il suo sconoscere autocritica, la sua mancanza di creativita’ e di umilta’ fanno diventare un programma come quello della De Filippi (chapeau!) la corazzata Potemkin. La Rai, come servizio pubblico, non puo’ lasciare che sia C’e’ posta per te il programma simbolo degli italiani!!
    O decide per spettacoli, che tali siano degni di essere chiamati, o decide per programmi di spessore, che producano cultura, sensibilita’ ecc.ecc
    Non e’ Notti sul ghiaccio il programma che puo’ contrastare quello della De Filippi (ri-chapeau!).
    Lo abbiamo gia’ ben detto noi due, caro Akio, che ci riesce difficile capire perche’, noi comuni mortali riusciamo a fare queste analisi e le “teste d’uovo” NO!!
    Vivere di rendita si puo’ (leggi Festival di Sanremo..), ma quando il patrimonio e’ ricco, smisurato. Un solo reddito non salva mesi di mediocrita’ !

  2. viga1976 ha detto:

    è anche vero che i successi sono legati alla de filippi e a striscia,perché altri format e fiction non sono sempre una sicurezza per Mediaset. Mi pare invece precisissima la volontà di non vincere della Rai, per motivi diversi e comunque comprensibili. A volte però i flop sono anche segno di civiltà,come l’insuccesso di L’Oriana. Avesse fatto ascolti ci saremmo beccati : L’Umberto,ad esempio

lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: